Keystone
Korintha Bärtsch, la candidata verde
LUCERNA
16.05.2019 - 10:370

I Verdi pronti ad entrare in Consiglio di Stato

L'esecutivo lucernese conta cinque seggi, tre dei quali sono stati occupati al primo turno. Al ballottaggio uno potrebbe essere conquistato dalla "sorpresa" Korintha Bärtsch

LUCERNA - La candidata dei Verdi Korintha Bärtsch potrebbe essere eletta nel governo del canton Lucerna al ballottaggio di domenica. La consigliera comunale della città di Lucerna ha in effetti creato la sorpresa al primo primo turno, arrivando quinta.

L'esecutivo lucernese - cantone di 409'000 abitanti - conta cinque seggi, tre dei quali sono stati occupati al primo turno. Il 31 marzo sono stati riconfermati soltanto due dei quattro consiglieri di Stato uscenti: il direttore della sanità Guido Graf e il responsabile dell'educazione Reto Wyss, entrambi del PPD.

Il candidato del PLR Fabian Peter, gran consigliere e imprenditore, è riuscito a difendere il seggio liberale-radicale liberatosi con la partenza del responsabile delle costruzioni Robert Küng.

Non ha raggiunto la maggioranza assoluta di voti il direttore della sicurezza Paul Winiker, dell'UDC, arrivato quarto davanti alla Verde Korintha Bärtsch, ricercatrice in questioni ambientali.

La Bärtsch, unica donna in corsa per il Consiglio di Stato, ha superato per una manciata di voti il candidato del PS Jörg Meyer, distaccando più nettamente il direttore uscente delle finanze Marcel Schwerzmann (senza partito), che si è visto punito per la politica di austerità dell'ultima legislatura.

Ottavo si è piazzato l'ex consigliere nazionale e presidente cantonale dei Verdi-liberali Roland Fischer, che al pari del candidato del PS ha ritirato la sua candidatura per sostenere nel ballottaggio la candidata dei Verdi.

UDC e PLR intendono da parte loro sostenere sia Winiker che Schwerzmann, con l'obiettivo di mantenere un esecutivo al 100% borghese.

Al primo turno, l'ondata ecologista si era fatta sentire soprattutto nel rinnovo dei 120 seggi nel Gran consiglio lucernese. Verdi e Verdi liberali hanno guadagnato insieme 11 seggi supplementari, con rispettivamente 15 e otto mandati. Il PS ha ottenuto tre mandati supplementari per un totale di 19. In calo invece l'UDC, con 22 seggi (-7), lo stesso numero del PLR (-3), come pure il PPD, partito di maggioranza relativa passato da 38 a 34 seggi.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-22 18:31:08 | 91.208.130.85