Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
2 ore
Lascia morire di parto la cagna, condannata per maltrattamenti
Secondo i giudici aveva ignorato la raccomandazione dello specialista per evitare di pagare il cesareo d'urgenza
SVIZZERA
3 ore
Il pass come in Italia e Francia: «Possibile»
Il presidente della Conferenza dei direttori cantonali non esclude l'obbligo nei ristoranti. «Se continua così...»
ARGOVIA
5 ore
La patente è durata... due giorni
Un diciottenne è stato protagonista di un incidente in Argovia. Gli è stata ritirata la licenza di condurre
SVITTO
6 ore
Cadavere di una donna ripescato dal Lago dei Quattro Cantoni
Si tratta di una 49enne che era stata dichiarata scomparsa
SONDAGGIO
SVIZZERA
6 ore
«Ci vorranno decenni per la ripresa del turismo svizzero»
Nel 2020 si pensava che la pandemia sarebbe finita entro un anno. Le considerazioni di Martin Nydegger
GRIGIONI
7 ore
Automobilista incinta e passeggera con bimba di 4 mesi si ribaltano sul tetto
La conducente e la piccola hanno dovuto essere trasportate in ospedale per accertamenti.
ZURIGO
7 ore
Imprenditore lancia lotteria pro vaccino
Previsti un premio da 10'000 franchi e quattro da 1'000.
ZUGO
8 ore
Primo d'agosto solo con il certificato Covid: «Questa è discriminazione»
La Città di Zugo: «È il solo modo per non contingentare gli ingressi. Nessuno discriminato: basta farsi testare».
SONDAGGIO
SVIZZERA
18 ore
Ora gli impiegati di banca vogliono lavorare con vestiti comodi
Dopo il lungo periodo di telelavoro, ci sono aziende che ripensano il dress code
FOTO
SVIZZERA
20 ore
Grandinate e temporali attraversano tutta la Svizzera
Il forte maltempo ha già lasciato il segno oggi oltre Gottardo.
LUCERNA
27.03.2019 - 08:070

Elezioni cantonali, il PS vuole superare i brutti ricordi

Dopo Zurigo, domenica prossima si voterà nei cantoni di Lucerna e Basilea Campagna

LUCERNA - Elezioni cantonali domenica prossima a Lucerna e a Basilea Campagna, una settimana dopo il rinnovo di governo e parlamento a Zurigo. In entrambi i cantoni le elezioni del 2015 sono un brutto ricordo per la sinistra.

Nel canton LUCERNA - con i suoi 409'000 abitanti - il PS vuole riconquistare una poltrona in consiglio di Stato: quattro anni fa la sua candidata era infatti stata estromessa, dopo 56 anni di ininterrotta presenza dei socialisti in governo, e il seggio era andato nel ballottaggio a un esponente dell'UDC.

Nel governo siedono attualmente due PPD, un PLR, un UDC e un senza partito, tutti di orientamento "borghese" e tutti maschi. Quattro degli uscenti si ripresentano: il direttore della sanità Guido Graf e quello dell'educazione Reto Wyss (entrambi PPD), il direttore della sicurezza Paul Winiker (UDC) e il senza partito Marcel Schwarzmann, responsabile delle finanze.

Ha invece rinunciato a ricandidarsi il responsabile delle costruzioni del PLR Robert Küng: i liberali-radicali mirano a confermare la poltrona con il gran consigliere e imprenditore Fabian Peter, 42 anni.

In lizza ci sono altri quattro candidati, fra cui una sola donna: la Verde Korintha Bärtsch, 34 anni, ricercatrice in questioni ambientali e consigliera comunale nella città di Lucerna.

Il PS lancia nella corsa il deputato in Gran consiglio Jörg Meyer, 50 anni. Gli altri due candidati sono il presidente cantonale dei Verdi liberali (PVL) Roland Fischer, ex consigliere nazionale di 53 anni, e Rudolf Steiner, carrozziere di 56 anni che ha fondato il movimento degli "Svizzeri senza partito".

Nel cantone cattolico il partito di maggioranza relativa in Gran consiglio è il PPD, che controlla 38 seggi su 120. Seguono l'UDC con 29 deputati, il PLR con 25, il PS con 16, i Verdi con 7 e il PVL con 5. Quattro anni fa, PPD, Verdi e PVL avevano perso un seggio a testa. L'UDC e il PLR avevano guadagnato entrambi due deputati e anche il PS aveva ottenuto un seggio in più.

Oltre alla questione climatica, un argomento che ha fatto notizia durante la campagna elettorale è stata la sentenza del Tribunale federale che in gennaio, dando ragione ad un ricorso della sinistra, ha obbligato il cantone ad annullare dei tagli sui sussidi ai premi di cassa malattia.

BL: PLR rinuncia alla seconda poltrona - Anche a Basilea Campagna - cantone con quasi 290'000 abitanti - il PS ha perso nel 2015 una poltrona in governo che controllava da 90 anni. In consiglio di Stato siedono così 2 esponenti PLR, 1 UDC, 1 PPD e 1 Verde.

La consigliera di Stato del PLR Sabine Pegoraro, in carica dal 2003, è l'unica degli uscenti che non si ripresenta e i liberali-radicali hanno rinunciato a difendere il secondo seggio conquistato quattro anni fa.

La poltrona fa gola soprattutto all'UDC: il primo partito in parlamento affianca perciò al responsabile dell'economia e della sanità Thomas Weber, il consigliere nazionale Thomas de Courten, considerato su posizioni a destra del partito.

Il PS, seconda formazione del cantone, è pronto a dar battaglia e lancia nella corsa Kathrin Schweizer, capogruppo socialista in Gran consiglio, nonché municipale a Muttenz.

Gli altri rappresentanti del governo che si ripresentano sono la direttrice della pubblica educazione del PLR Monica Gschwind - che quattro anni fa aveva strappato la poltrona PS -, il direttore delle finanze del PPD Anton Lauber e il Verde Isaac Reber, responsabile della sicurezza.

Il Gran consiglio di Basilea Campagna conta 90 seggi così ripartiti: UDC 28, PS 21, PLR 17, PPD 8, Verdi 8, PEV 4, PVL 3 e PBD 1. Quattro anni fa il parlamento si era spostato a destra, con l'avanzata di UDC e PLR e perdite comparabili per i Verdi e il PBD. I tre partiti borghesi controllano assieme una maggioranza di 53 voti, ma i rapporti di forza sono quasi certamente destinati a cambiare.
 
 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-07-25 17:13:06 | 91.208.130.87