Keystone
SVIZZERA
24.03.2019 - 09:140

Cantonali a Zurigo: un test per le federali

In Gran consiglio è in gioco la maggioranza borghese. Nell'esecutivo si liberano due poltrone e si va verso una maggioranza di donne

ZURIGO - A Zurigo si tengono oggi le elezioni cantonali, considerate un test per le federali d'ottobre. In Gran consiglio è in gioco la maggioranza borghese. Nell'esecutivo si liberano due poltrone - una del PLR e una dell'UDC - e si va verso una maggioranza di donne.

Nel Gran consiglio zurighese, i 54 seggi dell'UDC , sommati ai 31 del PLR e ai 5 dell'Unione democratica federale (UDF), danno a questi tre partiti la metà esatta di 90 voti su 180. La maggioranza di centro-destra tiene conto anche di 9 deputati PPD che a livello cantonale partecipano all'alleanza borghese.

Al centro i verdi-liberali (PVL) controllano 14 seggi, gli evangelici (PEV) 8 e i borghesi-democratici (PBD) 5. A sinistra il PS ha 36 deputati, i Verdi 13 e la Lista alternativa (AL) 5.

La questione climatica, ma anche la progressiva urbanizzazione degli agglomerati sono fattori che fanno pensare ad un riorientamento delle forze. I sondaggi pronosticano un indebolimento ai poli per il PS e l'UDC - partito quest'ultimo che dopo 30 anni di ascesa un anno fa ha perso consensi nei più grandi comuni zurighesi - e una ripresa di Verdi e verdi-liberali.

Verso una maggioranza di donne in governo - Non sembra invece in pericolo la maggioranza borghese nel governo cantonale. Le sette poltrone sono attualmente ripartite fra due rappresentanti dell'UDC, due del PLR, due del PS e una PPD.

Due consiglieri di Stato in carica non si ricandidano: Markus Kägi dell'UDC e Thomas Heiniger del PLR. Per confermare il secondo seggio, l'UDC lancia nella corsa la consigliera nazionale Natalie Rickli, 42 anni, esponente di spicco del partito alla quale i sondaggi danno buone chance di venire eletta assieme ai cinque consiglieri di Stato che si ripresentano.

Meno scontata è invece la conferma della seconda poltrona del PLR, per la quale è in corsa Thomas Vogler, 47 anni, attuale capo-gruppo dei liberali-radicali in Gran consiglio. Il sondaggi lo danno comunque in vantaggio sul suo diretto inseguitore, il deputato dei Verdi Martin Neukom, 32 anni.

La rielezione sembra in ogni caso vicina per il direttore della sicurezza Mario Fehr (PS), per il direttore delle finanze Ernst Stocker (UDC) e per le altre tre donne in governo: la responsabile dell'economia Carmen Walker Späh (PLR), la titolare dell'educazione Silvia Steiner (PPD) - che quattro anni fa aveva strappato una poltrona a un Verde - e la direttrice della giustizia Jacqueline Fehr (PS). Per Zurigo, una maggioranza di quattro donne nel consiglio di Stato non sarebbe una prima: era già stato il caso fra il 2003 e il 2007.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 04:37:18 | 91.208.130.89