Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
56 sec
Insegnare la lingua dei segni: ora una professione riconosciuta
La Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione (SEFRI) ha dato il suo consenso ieri
SVIZZERA
3 ore
Test fai da te: mai provati sugli asintomatici
Berna li ha pensati per chi non presenta segni di malattia. Ma la loro efficacia è stata studiata solo sui sintomatici.
ZURIGO
9 ore
Una gestione familiare dietro il gruppo "Stiller Protest"
Nessun estremista di destra o commercianti arrabbiati. Solo due genitori e una figlia con le proprie convinzioni
SVIZZERA
10 ore
Una nuova generazione di mafiosi si sta insediando in Svizzera
È quanto rileva e riferisce la fedpol. Usano la piazza finanziaria svizzera per il riciclaggio di denaro
SVIZZERA
15 ore
In arrivo altre otto milioni di dosi di vaccino
«L'obiettivo di offrire a tutti almeno il primo vaccino entro la fine di luglio resta realistico», assicura Berna.
FOTO
ZURIGO
16 ore
«Viaggi senza quarantena per chi è vaccinato o guarito»
Ecco le richieste che aviazione e turismo hanno consegnato oggi al presidente della Confederazione Parmelin
SVIZZERA
17 ore
Il sistema di pagamento svizzero al riparo dai cyberattacchi
Con la pandemia che ha accelerato la digitalizzazione dell'economia, i rischi sono aumentati
SVIZZERA
17 ore
Coronavirus: aumento dei nuovi contagi dopo Pasqua
Ticino e Grigioni si situano sotto la media nazionale, con rispettivamente 124,3 e 158,3 casi ogni 100'000 abitanti
BERNA
17 ore
In una perquisizione, spuntano 110 chili di marijuana
Nel Canton Berna sono state arrestate quattro persone. Il valore della sostanza di aggira attorno al milione di franchi
SVIZZERA
17 ore
Lonza firma un accordo con Immunitas Therapeutics
Si tratta di una collaborazione per lo sviluppo e la produzione di un nuovo trattamento contro il cancro
SVIZZERA
17 ore
Allevamenti di pollame: a Ginevra scattano le restrizioni
Si tratta di misure adottate per prevenire la diffusione dell'influenza aviaria rilevata oltre frontiera
SVIZZERA
17 ore
Tutti contenti, o quasi. L'epidemiologo: «Berna mi ha stupito»
Parla il bernese Christian Althaus, che in gennaio aveva lasciato la task force. «Così corriamo un grande rischio»
ZUGO
18 ore
Caduta letale dalle scale
La vittima di un'incidente avvenuto nel Canton Zugo è un 78enne
BASILEA CITTÀ
19 ore
Un cinese (ricercato) voleva entrare in Svizzera con 60'400 euro
Il 46enne è stato fermato martedì alla stazione ferroviaria Badischer Bahnhof di Basilea.
BERNA
20 ore
In Svizzera altri 2'226 positivi e 21 decessi
I dati delle vittime, tuttavia, integrano le dichiarazioni tardive relative al periodo da settembre a marzo.
SVIZZERA
22.09.2018 - 11:160

Monito dall'Europa: «Nessuna nuova intesa senza l'accordo quadro»

Il commissario Johannes Hahn fa pressione sulla Svizzera per una chiusura rapida delle trattative: «Ottimi rapporti di lavoro con Cassis, ma i negoziati non possono diventare una storia infinita»

BERNA - Non ci saranno nuovi accordi settoriali tra Ue e Svizzera senza la previa conclusione di un accordo quadro istituzionale: lo ribadisce in una intervista pubblicata oggi dalla "Neue Zürcher Zeitung" il commissario europeo Johannes Hahn, che esclude anche - in mancanza di una tale intesa - un riconoscimento dell'equivalenza della Borsa svizzera oltre la fine del 2018.

«Da parte dell'Ue abbiamo sviluppato molta flessibilità e creatività per venire incontro alle sensibilità della Svizzera», «i negoziati non possono diventare una storia infinita», «tutto è messo sul tavolo», adesso è il momento di «chiudere il sacco», afferma Hahn, responsabile «per la politica di vicinato e i negoziati per l'allargamento» nella Commissione europea presieduta da Jean-Claude Juncker.

In questa funzione l'austriaco 60enne è l'interlocutore principale del neo ministro degli esteri elvetico Ignazio Cassis, con il quale afferma peraltro di «aver sviluppato negli ultimi mesi ottimi rapporti di lavoro».

Hahn si aspetta che «al più tardi a fine ottobre sia chiaro se possiamo concludere qualcosa insieme o no». Certo, questa scadenza non è «iscritta da nessuna parte», aggiunge: «Ma si tratta anche di chiarire come configuriamo le nostre relazioni nell'importante anno elettorale europeo 2019».

Dal 2014 - spiega - l'Ue ha preso la chiara decisione che senza accordo quadro non ci saranno più nuove intese bilaterali. «Così abbiamo riconosciuto l'equivalenza della regolamentazione borsistica svizzera solo fino alla fine del 2018 (...). È stata una espressione della nostra flessibilità garantire l'equivalenza borsistica ancora per un anno», ma «vista la menzionata decisione non posso immaginarmi che prolungheremo di un altro anno l'eccezione».

Quali altre conseguenze si arrischiano senza accordo quadro?. «Ci sono parecchi altri progetti, come l'accordo sull'elettricità», risponde Hahn alla "NZZ": «Tutto ciò non potrebbe essere oggetto di ulteriori trattative. Non è nell'interesse di nessuno». E anche gli accordi bilaterali attualmente in vigore potrebbero essere minacciati sempre più con il passare degli anni, avverte.

Interrogato sulla possibilità di un compromesso riguardo alla recente "pietra d'inciampo" all'accordo quadro costituita dalle misure di accompagnamento per la protezione dei salari (al centro delle discussioni è soprattutto la regola degli otto giorni, che obbliga le aziende estere a notificare alle autorità elvetiche con tale preavviso l'invio di manodopera e a versare una cauzione), Hahn risponde in modo secco. Per la Svizzera - afferma - non possono esserci «eccezioni permanenti», a Bruxelles non si accetta la «tattica del salame», non ci sarà un «accordo quadro light», né successivi accordi.

Hahn fa notare che in fatto di protezione dei salari «anche nell'Ue abbiamo delle regole e abbiamo proposto alla Svizzera di andarsele a vedere». Anche qui occorre dar prova di flessibilità, argomenta il commissario.

La questione dell'accordo istituzionale con Bruxelles è stata ancora ieri al centro delle discussioni del Consiglio federale. Una decisione sul proseguimento delle trattative è stata annunciata per la settimana prossima: il governo si riunirà di nuovo venerdì, come è d'uso nelle settimane di sessione parlamentare. Il ministro degli esteri Cassis ha sottolineato più volte nei mesi scorsi la necessità di giungere ad un'intesa entro la fine dell'anno, per evitare che i negoziati slittino al 2019, anno di elezioni sia in Europa che in Svizzera.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 2 anni fa su tio
ma forse ci comandano un po' tutti perché abbiamo il governo che ci meritiamo? quei politucoli calabraghe li eleggiamo poi sempre noi, azzzzzoooooo
dan007 2 anni fa su tio
Ci stanno rovinando dopo gli americani l’Europa a stringere il cappio al collo dovevamo restare un felice isola fiscale con delle frontiere ben salvaguardate
WGWG 2 anni fa su tio
@dan007 .... e chiuse ...
WGWG 2 anni fa su tio
... e questi dovrebbero essere nostri amici alleati, quelli che ti mettono la corda al collo, che si rinunci a bilaterali meglio nangiar patate tutti i giorni ....
rojo22 2 anni fa su tio
Mandateli a quel paese!
roma 2 anni fa su tio
Basta intese con l'ue.
jena 2 anni fa su tio
Nessun accordo con i dittatori europei!!! Tanto tra poco l’europa si sfalda grazie alla loro miope politica
Equalizer 2 anni fa su tio
Caro Hahn, se devi spingere vai al gabinetto. Niente pressioni su di noi, ci hanno spacciati per morti dopo la votazione del '92 invece siamo ancora qui e facciamo parte del gruppo di testa, quindi vai altrove a fare il comandina.
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Ignazio, ora tocca a te!... :-))))
patrick28 2 anni fa su tio
Forza Ue ! Sempre
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-16 09:57:43 | 91.208.130.87