Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
FOTO
ZURIGO
5 ore
«Non è solo un problema degli Usa, è anche nostro»
Oltre un migliaio di persone hanno manifestato a Zurigo. La Polizia: «Protesta pacifica, nessun disordine»
VAUD
8 ore
Per un 84enne lo schianto è fatale sulla A9
È successo nei presi di St-Triphon, il conducente ha perso il controllo del veicolo forse a causa di un malore
SVIZZERA
9 ore
Laghetti, fiumi e montagne presi d'assalto (anche dai ticinesi) per Pentecoste
Il bel tempo ha invogliato gli svizzeri a uscire di casa per godere le bellezze del nostro Paese.
GRIGIONI
10 ore
Bimba schiacciata e uccisa mentre giocava con una scultura di legno
È successo a Flims nei pressi della stazione della funivia, ferita gravemente è stata inutile la corsa in ospedale
BERNA
10 ore
Intrappolato sotto la pressa: morto il 18enne
L'incidente era avvenuto lo scorso 20 maggio in un'azienda a Herzogenbuchsee
FOTO
VAUD
11 ore
Omicidio in un parcheggio sotterraneo
Il fatto di sangue è avvenuto ieri sera nel parcheggio dell'autorimessa del porto di Ouchy.
VIDEO
BERNA
12 ore
Mister Covid, Daniel Koch, si è buttato nell’Aare
  Il diretto interessato conferma l’autenticità del video e rivela: “Sotto avevo la muta”
SAN GALLO
12 ore
Ciclista urtato da un'auto
Il 56enne è stato portato in ospedale da un elicottero della Rega
ZURIGO
13 ore
“Datemi i soldi” e poi la coltellata. Grave un 28enne
Accoltellato in piena notte mentre rientrava a casa. Il racconto shock degli amici
FOTO
ZURIGO
14 ore
L'uccisione di Minneapolis arriva fino a Zurigo
Lungo la Langstrasse si sono radunati diversi manifestanti. Forse più di mille.
SVIZZERA
15 ore
Raccolta firme di nuovo possibile, ma le critiche non mancano
Al momento la ricerca di sostegno è in corso per 15 atti popolari. Ma le direttive fanno scuotere il capo a molti
BERNA
16 ore
Caduta in mountain-bike fatale per un 28enne
Il giovane si trovava nella regione dell'Hohgant. È precipitato per una sessantina di metri.
BERNA
16 ore
Coronavirus in Svizzera: 9 contagi nelle ultime 24 ore
Non si registrano invece nuovi decessi legati al Covid-19.
ZURIGO
27.10.2018 - 18:320
Aggiornamento : 20:38

Assemblea UDC, Amstutz vuole difendere il diritto sulle armi

«È inaccettabile che la Svizzera preferisca dare soldi all'Unione europea piuttosto che investirli nella propria sicurezza»

VOLKETSWIL - L'Unione democratica di centro (UDC) raccoglie firme per il referendum contro il recepimento della Direttiva dell'Ue sulle armi. È inaccettabile che la Svizzera preferisca dare soldi all'Unione europea piuttosto che investirli nella propria sicurezza, ha dichiarato oggi il consigliere nazionale democentrista bernese Adrian Amstutz durante l'assemblea dei delegati del partito a Volketswil (ZH).

Amstutz ha criticato la maggioranza del Consiglio federale e del parlamento, che "per paura dell'UE" vogliono inasprire il diritto elvetico in materia di armi.

La Svizzera deve attuare la modifica della legge vigente entro fine maggio 2019 altrimenti rischia la fine della collaborazione in ambito Schengen/Dublino. L'UE aveva inasprito il diritto sulle armi nei suoi paesi membri dopo gli attentati di Parigi del novembre 2015.

Le Camere federali hanno appianato la bozza del governo in diversi punti per tener conto delle specificità elvetiche e della tradizione di tiro. Ciononostante la Comunità di interessi del tiro svizzero (CIT) ha annunciato il lancio di un referendum, che gode del sostegno dell'UDC.

"Con il nuovo diritto vengono condannati svizzeri integri e viene ulteriormente promossa l'incertezza", ha sostenuto Amstutz, aggiungendo che la maggioranza dei politici elvetici preferisce dare seguito alle richieste dei funzionari dell'UE piuttosto che fornire sicurezza alle persone in Svizzera contro minacce dall'interno e dall'esterno.

Il consigliere nazionale bernese si è anche espresso a favore dell'acquisto di nuovi sistemi di armamento per l'esercito svizzero: questa misura indispensabile per la protezione della popolazione viene continuamente rinviata dalla maggioranza del Consiglio federale e del parlamento per mancanza di soldi. Al contempo però - ha criticato - si regalano miliardi all'UE. 

Altri temi - I delegati dell'UDC hanno festeggiato oggi a Volketswil (ZH) i cinquant'anni della fondazione della sezione giovanile del partito. Ma i temi al centro dell'assemblea erano la libertà e la sicurezza. Un'ultima volta prima delle votazioni federali del 25 novembre i delegati sono stati persuasi dell'importanza dell'iniziativa per l'autodeterminazione.

"Abbiamo davanti a noi le quattro settimane più importanti", ha dichiarato il presidente democentrista Albert Rösti lanciando un appello ai delegati perché lottino ancora con ogni mezzo per convincere la gente. Si tratta della semplice questione di chi comanderà in futuro in Svizzera. "Con l'iniziativa sull'autodeterminazione abbiamo in mano noi la situazione."

Come oratori si sono presentati quasi tutti i maggiori esponenti del partito. Il consigliere nazionale zurighese Roger Köppel ha sostenuto che il piano degli oppositori all'iniziativa, denominata ufficialmente "Il diritto svizzero anziché giudici stranieri", è di affossare la democrazia diretta.

Da parte sua l'ex consigliere federale Christoph Blocher ha affermato che funzionari, politici e giudici strappano la legislazione ai cittadini. "La libertà - ha dichiarato - non deve continuamente essere limitata attraverso obblighi, le leggi devono difendere la libertà invece che togliercela".

Blocher ha anche criticato il Tribunale federale. Quest'ultimo è stato creato per tutelare la libertà, "ma oggi questi giudici in caso di dubbio si mettono sempre dalla parte dello Stato." La salvaguardia della libertà e della sicurezza restano pertanto un compito di rilievo per l'UDC.

Anche il consigliere federale Ueli Maurer ha dedicato il suo discorso ai temi della libertà e della sicurezza, ispirato da una scritta letta per strada: "il segreto della felicità è la libertà, e il segreto della libertà è il coraggio". "Queste parole riflettono esattamente la nostra storia", ha affermato ricordando che la Svizzera ha da sempre dovuto lottare per la propria libertà e che a questo scopo è sempre stata necessaria audacia.

I valori della Svizzera sono la libertà e l'indipendenza: "ma per difendere tali valori serve coraggio". Per questo motivo Maurer ha detto di sperare che anche in futuro tra la popolazione vi saranno persone che si impegnano attivamente.

 

L'assemblea odierna era stata organizzata dai Giovani UDC che hanno festeggiato il mezzo secolo di esistenza. In questa occasione è stata presentata la "Carta delle generazioni" con cui la sezione giovanile del partito si impegna a "garantire la continuità dell'eredità della generazione più anziana".

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Thor61 1 anno fa su tio
Questo è un referendum per difendere la Svizzera dall'UE, dagli euroburocrati e da tutti i suoi7 loro ricatti, votare contro sarebbe assurdo a dir poco, tutto il resto sono solo frottole. Gli Svizzeri devono gestirsi da soli come SEMPRE e non mettersi nelle mani di una pessima UE.
LAMIA 1 anno fa su tio
Ci attendono mesi cruciali per il nostro futuro è quello nei nostri figli e nipoti. Politici Ticinesi o che dovrebbero rappresentarci sono i primi a tradirci. MOBILITIAMOCI per un voto Bulgaro contro questa EU che grazie a politici di due soldi ci vuole sottomettere.
streciadalbüter 1 anno fa su tio
Lombardi ha fatto un`altra uregiatada:complimenti.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-02 04:27:43 | 91.208.130.86