Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA / THAILANDIA
8 ore
Niente dosi elvetiche per la “quinta Svizzera” (per ora)
La Confederazione ha le mani legate: i contratti prevedono l'impiego delle dosi entro i confini nazionali
SVIZZERA
11 ore
Questo pesto potrebbe essere contaminato
Lidl richiama il prodotto del marchio Italiamo: potrebbe contenere ossido di etilene
FOTO
ZURIGO
11 ore
Attivisti a Zurigo: 83 fermi e alcuni manifestanti soccorsi
Il bilancio del sit-in che ha avuto luogo oggi nel centro finanziario, all'ingresso di alcune banche
SVIZZERA
12 ore
Questi salvagenti sono pericolosi
Decathlon richiama il prodotto della marca Nabaiji
SVIZZERA / THAILANDIA
12 ore
L'ultimo giorno di Cassis in Thailandia
Si conclude oggi la visita di Stato nel paese del sud-est asiatico. Consegnati anche gli aiuti umanitari per la pandemia
VAUD
12 ore
«Vogliamo abbattere due lupi»
Le autorità vodesi chiedono il permesso alla Confederazione a seguito della predazione di vari vitelli
VALLESE
14 ore
Infortunio sul lavoro: morto un trentenne
L'incidente si è verificato a Zermatt: l'uomo stava effettuando un intervento su una seggiovia
FRIBURGO
14 ore
Due soli candidati alla successione di Levrat
Consiglio degli Stati: sarà sfida a due tra il socialista Carl-Alex Ridoré e la centrista Isabelle Chassot.
VALLESE
15 ore
Evacuate le terme di Leukerbad, sei feriti
Una fuga di disinfettante ha scatenato il panico alle Alpentherme. Una persona elitrasportata in ospedale
SVIZZERA
15 ore
È stato un Primo Agosto (abbastanza) tranquillo
La polizia non ha dovuto intervenire molte volte durante la festa nazionale: «È stata una notte eccezionalmente calma».
SVIZZERA
16 ore
Covid in Svizzera, nel weekend 2'019 casi
L'Ufficio federale della sanità pubblica segnala anche 24 nuovi ricoveri e tre decessi
URI
17 ore
Axenstrasse riaperta
Da poco prima di mezzogiorno è nuovamente possibile percorrere il tratto stradale
SVIZZERA
17 ore
Sistema Schengen, la fedpol deve riesaminare la richiesta di un giornalista
Lo ha deciso il Tribunale federale, che ha parzialmente accolto un ricorso
GRIGIONI
18 ore
Due stalle divorate dalle fiamme
L'incendio è divampato questa notte a Sankt Antönien. Nessuno è rimasto ferito.
Svizzera
19 ore
Rischio penuria di pantofole in Svizzera
A pochi giorni dal rientro sui banchi, molti genitori hanno difficoltà a trovare alcuni articoli richiesti dalle scuole.
FOTO
ZURIGO
19 ore
Iniziato lo sgombero degli attivisti di Paradeplatz
La polizia è intervenuta per disperdere i manifestanti per il clima che da questa mattina protestavano a Zurigo.
SVIZZERA / SPAGNA
20 ore
Quando la vacanza va storta: «È come essere in prigione»
Due turiste svizzere sono finite nell'Hotel-Quarantena di Ibiza
SVIZZERA
20 ore
Ex quadro della SECO alla sbarra
L'imputato dovrà rispondere davanti al Tribunale penale di corruzione passiva nell'acquisto di materiale informatico.
URI
21 ore
Di nuovo chiusa l'Axenstrasse
Alcuni massi sono precipitati sulla carreggiata tra Sisikon e Flüelen ieri sera.
ZURIGO
22 ore
Attivisti per il clima occupano le banche in Paradeplatz
Circa 200 persone si sono radunate all'entrata delle sedi di UBS e Credit Suisse questa mattina.
Politica
26.09.2018 - 19:110

Il Consiglio Nazionale e l'Assemblea federale in breve

Tutte le decisioni prese dalla camera del popolo e dal parlamento nella seduta di oggi e l'ordine del giorno di domani

BERNA - Nel corso della sua seduta, il Consiglio Nazionale ha:

FIDEIUSSIONI A PMI: approvato - con 175 voti contro 6 - una modifica della legge federale sugli aiuti finanziari alle organizzazioni, grazie alla quale in futuro le piccole e medie imprese (PMI) potranno accedere più facilmente a un credito bancario. Il limite massimo delle fideiussioni dovrebbe essere aumentato da 500 mila a un milione di franchi. Le fideiussioni per le PMI sono offerte a titolo complementare al mercato dei crediti. Le piccole e medie aziende vi ricorrono generalmente soltanto se non riescono a trovare un'altra forma di finanziamento ;

ESPORTAZIONI ARMI: deciso - per 97 voti a 82 e 11 astenuti - che il Parlamento deve essere maggiormente coinvolto nel determinare i criteri per l'esportazione di materiale bellico. La Camera del popolo ha infatti approvato una mozione in tal senso del Partito borghese democratico (PBD). La votazione è giunta al termine di una discussione urgente chiesta da tutti i gruppi in Parlamento a proposito dell'annuncio del Consiglio federale di voler allentare i criteri volti a permettere l'export di materiale bellico anche in Paesi coinvolti in un conflitto armato interno;

WORD SKILLS: approvato tacitamente una mozione riformulata dagli Stati con la quale si chiede che la Svizzera organizzi i Campionati mondiali delle professioni (World Skills) e vi partecipi regolarmente. Il Consiglio federale sarebbe incaricato di sostenere, e non più di preparare come inizialmente previsto, una candidatura elvetica ;

DIRITTO FONDIARIO: approvato, con 172 voti contro 6, una mozione di Fabio Abate (PLR/TI) che chiede una modifica della legge sul diritto fondiario rurale per stabilire una durata massima delle autorizzazioni all'acquisto dei fondi agricoli rilasciate a una persona che non gestisce in proprio un'azienda;

AGROSCOPE: approvato - con 138 voti contro 48 e 2 astenuti - una mozione della sua Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura che chiede al governo di sospendere la riorganizzazione della stazione di ricerca Agroscope. Gli Stati devono ancora esprimersi. La commissione ha deciso di mantenere la sua mozione nonostante vari atti parlamentari siano già stati depositati in questo senso ;

SCUOLE SPECIALIZZATE: tacitamente adottato una mozione che chiede una maggiore visibilità per le scuole specializzate superiori (SSS) al fine di mettere in risalto la loro offerta e garantire il futuro della formazione professionale superiore in Svizzera. Con il testo si vuole proteggere la denominazione "scuola specializzata superiore" alla stessa stregua di "università" o "scuola universitaria professionale". Gli Stati avevano già adottato la mozione nel giugno scorso;

BORSE DI STUDIO: bocciato - con 106 voti contro 71 - un postulato della sua Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura che chiedeva una migliore armonizzazione del sistema di concessione delle borse di studio. La maggioranza del plenum e il Consiglio federale, per bocca di Johann Schneider-Ammann hanno ricordato che tale proposta è già al vaglio dei cantoni, che dovrebbero attuare un concordato in tal senso entro la fine di quest'anno;

USO GLIFOSATO: sostenuto - con 95 voti contro 78 e 13 astenuti - un postulato di Adèle Thorens (Verdi/VD) che chiede al Consiglio federale di presentare un rapporto in cui si valuti l'abbandono progressivo del glifosato;

ASSISTENZA ANZIANI: adottato - con 137 voti contro 43 e 2 astenuti - una mozione di Pierre-André Page (UDC/FR), con la quale si chiede che le persone che si prendono cura dei famigliari anziani o disabili dovrebbero poter seguire una formazione sul loro posto di lavoro. Il Consiglio degli Stati deve ancora pronunciarsi ;

AZIENDE DI TIROCINIO: approvato - con 114 voti contro 63 e 5 astenuti - una mozione di Manfred Bühler (UDC/BE), che incarica il Consiglio federale di permettere immediatamente ai Cantoni che lo desiderano di garantire la presa a carico dei salari dei maestri di tirocinio che continuano a lavorare usufruendo dell'indennità per lavoro ridotto (ILR), almeno nell'ambito di progetti pilota di durata limitata;

IMPORT AUTOMOBILI: adottato - con 122 voti contro 60 e 1 - una mozione di Lukas Reimann (UDC/SG) con la quale si chiede di evitare la burocrazia e il dispendio amministrativo sproporzionato all'importazione di automobili. Il Consiglio federale è in particolare incaricato di abolire il dazio sul peso delle vetture modificando l'articolo 8 della legge sulle dogane (LD).

SUCCESSO NEGLI STUDI: approvato - con 181 voti contro 3 e 2 astenuti - una mozione di Andrea Gmür (PPD/LU) che chiede di pubblicare il tasso di successo degli studenti titolari di un diploma di maturità nelle università svizzere e precisare da quali licei essi provengono. Il Consiglio degli Stati deve ancora pronunciarsi. ;

WEF 2019-2021: deciso che per l'incontro annuale del Forum economico mondiale (WEF) a Davos (GR) anche dal 2019 al 2021 saranno impiegati ogni volta fino a 5000 militari, per fornire appoggio al Cantone dei Grigioni, nonché elargiti contributi da parte della Confederazione fino a 9 milioni di franchi annui. Gli Stati si erano già espressi a favore durante la sessione estiva;

IMPIEGHI CIVILI ESERCITO: deciso - all'unanimità - di accogliere il decreto concernente l'impiego dell'esercito in servizio d'appoggio a favore delle autorità civili nell'ambito della protezione delle rappresentanze straniere (nelle città di Berna e Zurigo).

ASSEMBLEA FEDERALE:

- ELEZIONE TRIBUNALE FEDERALE: le Camere federali riunite in assemblea hanno eletto con 170 voti su 172 schede valide il giudice ticinese Giuseppe Muschietti (PLR), 54 anni, presso il Tribunale federale (TF). Sostituirà dal primo gennaio 2019 un altro giudice ticinese, Ivo Eusebio (PPD), che andrà in pensione alla fine dell'anno.

- ELEZIONE TRIBUNALE AMMINISTRATIVO FEDERALE: l'Assemblea federale ha pure proceduto all'elezione di un membro del Tribunale amministrativo federale (TAF). Si tratta del giudice germanofono Lorenz Noli (UDC), 40 anni, che ha ottenuto 199 voti su 199 schede valide. Succederà dal primo ottobre alla dimissionaria Andrea Berger-Fehr (UDC);

- AUTORITÀ DI VIGILANZA DEL MPC: l'Assemblea federale ha infine provveduto al rinnovo integrale dell'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione (MPC) per il periodo 2019-2022, nonché all'elezione della giudice federale Alexia Heine quale nuovo membro. Quest'ultima ha ottenuto 183 voti su 183 schede valide. 

Ordine del giorno di giovedì 27 ottobre (08.15-13.00; 15.00-19.00):

- Aumento dell'effettivo del Corpo delle guardie di confine (mozione CPS, postulato CPS, iniziative cantonali BL e SG);

- Legge federale sugli stranieri. Norme procedurali e sistemi d'informazione (continuazione);

- Dibattito d'attualità: relazioni tra la Svizzera e l'Unione europea;

- Legge sulle telecomunicazioni. Revisione (continuazione);

- Interventi parlamentari di competenza del DATEC.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-08-03 05:53:33 | 91.208.130.85