Keystone (archivio)
Spesso l'importo è versato sia al partito nazionale che a quello cantonale
SVIZZERA
25.03.2019 - 16:170

Il Nazionale e quel contributo dovuto al partito

L'importo annuale in alcuni casi può arrivare fino ad un quarto del reddito. I consiglieri dell'UDC versano 2500 franchi, i Verdi almeno 6000

BERNA - L'elezione in Consiglio Nazionale prevede anche il dovere di versare un contributo annuo al proprio partito, finanziamento che, in determinate circostanze, può arrivare fino a un quarto del reddito. Spesso l'importo è versato sia al partito nazionale che a quello cantonale.

Il Partito socialista preleva un contributo proporzionale al reddito dei suoi membri. «Si tratta di un versamento annuale di una percentuale ad una cifra e piuttosto bassa». Inoltre - aggiunge la direzione del partito - anche le sezioni cantonali possono esigerne uno supplementare. La centrale del PS ignora l'importo di questo supplemento, che viene determinato caso per caso.

La quota associativa per i membri dell'UDC è di 2500 franchi l'anno per un consigliere nazionale. In seno al PPD e al PBD, i membri della Camera del popolo versano ogni anno 3000 franchi nelle casse del partito nazionale. Il PLR non riferisce l'ammontare dell'importo.

Nel caso dei Verdi liberali (PVL), i versamenti dei deputati vanno integralmente al rispettivo partito cantonale. Spesso si tratta di circa il 10-25% del reddito.

Per i Verdi la quota annuale dovuta dal mandato ammonta a 6000 franchi, e a 8000 se si fa parte di diverse commissioni parlamentari. Le sezioni cantonali decidono poi autonomamente sugli eventuali contributi.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-15 02:26:24 | 91.208.130.85