Keystone (archivio)
Su una scala da 1 a 10, il consigliere nazionale di Zugo si è dato un 4
SVIZZERA
13.04.2019 - 15:140
Aggiornamento : 15:31

«Non ho ancora rimesso il PPD sulla via del successo»

Il presidente del partito Gerhard Pfister ha tracciato un bilancio in vista delle federale: «Non abbiamo ancora avuto il successo di cui il partito ha davvero bisogno»

BERNA - Il presidente del PPD Gerhard Pfister, a sei mesi dalle elezioni federali, traccia un bilancio: «stiamo attraversando un momento difficile», ha indicato il consigliere nazionale di Zugo in un'intervista radio. «I risultati non sono tali da poter dire che ho rimesso il partito sulla via del successo».

Il PPD - ha sottolineato il 56enne - non ha perso in tutti i Cantoni e in alcuni è riuscito a mantenere alcuni seggi importanti, tuttavia la svolta non si è ancora realizzata. «Non abbiamo ancora avuto il successo di cui il partito ha davvero bisogno», ha detto Pfister alla trasmissione Samstagrundschau della radio svizzerotedesca SRF. Il presidente del partito, in una valutazione da uno a dieci sulle sue prestazioni, si è poi attribuito un quattro.

Elezioni federali - Pfister si è mostrato tuttavia fiducioso in vista delle elezioni federali. Tra lo scorso autunno e il mese di gennaio, il partito ha ritrovato stabilità. «Questo ottimismo si basa sulle recenti elezioni cantonali», ha dichiarato. A Lucerna il PPD è rimasto ampiamente il primo partito e anche a Zurigo e Basilea Campagna non sono stati persi seggi: tuttavia il partito rimane sul chi vive. «Chi pensa che il successo arriverà da un giorno all'altro sottovaluta il lavoro che ciò richiede», ha avvertito il presidente del PPD.

«Siamo a favore del federalismo e della coesione in Svizzera», ha sottolineato, aggiungendo che la polarizzazione non ha fatto progredire il Paese.

Imposizione coppie sposate - Pfister, nel corso dell'intervista, è poi tornato a commentare la sentenza di mercoledì scorso del Tribunale federale, il quale ha annullato la votazione federale del 28 febbraio 2016 sull'iniziativa del PPD riguardante l'imposizione fiscale delle coppie sposate, a causa di cifre errate fornite dal Consiglio federale.

Dopo questa «decisione corretta e storica», il Parlamento ha il diritto di discutere nuovamente l'iniziativa. Una ripetizione diretta del voto, senza passare nuovamente da un dibattito alle Camere, non è un'opzione per il presidente del PPD: "il Parlamento deve avere l'opportunità di riconsiderare la sua raccomandazione con le cifre corrette".

L'iniziativa popolare "per il matrimonio e la famiglia - no agli svantaggi per le coppie sposate" era stata bocciata il 28 febbraio del 2016 dal 50,8% dei votanti, ma era stata accolta dalla maggioranza dei cantoni.

L'attenzione all'epoca si era concentrata soprattutto sugli svantaggi fiscali. Tuttavia, anche la definizione di matrimonio tra uomini e donne contenuta nell'iniziativa ha un potenziale di maggioranza, anche se le opinioni all'interno del PPD differiscono su matrimoni omosessuali e adozioni.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-07-23 05:25:54 | 91.208.130.87