Keystone (archivio)
Schneider-Ammann, l'artefice dell'intesa
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ITALIA
39 min
Fasweb e Wind Tre, c'è l'accordo per la rete condivisa 5G
GRIGIONI
47 min
Apre il baule per salvare il cane, ma la proprietaria s’indigna
VALLESE
2 ore
Sfiorati i 36 gradi in Vallese
ZURIGO
5 ore
Il Poli premia il chimico Maksym Kovalenko
ARGOVIA
6 ore
Tre anni a un medico tedesco, ha praticato nonostante un divieto
BERNA
6 ore
Auto finita nel lago di Thun, recuperato un cadavere
ZURIGO
6 ore
Crisi d'asma sul treno: «Invece di aiutare, hanno cambiato scompartimento»
GIURA
7 ore
Lavoro in nero, scatta un'istruttoria per corruzione
SVIZZERA
7 ore
L'appello svizzero a Bolsonaro: «Riconosca il ruolo delle Ong»
SAN GALLO
8 ore
Due giovani ghepardi allo zoo del Knie
SOLETTA
9 ore
L’autopostale ignora la linea continua e supera i ciclisti in curva
VAUD
9 ore
Portale per lavoratori del sesso, primo bilancio positivo
SVIZZERA
10 ore
Lieve diminuzione delle code, ma il traffico continua a crescere
SVIZZERA
11 ore
Il Mediterraneo si conferma la meta preferita
SVIZZERA
11 ore
Trattamenti fertilità non più a carico dei malati di cancro
SVIZZERA
22.05.2019 - 11:400

Il libero scambio con l'Indonesia pronto per il Parlamento

Grazie all'intesa, firmata in dicembre Dall'allora consigliere federale Johann Schneider-Ammann, il 98% delle esportazioni elvetiche saranno esentate a medio termine dai dazi doganali

BERNA - L'accordo di libero scambio con l'Indonesia, negoziato dalla Svizzera per conto dell'Associazione europea di libero scambio (AELS), è pronto per l'esame parlamentare: il Consiglio federale ha licenziato oggi il relativo messaggio. Grazie all'intesa, firmata in dicembre a Giacarta dall'allora consigliere federale Johann Schneider-Ammann, il 98% delle esportazioni elvetiche saranno esentate a medio termine dai dazi doganali.

Durante i negoziati ha fatto parecchio discutere in Svizzera la questione relativa all'olio di palma. Questo prodotto è controverso dal punto di vista ecologico e rappresenta una concorrenza per l'olio di colza nostrano.

Al momento della firma dell'accordo, il Consiglio federale aveva sottolineato come Berna accorderà all'olio di palma sconti doganali «compatibili con il mercato nel quadro di contingenti che non mettono a rischio la produzione interna di oli vegetali».

L'accordo prevede anche impegni relativi al rispetto di convenzioni multilaterali in materia di lavoro e ambiente, e una disposizione specifica intesa a garantire una produzione sostenibile dell'olio vegetale scambiato, che concerne di fatto l'olio di palma.

Il trattato prevede inoltre disposizioni in materia di investimenti, protezione della proprietà intellettuale, eliminazione di ostacoli non tariffari al commercio - anche per quanto riguarda le misure sanitarie e fitosanitarie -, concorrenza, agevolazione degli scambi, commercio e sviluppo sostenibile nonché cooperazione economica.

Con un volume commerciale di circa 830 milioni di franchi all'anno (esclusi metalli preziosi, pietre preziose e semipreziose, oggetti d'arte e di antiquariato), l'Indonesia - 260 milioni di abitanti - è uno dei principali partner economici della Svizzera nell'Asia sudorientale. Alla fine del 2016 la Banca nazionale svizzera registrava un volume di investimenti diretti svizzeri in Indonesia pari a 6,9 miliardi di franchi.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-25 22:45:26 | 91.208.130.87