Keystone
BERNA
05.11.2018 - 12:300

Voto annullato a Moutier: «Nulla è definitivo»

La consigliera federale Sommaruga invita alla calma dopo la decisione della prefetta del Giura bernese

BERNA / MOUTIER - La consigliera federale Simonetta Sommaruga fa appello alla calma e spera che la decisione della prefetta del Giura bernese di annullare il voto sull'appartenenza cantonale di Moutier (BE) sia accolta in modo sereno. Nulla è definitivo, ricorda in una nota odierna il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), dato che sono ancora possibili ricorsi al Tribunale amministrativo bernese e, se del caso, al Tribunale federale.

La Confederazione - viene ribadito nel comunicato - svolge un ruolo di mediazione e continua a impegnarsi nel dossier giurassiano come fa da diversi decenni. In questi mesi, nel quadro delle Conferenze tripartite, ha preso diverse iniziative per allentare la tensione, sottolinea il DFGP.

Nell'ambito di un'ulteriore prossima conferenza sul tema, Sommaruga procederà, con il governo bernese e quello giurassiano, a un'analisi approfondita della decisione resa nota oggi. Prima di trarne le conseguenze politiche e giuridiche, è però necessario sapere se saranno presentati ricorsi.

«Il voto del 18 giugno 2017 è stato il più sorvegliato della storia svizzera», prosegue il dipartimento. Osservatori federali hanno adottato provvedimenti per la consegna del materiale di voto negli ospedali e nelle strutture medico-sociali, per il trattamento dell'invio del materiale per via postale e per l'apposizione di sigilli sulle urne utilizzate per lo scrutinio, indica la nota.

Inoltre, durante lo spoglio, le carte di legittimazione sono state sistematicamente controllate. Gli osservatori non sono tuttavia stati in grado di sorvegliare lo svolgimento della campagna prima della votazione, né di pronunciarsi sui sospetti di domicili fittizi, si evidenzia nel comunicato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-06 01:50:02 | 91.208.130.87