Keystone (archivio)
SVIZZERA
17.06.2019 - 19:390

Il Consiglio Nazionale in breve

Tutte le trattande affrontate oggi dalla Camera bassa

BERNA - Nel corso della seduta odierna, il Consiglio nazionale ha:

- ORA DELLE DOMANDE: affrontato la tradizionale "Ora delle domande";

- TRIBUNALE FEDERALE: preso atto del rapporto di gestione 2018 del Tribunale federale;

- FORUM GLOBALE: mantenuto una divergenza con gli Stati in merito alle raccomandazioni del Forum globale sulla trasparenza. Già decisa la sostituzione delle azioni al portatore con titoli nominativi, le due camere ancora si oppongono su una disposizione transitoria;

- CONSIGLIO FEDERALE: preso atto del rapporto di gestione 2018 del Consiglio federale;

- CONSUNTIVO DI STATO 2018 1: approvato il consuntivo della Confederazione per il 2018, che si è chiuso con un surplus di 2,9 miliardi di franchi, a fronte dei 300 milioni preventivati. Le spese sono state pari a 70,6 miliardi di franchi, le entrate sono ammontate invece a 73,6 miliardi;

- CONSUNTIVO DI STATO 2018 2: approvato - con 184 voti senza opposizioni - il conto del Fondo per l'infrastruttura ferroviaria per il 2018;

- CONSUNTIVO DI STATO 2018 3: approvato - con 185 voti senza opposizioni - il conto del Fondo per le strade nazionali e il traffico d'agglomerato per il 2018;

- SUPPLEMENTO I AL PREVENTIVO 2019: approvato - con 184 voti senza opposizioni - il primo supplemento al Preventivo 2019 della Confederazione, che prevede uscite supplementari per un totale di 75,4 milioni. Tra questi figurano 58,5 milioni di franchi destinati alla riparazione dell'ingiustizia inflitta alle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale;

- SANZIONI: bocciato, con 120 voti contro 65 e 1 astensione, un'iniziativa parlamentare di Lukas Reimann (UDC/SG) con la quale si chiedeva che l'emanazione di sanzioni internazionali venissero sottoposte all'approvazione dell'Assemblea federale. Per la maggioranza non c'è motivo di cambiare la prassi che risulta essere sufficientemente disciplinata dalle leggi esistenti. Inoltre, ha ricordato il relatore commissionale Carlo Sommaruga (PS/GE), "la politica estera è di competenza del Consiglio federale". Inoltre, ha aggiunto il ginevrino, per essere efficace l'emanazione di sanzioni deve poter avvenire in modo rapido e coordinato a livello internazionale.

Ordine del giorno di martedì 18 giugno (08.00-13.00):

- modifica della legge sul parlamento (introduzione del diritto di veto contro le ordinanze);

- interventi parlamentari di competenza della Cancelleria federale;

- iniziative parlamentari.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-15 03:51:10 | 91.208.130.87