Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
43 min
Stop alla triturazione di pulcini vivi
SVIZZERA
46 min
La rendita per figli alle persone in AI non diminuirà
SVIZZERA
1 ora
Bns: il franco si rafforza, i titoli delle banche salgono e gli analisti... analizzano
BASILEA CAMPAGNA
1 ora
25'000 franchi di ricompensa e il delinquente finisce in prigione
ZURIGO
1 ora
Donna morta in appartamento, arrestata una 36enne
SVIZZERA
2 ore
Pilatus, effetto sospensivo per il ritiro del personale dagli Emirati Arabi
SVIZZERA
2 ore
BKW rileva Swisspro
SVIZZERA
3 ore
Caccia, la legge incassa il favore delle Camere federali
APPENZELLO INTERNO
3 ore
Precipita per 120 metri, muore un escursionista 85enne
SVIZZERA
3 ore
La Bns ha deciso: il tasso guida resta invariato al -0,75%
SVIZZERA
3 ore
Assegni familiari alle madri disoccupate in maternità
BERNA
4 ore
Il video di "Bella Ciao" e s'interrompe il Consiglio Nazionale
SVIZZERA
4 ore
Ad agosto l'export svizzero è calato ancora (ma non per gli orologi)
BERNA
4 ore
Circonvallazione di Oberburg, si va in conciliazione
SVIZZERA
4 ore
Prodotti farmaceutici, fornitori nel mirino della COMCO
SVIZZERA
05.12.2018 - 21:310

«Non sono state elette due femministe»

La politologa Sarah Bütikofer ci parla del Consiglio federale con Karin Keller-Sutter e Viola Amherd

Sarah Bütikofer*, le neoelette Karin Keller-Sutter e Viola Amherd sono state scelte a tempo record. Persino Amherd è stata scelta al primo turno. Una sorpresa?
«No. Il Parlamento è molto riluttante a scegliere persone sconosciute. Contro gli insider non si hanno possibilità. D’altronde, chi fa un acquisto a scatola chiusa? Viola Amherd è una politica nota, affidabile e con una buona rete di contatti. A Berna Heidi Z’graggen, invece, è ancora piuttosto sconosciuta, nonostante l’intensa campagna elettorale».

Per la prima volta nella storia del nostro Paese due donne hanno giurato contemporaneamente. Un momento storico, no?
«In sostanza con questa elezione è stata presa in considerazione la pretesa delle donne di avere un’adeguata rappresentanza in seno al Governo. Ci è voluto molto perché l’elezione delle donne diventasse normalità, senza discussioni».

In che misura le due neoelette borghesi potranno difendere gli interessi delle donne?
«Sono state elette due donne borghesi, non femministe. Keller-Sutter e Amherd non si preoccupano in prima linea della questione femminile. Ci sono comunque dei punti di contatto. Nel Governo sangallese, Keller-Sutter si è battuta contro la violenza domestica. Amherd ha invece esperienza nell’ambito della protezione dell’infanzia».

Con le due neoelette, come cambia il Consiglio federale?
«Entrambe le consigliere federali sono delle politiche molto qualificate. Sono in grado di far valere le loro opinioni, ma sono anche pronte al compromesso. Inoltre entrambe sono conosciute e hanno un’ottima rete di contatti. Questi sono aspetti utili per dare continuità alle questioni in sospeso. Ma dapprima devono essere assegnati i dipartimenti».

*politologa

9 mesi fa Amherd: «Sono aperta a tutti i dipartimenti»
9 mesi fa Keller-Sutter: «Difenderò le misure d'accompagnamento»
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 13:21:15 | 91.208.130.86