Ufficio federale sport
SVIZZERA
24.05.2019 - 16:540

Gli impianti sportivi nazionali «vanno sostenuti»

Per la loro realizzazione il Parlamento ha concesso un importo totale di 170 milioni di franchi a circa 30 federazioni sportive, ma senza l'aiuto dal Governo sarà difficile mantenerli

La Confederazione deve sostenere l'esercizio degli impianti sportivi di importanza nazionale (CISIN). La Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura della Camera del popolo ha approvato oggi, con 14 voti a 9, una mozione in tal senso del Consiglio degli Stati.

Il testo, depositato da Stefan Engler (PPD/GR), mira a garantire la perennità degli investimenti nella pianificazione e il coordinamento di queste strutture. Per la loro realizzazione il Parlamento ha concesso un importo totale di 170 milioni di franchi a circa 30 federazioni sportive.

Senza un sostegno della Confederazione per la copertura dei costi di esercizio, molti responsabili non saranno più grado di far fronte a queste spese, rileva l'autore. Se fissano tariffe troppo elevate per gli utenti, rischiano di vedere le federazioni sportive nazionali scegliere altre sedi per allenarsi, se non addirittura andare all'estero.

La maggioranza della commissione valuta positivamente l'idea di incentivare la frequentazione degli impianti CISIN e condivide lo spirito della mozione, si legge in una nota dei servizi del parlamento. Nonostante alcune riserve rispetto alla formulazione concreta del testo, vorrebbe che quanto richiesto sia attuato al più presto.

Questo potrebbe ad esempio essere possibile aumentando i contributi della Confederazione alle federazioni sportive e obbligandole mediante i contratti di prestazioni con Swiss Olimpic a impiegare questi mezzi supplementari per migliorare la situazione dei gestori degli impianti, viene sottolineato.

Una minoranza respinge la mozione. Sebbene condivida il principio generale, ritiene che non spetti alla Confederazione partecipare alla copertura dei costi d'esercizio di tali impianti sportivi.

La mozione sarà trattata in Consiglio nazionale probabilmente durante la sessione estiva delle Camere federali.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-25 07:11:20 | 91.208.130.89