Keystone (archivio)
SVIZZERA
11.06.2019 - 17:320

Software spia, necessaria una base legale solida

Il Consiglio nazionale ha contraddetto oggi il parere della sua commissione preparatoria che voleva sospendere il dossier

BERNA - Le restrizioni all'esportazione di beni destinati alla sorveglianza di Internet e delle comunicazioni mobili devono essere iscritte nella legge. Lo ha deciso oggi il Consiglio nazionale per 89 voti a 84 contraddicendo il parere della sua commissione preparatoria, favorevole invece a una sospensione del dossier. Dell'argomento dovrà quindi ancora occuparsi la stessa commissione.

Attualmente, l'esportazione e l'intermediazione di simili beni è soggetta a un'ordinanza della durata di quattro anni. Non viene concessa alcuna autorizzazione se vi è motivo di ritenere che il destinatario finale utilizzerà simili dispositivi - per esempio software spia - come mezzo di repressione.

«L'ordinanza emessa nel 2015 ha dimostrato la sua validità. Non si tratta né più né meno che di preservare lo status quo», ha spiegato in aula il consigliere federale Guy Parmelin. «Per disporre di una base legale è meglio far confluire l'ordinanza nel diritto ordinario, vale a dire la legge sul controllo dei beni a duplice impiego», ha aggiunto il ministro dell'economia.

La destra avrebbe voluto invece aspettare l'autunno del 2021 per affrontare il problema. «Vogliamo che vengano condotti nuovi esperimenti per valutare meglio gli sviluppi tecnologici e i loro effetti sulle aziende e sui prodotti», ha affermato Raymond Clottu (UDC/NE). «Si tratta di non ostacolare l'esportazione di prodotti innovativi», ha insistito invano.

Dopo aver inizialmente deciso di non entrare in materia sul progetto del Consiglio federale, la Commissione aveva autorizzato l'esecutivo a prorogare l'ordinanza fino al maggio 2023. Essa sosteneva di avere tempo a sufficienza per far maturare il dossier fino al 2021. Ma Ida Glanzmann-Hunzeler (PPD/LU) ha replicato che «la tecnologia evolverà anche dopo il 2021: inutile quindi attendere per legiferare».

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-24 18:38:32 | 91.208.130.87