Ti Press
SVIZZERA
17.10.2018 - 14:090

Elettricità più libera

La revisione della legge sull'approvvigionamento elettrico prevede un mercato liberalizzato che favorisca le energie rinnovabili

BERNA - Un approvvigionamento elettrico sicuro in un mercato liberalizzato che favorisca le energie rinnovabili. È quanto si propone la revisione della legge sull'approvvigionamento elettrico (LAEI) inviata oggi in consultazione dal Consiglio federale fino al 31 gennaio 2019.

Già decisa nell'attuale LAEI, l'apertura del mercato elettrico non è ancora stata realizzata: oltre il 99% dei consumatori finali, piccoli consumatori e imprese, è infatti vincolato al servizio universale.

In futuro questi soggetti potranno passare al libero mercato e da qui ritornare al servizio universale regolato, precisa una nota odierna del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC).

Per il DATEC, i piccoli consumatori mediante le rispettive scelte - del fornitore di elettricità o del prodotto elettrico, dell’autoproduzione o dell’utilizzo della flessibilità sul versante del consumo - potranno optare per il tipo di approvvigionamento più adatto a loro, influenzando in tal modo anche l’ulteriore sviluppo dell’approvvigionamento elettrico. Così facendo, il Governo spera che facendo potranno affermarsi più rapidamente prodotti e servizi innovativi nonché la digitalizzazione.

I clienti finali che desiderano rimanere nel servizio universale garantito, come standard riceveranno esclusivamente elettricità prodotta in Svizzera con una determinata quota minima di energie rinnovabili. In tal modo s'intende promuovere, in particolare, la forza idrica che dovrebbe acquisire così una posizione solida sul mercato nazionale.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-26 21:04:47 | 91.208.130.86