Keystone - foto d'archivio
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
4 min
Pochi medici di famiglia fino al 2030, poi c'è ottimismo
Lo sostiene l'Associazione Medici di famiglia e dell'infanzia Svizzera (mfe)
SVIZZERA
51 min
«Ora tocca a voi!»
La campagna dell'Ufficio federale della sanità pubblica è indirizzata a tutti ma in particolare ai giovani
SVIZZERA
1 ora
Primo semestre nero per chi va in e-bike
Il numero degli incidenti gravi è lievitato nell'arco di un anno, passando da 148 a 207.
SVIZZERA
1 ora
Per Migros sarà un anno da record
Più attenzione ai piccoli negozi con la pandemia: «Se la gente lavora di più a casa, farà acquisti dietro l'angolo»
SVIZZERA/ITALIA
1 ora
Riunione italo/svizzera per l’Accordo sull’imposizione dei lavoratori frontalieri
La Delegazione italiana e quella svizzera si sono incontrate oggi in videoconferenza
ZURIGO
2 ore
Tre Pink Panther in gabbia
Condanne tra cinque e sette anni e mezzo di prigione per tre presunti membri della banda balcanica di rapinatori.
ZURIGO
2 ore
Non metti tua figlia in quarantena? Arriva la polizia
Gli agenti hanno suonato il campanello alle 21.25 e hanno consegnato al padre la lettera del medico cantonale
SVIZZERA
3 ore
Meno incidenti in macelleria: «Merito di questa valigetta»
Utilizzata dal 2014, ha ridotto del 9% le ferite da taglio tra gli apprendisti e del 7% gli infortuni.
GINEVRA
3 ore
Aeroporto di Ginevra: cancellati 56 posti di lavoro
La crisi innescata dal Covid ha pesato sullo scalo ginevrino: «Prevista una perdita di almeno cento milioni di franchi».
SVIZZERA
4 ore
Gli Stati danno ragione a Marina Carobbio: «Servono più medici»
Con una maggioranza risicata la Camera alta ha accolto una mozione della senatrice socialista.
SVIZZERA
5 ore
Altri 391 casi, ma la percentuale dei positivi è in calo
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 51'492. Le vittime sono almeno 1'776.
SVIZZERA
26.03.2019 - 16:150

«Se vincono i Verdi, il seggio di Cassis è a rischio»

In seno al governo «i due partiti più forti avrebbero diritto a due seggi, i tre successivi a un mandato ciascuno», afferma il capogruppo ecologista Balthasar Glättli

BERNA - Un'avanzata dei Verdi nelle elezioni federali di ottobre potrebbe spazzare via l'attuale formula magica in Consiglio federale, mettendo a rischio il seggio di Ignazio Cassis: è l'analisi del capogruppo ecologista Balthasar Glättli.

«Se in ottobre dovesse ripetersi a livello nazionale la valanga verde che si è osservata a Zurigo dovremo riflettere su una nuova formula magica», afferma Glättli in dichiarazioni riportate dal Tages-Anzeiger. In seno al governo «i due partiti più forti avrebbero diritto a due seggi, i tre successivi a un mandato ciascuno».

Gli ecologisti non contestano le due poltrone di UDC (29,4% dei voti nell'elezione del Nazionale del 2015) e PS (18,8%), né quella singola del PPD (11,6%): nel mirino è il partito liberale radicale (16,4%). «A livello puramente matematico il secondo seggio PLR in Consiglio federale sarebbe già oggi dei Verdi», osserva Glättli.

Karin Keller-Sutter, eletta anche con i voti ecologisti, non avrebbe da preoccuparsi: in bilico sarebbe la poltrona di Ignazio Cassis. «Con Cassis il governo ha svoltato a destra e finora lui ha agito senza fortuna in diversi dossier», commenta il consigliere nazionale zurighese.

Glättli dà però anche un colpo di freno: «Dovremmo esonerare dal loro incarico consiglieri federali in carica solo se vi è un mandato popolare chiaro in tal senso». Se il PLR dovesse guadagnare consensi una manovra di sostituzione sarebbe quindi più difficile.

Prudente si mostra la presidente dei Verdi Regula Rytz. «Un seggio in Consiglio federale è un'opzione, ma il nostro obiettivo principale è portare avanti l'equità climatica», spiega al quotidiano.

Di un verde nell'esecutivo si era parlato in particolare nel 2007, quando la formazione ambientalista aveva ottenuto il suo miglior risultato, arrivando al 9,8%. Erano poi seguiti due arretramenti: 8,4% nel 2011 e 7,1% nel 2015.

I Verdi hanno anche la concorrenza del Partito dei verdi liberali (1,4% nel 2007, 5,4% nel 2011, 4,6% nel 2015), che non sembra però essere interessato ad aiutare i "cugini" ad entrare nella stanza dei bottoni. «Non chiederemo un seggio con i Verdi solo sulla base della protezione del clima», afferma il presidente Jürg Grossen.

A suo avviso la composizione del Consiglio federale non va inoltre cambiata dopo ogni elezione. Sarebbe però pensabile una rotazione, se dietro ai tre principali partiti ve ne fossero altrettanti più o meno della stessa grandezza. Lo scenario privilegiato dal PVL potrebbe comunque essere un altro: guadagnare seggi in ottobre e diventare a medio termine a livello nazionale la quarta formazione più votata.

Osservatore molto interessato di quanto avviene nel campo ecologista è il partito socialista, che vorrebbe però vedere i Verdi conquistare seggi, per ribaltare l'attuale maggioranza in parlamento. Secondo il capogruppo PS Roger Nordmann il PVL è infatti affidabile in materia di ambiente, ma non ci si può contare in altri ambiti. «Nel campo della politica sociale i verdi liberali sono addirittura più a destra del PLR», indica Nordmann al Tages-Anzeiger.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TI.CH 1 anno fa su tio
E chi se ne frega tanto sta facendo come Trump
roma 1 anno fa su tio
...beh, non sono certo un verde o un sinistro ma, ad ogni buon conto, peggio di Cassis è praticamente impossibile fare.
Galium 1 anno fa su tio
Sarebbe ora che un Verde entrasse nel CF. Cassis fino ad ora ha seguito una politica ondivaga, criticata sia da destra che da sinistra. Personalmente ritengo che il Ministro degli Esteri debba essere molto più attivo ed aperto sul piano internazionale, e che la Svizzera non debba rinchiudersi su stessa, come vorrebbe qualche irresponsabile.
Danny50 1 anno fa su tio
Avanti a mettere sinistri in CF. Vero che cambia poco e Cassis dopo il reset promesso e non minimamente mantenuto merita di essere scalzato.
Equalizer 1 anno fa su tio
Al seggio di Cassis si può anche rinunciare, ma non per qualcuno meno a destra di di 120° dell'emisfero politico di Berna
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-24 17:49:39 | 91.208.130.87