Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
1 ora
«Il Covid-19 non spazzi lo sviluppo sostenibile»
Incontro (online) tra capi di Stato e di Governo per non dimenticare l'Agenda 2030, nonostante la pandemia
TENERO
2 ore
Vince 88mila franchi con un gratta e vinci
Ha speso solo otto franchi per un biglietto e si è ritrovata con una vincita che l’ha lasciata senza parole
FRIBURGO
2 ore
Donna annega nel lago della Gruyère
Si trattava di una 66enne: ieri sera era uscita per una nuotata e non era più rientrata
GRIGIONI
3 ore
Auto in fiamme a Coira
Stamani la vettura ha reso difficile la circolazione nel capoluogo retico
SVIZZERA
3 ore
Il coronavirus metterà a dura prova le finanze pubbliche
Ma si mira a evitare aumenti d'imposte, come si evince da un sondaggio condotto in una settantina di Comuni
BERNA
3 ore
Lavori agricoli fatali per un 65enne
L'incidente è avvenuto questa mattina su un pendio ripido di Arni.
VAUD
3 ore
Struttura sanitaria in un mare di debiti, lascia il direttore
Pascal Rubin si è dimesso a causa delle gravi difficoltà finanziarie in cui versa l'Ospedale Riviera-Chablais.
SVIZZERA
4 ore
"Mister Covid-19" esce di scena: «È un buon momento per partire»
Dopo alcuni mesi di "lavoro straordinario", Daniel Koch va in pensione «con sentimenti positivi».
ZURIGO
4 ore
Aeroporti e compagnie aeree pronti alla grande ripresa dei viaggi
Swiss ed Edelweiss intendono ricominciare a proporre numerosi collegamenti nelle prossime settimane
SVIZZERA
5 ore
Mister dati ci ripensa: «Via libera alla registrazione in bar e ristoranti»
La raccolta dei dati avverrà su base volontaria, a meno che nel locale non possa venir garantita la distanza sociale.
SVIZZERA
5 ore
Al via i test di sicurezza sull'app SwissCovid
Una prima versione del sistema svizzero di tracciamento è stata messa a disposizione oggi.
SVIZZERA
5 ore
Helvetas: donazioni da record nel 2019, ma occhio al Covid
Grazie ai donatori, l'anno scorso Helvetas ha potuto aiutare 3,8 milioni di persone
GINEVRA
6 ore
EasyJet: «I dipendenti sono sotto shock»
I sindacati deplorano l'annuncio, definito «brutale», della soppressione degli impieghi
SVIZZERA
6 ore
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
SVIZZERA
6 ore
Lascia il capogruppo dei Verdi in Parlamento
Lo zurighese Balthasar Glättli aspira a prendere il posto della presidente Regula Rytz
GRIGIONI
7 ore
Bimbo di quattro anni investito
Un bambino di soli quattro anni è rimasto ferito in un incidente avvenuto ieri sera a Malans.
BERNA
8 ore
Covid in Svizzera, 20 nuovi positivi e 6 morti
Il totale dei positivi sale così a quota 30'796, mentre quello delle vittime a 1'655
SVIZZERA
9 ore
Ecco quanti saremo nel 2050
Nei prossimi trent'anni ci sarà una crescita demografica marcata nel nostro Paese.
SVIZZERA
10 ore
«Recessione di proporzioni storiche»
Il capo economista di Raiffeisen Martin Neff prevede un periodo molto duro per l'economia elvetica con il crollo del PIL
SVIZZERA
11 ore
Scorte della Confederazione intatte nonostante l'assalto ai supermercati
La Svizzera rimarrà comunque dipendente dall'estero anche nel settore agroalimentare
SVIZZERA
11 ore
Il Consiglio federale non vuole correre ciber-rischi
Il Governo ha deciso di istituire un centro di competenze per la protezione della Svizzera
SVIZZERA
12 ore
Quando i ristoratori applicano un "supplemento corona"
C'è chi preferisce aggiungere al conto due franchi per coprire i costi aggiuntivi, e chi aumenta i prezzi sul menù.
SVIZZERA
12 ore
Ambiente e comunicazioni, due importanti nomine a Berna
I rispettivi Uffici federali avranno due nuovi direttori.
SVIZZERA
26.05.2019 - 09:070
Aggiornamento : 12:00

Accordo quadro con l'UE: c'è chi vuole nuove trattative

«La Svizzera vuole relazioni stabili, ma quando un trattato non è appropriato deve essere adattato», ha detto Guy Parmelin. Bruxelles: «Non vediamo quello che potremmo ancora negoziare»

BERNA - Il 41% degli svizzeri ritiene che Berna debba rinegoziare alcuni punti dell'accordo istituzionale con Bruxelles, secondo un sondaggio Tamedia pubblicato oggi. Un'opinione condivisa dal consigliere federale Guy Parmelin.

Il 32% di coloro che sono favorevoli a nuove trattative vuole che la protezione dei salari venga migliorata. Per il 27% è la direttiva sulla cittadinanza dell'Unione europea, ossia il rischio di dover pagare più prestazioni sociali per gli europei residenti in Svizzera, che deve essere chiarita.

In un'intervista al SonntagsBlick, il ministro dell'Economia, Guy Parmelin, ha precisato che «la Svizzera deve rinegoziare con l'Unione europea perché il testo nella forma attuale non ha la maggioranza». «Possiamo fare una controfferta a Bruxelles! Allora vedremo cosa è possibile ottenere. Questo è il nostro lavoro». La Svizzera vuole relazioni stabili con l'UE, ma «quando un trattato non è appropriato, deve essere adattato», ha aggiunto.

La settimana scorsa, il portavoce della Commissione europea ha ribadito che l'UE non intende dimostrare maggiore flessibilità per quanto riguarda l'accordo quadro. Non vediamo «quello che potremmo ancora negoziare». Tutti gli Stati membri dell'UE sostengono questa posizione.

Secondo il sondaggio, pubblicato da Le Matin Dimanche e dalla SonntagsZeitung, il 26% degli svizzeri ritiene che l'attuale progetto di accordo quadro debba essere respinto mentre il 20% si dichiara a favore di una firma rapida del documento.

Il sondaggio è stato condotto online tra il 17 e il 19 maggio su un campione di 14'670 persone provenienti da tutta la Svizzera. Il margine di errore è del 2,1%.

A fine marzo, un sondaggio condotto dall'istituto gfs.bern per conto dell'organizzazione delle industrie farmaceutiche ha concluso che il 60% degli svizzeri è più o meno fortemente a favore dell'accordo.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
roma 1 anno fa su tio
...così com'è formulato l'accordo in questo momento, "impresari" a parte i quali vogliono poter aumentare la loro possibilità di assumere personale d'importazione a basso costo, non ha nessuna possibilità di essere accolto dal sovrano.
Maxy70 1 anno fa su tio
Ormai eurolandia fa muro. Sono i più forti, perchè dovrebbero concedere qualcosa? Chi è causa del suo mal, pianga se stesso. Ultima votazione docet!
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Dopo le ultime elezioni che hanno confermato una solida maggioranza europea , la Svizzera deve firmare questo accordo... :-)))))
Annadimelide Annadimelide 1 anno fa su fb
dovreste tutti studiare la storia
roma 1 anno fa su tio
...non c'è nessuna fretta di firmare questo accordo patacca. Se ne riparlerà forse fra una decina d'anni, forse...
Max Bartolini 1 anno fa su fb
Per favore non vendiamo la.nostra patria ad dei falliti, che stanno portando avanti un bel pensiero ma non realizzabile... Si stanno cancellando la storia e le tradizioni che ogni paese ha mantenuto per 1000 anni
Tony15 1 anno fa su tio
Questo accordo è una vergogna quelli che dicono che si dovrebbe accettare sono solo dei vili approfittatori che guardano solo ai loro interessi di magna magna Spero veramente che le votazioni in corso in questa giornata diano una bella legnata ai vari fautori di questa vergognosa UE,che non ha niente a che vedere con quella sognata dai padri fondatori.
lo spiaggiato 1 anno fa su tio
Ma non lo hanno ancora firmato???...
ciapp 1 anno fa su tio
povera Svizzira !!! se si vuol ancora chiamarla svizzera !!!!
Giuseppe Condoluci 1 anno fa su fb
negoziare non vuol dire permettere che altri decidano come arredare casa tua! dopo l'esperienza dei paesi mediterranei (Grecia Italia e Spagna) devastati dalle regole astruse della UE la Svizzera doveva 'capire' che avvicinarsi troppo a Bruxelles equivale a mettere i piedi nelle sabbie mobili! in 10 anni centinaia di migliaia di Italiani costretti a scappare verso i quattro angoli del mondo per la disperazione! eppure prima dell'entrata in vigore dell'euro e della piena adesione alla UE l'italia era alla pari in termini di PIL e di occupazione con la Germania! adesso l'ex Belpaese assomiglia sempre più ad una grande degradata e caotica 'provincia' Afroislamica, (adesso scommettiamo che Facebook mi 'blocca' ancora?) anche questo è il segnale della dittatura affaristico-finanziaria che decide tutto in Europa.... per concludere amici Svizzeri, tra 10 anni temo che mi darete ragione, la UE ha puntato le risorse finanziarie della Svizzera, e potete stare certi che stanno pianificando da anni il modo migliore per metterci le mani! ( la Grecia è lì a testimoniarlo!!)
Raffaella Norsa 1 anno fa su fb
Giuseppe Condoluci non è detto che finisca così per l’Italia. Dipende molto chi mandi a Bruxelles e io confido in oggi...
miba 1 anno fa su tio
È una mia opinione e che quindi può essere condivisa o no. Ai spalancatori di frontiere vorrei prima di tutto chiedere qual'è la percentuale rimasta di soli svizzeri... Poi vorrei far loro presente, politici compresi, che è molto più comodo (e anche per loro conveniente?) calare le braghe piuttosto che lottare per un'identità nazionale, cioè esattamente quello che UE, Soros, buonisti ecc. (guidati magari dietro le quinte ed a loro insaputa dalla finanza?) hanno dimostrato finora di saper fare con chi osa alzare la testa (Grecia, Italia, Ungheria). Quando ci era il Terzo Reich ci era un'identità nazionale ben diversa da quella del Quarto Reich, molto più subdolo e che ora si chiama UE
Equalizer 1 anno fa su tio
E così riusciranno a livellarci....... verso il basso!
Dante Alberto Benzi 1 anno fa su fb
La Svizzera è centrale in Europa e non ha sbocchi marittimi, a mio giudizio deve negoziare per forza, non credo che una nazione possa prosperare isolandosi dal contesto internazionale, o pensate che da nazione specializzata in servizi, con poca industria possa riconvertirsi ad una economia autarchica?
Annadimelide Annadimelide 1 anno fa su fb
Dante Alberto Benzi poca industria ma vengono tutti a lavorare in Svizzeri
Romano El Nardo Nardelli 1 anno fa su fb
...d'altro canto l'UE non vuole rinegoziare e alla Svizzera l'accordo così com'è non va bene. Bisogna dare tempo al tempo a tutti e 2. Magari fra 15-20 anni...
Igor Rigotti 1 anno fa su fb
Dante Alberto Benzi deve negoziare cosa? La Svizzera è al centro dell'Europa strategicamente può tenere per le palle tutti i vicini ma nessuno ha il coraggio di farlo
Dante Alberto Benzi 1 anno fa su fb
Igor Rigotti se per ipotesi ci fosse un blocco delle frontiere oppure dei dazi altissimi come per esempio Trump ha minacciato di applicare alle merci cinesi che accadrebbe alla economia Svizzera? Immagini se ci fossero negoziatori come Orban... a me pare che che le carte migliori le abbia la UE, guardi che sta accadendo all’Inghilterra che ha una economia molto meno integrata con il continente
Giorgio Bernasconi 1 anno fa su fb
Igor Rigotti daccordissimo
Igor Rigotti 1 anno fa su fb
Dante Alberto Benzi perché se gli stati dell'EU devono passare attorno alla Svizzera al posto che attraversarla (con camion semivuoti) pensa che non ne risentirebbe la loro economia? In più l'80% dei soldi di aziende e personalità Europee sono in Svizzera perché? Quindi mi spiace ma abbassare le braghe a gente che ci sfrutta perché facciamo comodo no grazie.... l'Europa è una DITTATURA per tanto così era meglio il caro e vecchio zio Adolf
Dante Alberto Benzi 1 anno fa su fb
Forse evocare i nazisti ed i loro rapporti finanziari con le istituzioni finanziarie elvetiche non è molto appropriato, ad ogni modo il mio pensiero è che retrocedere anziché avanzare sulla strada dell’integrazione europea è un errore grave, per tutte la parti, se dovesse accadere prevedo danni per entrambe le parti forse maggiori per la Svizzera ...
roma 1 anno fa su tio
...meglio nessun accordo che questa "patacca"
patrick28 1 anno fa su tio
L’accordo è indispensabile. I sindacati hanno ragione. Prima la protezione dei lavoratori. Svizzera aperta e solidale !
Nicola Zanni 1 anno fa su fb
Il 41% vuole rifarlo e il 26% respingerlo. W la Svizzera
Liana Agnese 1 anno fa su fb
Nicola Zanni passera' o non passerà ,Berna farà quello che vuole.non sarebbe la prima votazione....pora 🇨🇭 da chi che te se governada....
Massimiliano Verdaglia 1 anno fa su fb
Grazie a chi è’ in Governo a Berna , il popolo non conta più nulla ... complimenti X la disfatta ELVETICA ...!!!
Giuseppe Condoluci 1 anno fa su fb
la Svizzera sta consegnando il proprio futuro nelle mani di burocrati manovrati dai potentati finanziari e industriali, è un'errore che a medio-lungo termine causerà guai grossi a livello sociale, ma dico io, eravate beati e sereni rimanendo fuori dal caos europeo e vi siete gettati tra le braccia di una UE che sembra sempre di più ad una cattiva matrigna!
Igor Rigotti 1 anno fa su fb
Giuseppe Condoluci l'errore lo hanno già fatto
Pierfrancesco Ferrari 1 anno fa su fb
Il problema che la sinistra esiste anche in Svizzera, ma la destra ha meri interessi di sfruttamento umano e megalomania. Conseguenza: schiavismo legalizzato con abbassamento salariale del 80% ma mantenimento dei costi attuali. Dunque: sostegno legale ad una nuova guerra sociale e civile in europa.
Giuseppe Condoluci 1 anno fa su fb
io credo che ad oggi nel 21esimo secolo le vecchie ideologie siano causa di gravi tensioni sociali e politiche, il comunismo è già in decomposizione da 30 anni almeno,( caduta del muro di Berlino e conseguente disintegrazione dell'Unione sovietica) la destra sopravvive a se stessa senza avere la forza politica e il consenso popolare necessari per fare azioni positive, solo un partito politico nuovo e slegato dalle ideologie appunto potrà fare riforme e azioni veramente funzionanti su scala europea, certamente questo avverrà solamente dalla prossima nuova generazione, man mano che passano i decenni sempre più persone sentono la sinistra e la destra come fenomeni che obiettivamente hanno generato immani tragedie in tutto il mondo....
BP69 1 anno fa su tio
UE, covo di serpenti!!!
Romy Ribi 1 anno fa su fb
Siamo andati già oltre.. quando dai il ditino vogliono il braccio!
Maurizio Roggero 1 anno fa su fb
Cecità ed ignoranza del popolo.... in Europa ne vanno pazzi!
Wunder-Baum 1 anno fa su tio
Cara UE, vai avanti con la tua fermezza e rigidità e vedrai che risutati otterrai. L'Inghilterra ne è già una prova, vuoi vederne altre ?
Norvegianviking 1 anno fa su tio
Se sei solo contro mille difficile pensare di spuntarla. È la legge della vita, dello sport, della politica. Il mondo cambia, si evolve (non sempre in meglio) ed è illusorio pensare sempre di vivere con i privilegi che sempre abbiamo avuto e che ha contraddistinto la Svizzera dagli altri paesi europei. Se non si vuole seguire la massa, è giustamente la Svizzera è libera di farlo, poi non bisogna credere che non ci possano essere conseguenze sfavorevole. È una libera scelta, cui non necessariamente gli altri devono condividere e calare le braghe per compiacere la Svizzera. Il grande mangia il piccolo e se non vuoi farti mangiare devi essere scaltro ma questo comporta a volte sacrifici.
Giorgio Bernasconi 1 anno fa su fb
Molto triste che 1 popolo che vive coin la democrazia vuole essere schiavo dei fascismo
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-28 20:56:02 | 91.208.130.85