Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
09.04.2019 - 11:230

Cooperazione con il Bangladesh per il rimpatrio dei cittadini

Il Paese asiatico si impegna a supportare la Confederazione a livello di accertamenti d’identità e a riammetterli sul proprio territorio

BERNA - Svizzera e Bangladesh hanno codificato la loro cooperazione nel settore del ritorno delle persone che soggiornano irregolarmente nella Confederazione. Salgono così a 62 gli Stati con cui Berna ha sottoscritto un'intesa in tal senso.

Durante la crisi migratoria degli anni 2015 e 2016, sono giunti in Europa in modo irregolare numerosi cittadini del Bangladesh. Tutti gli Stati europei riscontravano difficoltà a cooperare con questo Paese nel quadro dell’allontanamento dei richiedenti asilo respinti, si legge in un comunicato odierno della Segreteria di Stato della migrazione.

La Svizzera è ora riuscita, nell’ambito di incontri bilaterali, a codificare la cooperazione operativa con il Bangladesh. Il Paese asiatico si impegna a supportare la Confederazione a livello di accertamenti d’identità e a riammettere sul proprio territorio i suoi cittadini tenuti a lasciare la Svizzera. La collaborazione si fonda su un accordo concluso nel settembre 2017 tra il Bangladesh e l’Unione europea.

Con una quota di rimpatri pari quasi al 60%, viene ricordato nella nota, la Svizzera è uno dei Paesi più efficienti d’Europa in materia di esecuzione dei rimpatri.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-05-23 01:31:06 | 91.208.130.87