Keystone (archivio)
Le firme sono state depositate lo scorso 24 giugno.
SVIZZERA
18.07.2019 - 14:200
Aggiornamento : 15:11

Armi, riuscita l'iniziativa correttiva

Delle 126’597 firme depositate, 126’355 sono risultate valide

BERNA - L'iniziativa popolare "Contro l'esportazione di armi in Paesi teatro di guerre civili (Iniziativa correttiva)" è formalmente riuscita. Lo ha annunciato oggi la Cancelleria federale. Le firme sono state raccolte in soli sei mesi.

Delle 126'597 sottoscrizioni depositate lo scorso 24 giugno, 126'355 sono state considerate valide, scrive la Cancelleria. Il testo vuole fissare nella Costituzione il diritto per parlamento e popolo di avere voce in capitolo nella vendita all'estero di materiale bellico. Attualmente tale competenza spetta esclusivamente al Consiglio federale.

Nessuna iniziativa è riuscita così rapidamente negli ultimi quattro anni, sottolinea in un comunicato l'alleanza contro le esportazioni di armi nei Paesi in guerra civile. Si tratta di un segnale positivo in vista della campagna, ha detto, citato nella nota, il consigliere nazionale Beat Flach (Verdi liberali/AG), uno dei copresidenti della coalizione.

In autunno circa 50'000 persone avevano risposto all'appello dell'alleanza per contribuire alla raccolta firme in sostegno dell'iniziativa popolare.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-20 12:15:35 | 91.208.130.85