Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
13 sec
Lavoro ridotto, Migros fa marcia indietro
I collaboratori interessati continueranno a ricevere il 100% del loro stipendio regolare durante il periodo di chiusura
SVIZZERA
7 min
Covid mutato, in Svizzera la quota cresce costantemente
La Task force della Confederazione stima a circa il 4% i contagi generati dalla cosiddetta variante inglese
SVIZZERA
2 ore
«Pensiamo che i dipendenti siano spesso meglio protetti sul posto di lavoro che a casa»
Martin Hirzel, nuovo presidente di Swissmem, è contrario all'obbligo di telelavoro
GRIGIONI
2 ore
Campagna delle vaccinazioni in difficoltà
Delle 3'000 dosi di vaccino pattuite, il 18 gennaio l'Ufficio dell'igiene pubblica ne ha ricevute solo 1'000
SVITTO
3 ore
Muore schiantandosi con l'auto contro il lampione
La vittima è un 73enne, deceduto sul posto
TURCHIA/SVIZZERA
3 ore
Arrestato un foreign fighter, risiederebbe in Svizzera
È accusato di associazione con finalità di terrorismo anche internazionale, arruolamento, apologia del terrorismo
SVIZZERA
3 ore
Richemont, le vendite aumentano nel terzo trimestre
Il comparto gioielleria è lievitato del 14%, le vendite su Internet del 17%
SVIZZERA
11 ore
In caso di problemi, le responsabilità sono tutt'altro che evidenti
In Norvegia ci si interroga sul decesso di 23 anziani associati alla vaccinazione anti-Covid.
GRIGIONI
14 ore
«La situazione va presa sul serio»
A seguito dei focolai di variante inglese in due hotel, in un videomessaggio parla il sindaco di St.Moritz
Attualità
15 ore
La variante inglese è arrivata nell'esercito
Una novantina di militari sono stati messi in quarantena. Altri 170 sono in attesa dell'esito del test
GINEVRA
16 ore
I doganieri li fermano due volte, allora passano in bus
Due persone hanno rifiutato, in due valichi diversi, di pagare i dazi per importare la carne che trasportavano.
SVIZZERA
16 ore
Dal mondo economico piovono critiche sul Consiglio federale
Sotto la lente di Economiesuisse c'è il lockdown parziale che colpisce duramente un'economia già indebolita.
GRIGIONI
17 ore
A St.Moritz test di massa per oltre 3'200 persone
L'operazione è scattata oggi a seguito dei focolai di variante sudafricana del virus in due alberghi
ZURIGO
27.10.2018 - 18:320
Aggiornamento : 20:38

Assemblea UDC, Amstutz vuole difendere il diritto sulle armi

«È inaccettabile che la Svizzera preferisca dare soldi all'Unione europea piuttosto che investirli nella propria sicurezza»

VOLKETSWIL - L'Unione democratica di centro (UDC) raccoglie firme per il referendum contro il recepimento della Direttiva dell'Ue sulle armi. È inaccettabile che la Svizzera preferisca dare soldi all'Unione europea piuttosto che investirli nella propria sicurezza, ha dichiarato oggi il consigliere nazionale democentrista bernese Adrian Amstutz durante l'assemblea dei delegati del partito a Volketswil (ZH).

Amstutz ha criticato la maggioranza del Consiglio federale e del parlamento, che "per paura dell'UE" vogliono inasprire il diritto elvetico in materia di armi.

La Svizzera deve attuare la modifica della legge vigente entro fine maggio 2019 altrimenti rischia la fine della collaborazione in ambito Schengen/Dublino. L'UE aveva inasprito il diritto sulle armi nei suoi paesi membri dopo gli attentati di Parigi del novembre 2015.

Le Camere federali hanno appianato la bozza del governo in diversi punti per tener conto delle specificità elvetiche e della tradizione di tiro. Ciononostante la Comunità di interessi del tiro svizzero (CIT) ha annunciato il lancio di un referendum, che gode del sostegno dell'UDC.

"Con il nuovo diritto vengono condannati svizzeri integri e viene ulteriormente promossa l'incertezza", ha sostenuto Amstutz, aggiungendo che la maggioranza dei politici elvetici preferisce dare seguito alle richieste dei funzionari dell'UE piuttosto che fornire sicurezza alle persone in Svizzera contro minacce dall'interno e dall'esterno.

Il consigliere nazionale bernese si è anche espresso a favore dell'acquisto di nuovi sistemi di armamento per l'esercito svizzero: questa misura indispensabile per la protezione della popolazione viene continuamente rinviata dalla maggioranza del Consiglio federale e del parlamento per mancanza di soldi. Al contempo però - ha criticato - si regalano miliardi all'UE. 

Altri temi - I delegati dell'UDC hanno festeggiato oggi a Volketswil (ZH) i cinquant'anni della fondazione della sezione giovanile del partito. Ma i temi al centro dell'assemblea erano la libertà e la sicurezza. Un'ultima volta prima delle votazioni federali del 25 novembre i delegati sono stati persuasi dell'importanza dell'iniziativa per l'autodeterminazione.

"Abbiamo davanti a noi le quattro settimane più importanti", ha dichiarato il presidente democentrista Albert Rösti lanciando un appello ai delegati perché lottino ancora con ogni mezzo per convincere la gente. Si tratta della semplice questione di chi comanderà in futuro in Svizzera. "Con l'iniziativa sull'autodeterminazione abbiamo in mano noi la situazione."

Come oratori si sono presentati quasi tutti i maggiori esponenti del partito. Il consigliere nazionale zurighese Roger Köppel ha sostenuto che il piano degli oppositori all'iniziativa, denominata ufficialmente "Il diritto svizzero anziché giudici stranieri", è di affossare la democrazia diretta.

Da parte sua l'ex consigliere federale Christoph Blocher ha affermato che funzionari, politici e giudici strappano la legislazione ai cittadini. "La libertà - ha dichiarato - non deve continuamente essere limitata attraverso obblighi, le leggi devono difendere la libertà invece che togliercela".

Blocher ha anche criticato il Tribunale federale. Quest'ultimo è stato creato per tutelare la libertà, "ma oggi questi giudici in caso di dubbio si mettono sempre dalla parte dello Stato." La salvaguardia della libertà e della sicurezza restano pertanto un compito di rilievo per l'UDC.

Anche il consigliere federale Ueli Maurer ha dedicato il suo discorso ai temi della libertà e della sicurezza, ispirato da una scritta letta per strada: "il segreto della felicità è la libertà, e il segreto della libertà è il coraggio". "Queste parole riflettono esattamente la nostra storia", ha affermato ricordando che la Svizzera ha da sempre dovuto lottare per la propria libertà e che a questo scopo è sempre stata necessaria audacia.

I valori della Svizzera sono la libertà e l'indipendenza: "ma per difendere tali valori serve coraggio". Per questo motivo Maurer ha detto di sperare che anche in futuro tra la popolazione vi saranno persone che si impegnano attivamente.

 

L'assemblea odierna era stata organizzata dai Giovani UDC che hanno festeggiato il mezzo secolo di esistenza. In questa occasione è stata presentata la "Carta delle generazioni" con cui la sezione giovanile del partito si impegna a "garantire la continuità dell'eredità della generazione più anziana".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Thor61 2 anni fa su tio
Questo è un referendum per difendere la Svizzera dall'UE, dagli euroburocrati e da tutti i suoi7 loro ricatti, votare contro sarebbe assurdo a dir poco, tutto il resto sono solo frottole. Gli Svizzeri devono gestirsi da soli come SEMPRE e non mettersi nelle mani di una pessima UE.
LAMIA 2 anni fa su tio
Ci attendono mesi cruciali per il nostro futuro è quello nei nostri figli e nipoti. Politici Ticinesi o che dovrebbero rappresentarci sono i primi a tradirci. MOBILITIAMOCI per un voto Bulgaro contro questa EU che grazie a politici di due soldi ci vuole sottomettere.
streciadalbüter 2 anni fa su tio
Lombardi ha fatto un`altra uregiatada:complimenti.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-20 11:36:59 | 91.208.130.86