Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
3 ore
LX93, il volo preferito dai muli della droga
La grande maggioranza dei corrieri arrestati a Kloten ha viaggiato sul volo diretto che collega Sao Paolo e Zurigo
ZURIGO
8 ore
Venduta all'asta la villa appartenuta a Hugo Erb
È stata acquistata da una società immobiliare per 2,9 milioni di franchi
BERNA
10 ore
Autopostale: i vertici sapevano
Documenti pubblicati oggi dal Blick dimostrano implicazioni del Cda nello scandalo scoppiato due anni fa
SVIZZERA / GIAPPONE
10 ore
Coronavirus, la coppia svizzera può lasciare la Diamond Princess
I due passeggeri hanno finito il periodo di quarantena e sono in buona salute
KENYA
11 ore
Svizzera violentata e uccisa. «Temeva per la sua vita e si nascondeva»
La donna, una basilese, viveva a Milimani. Abitava in una specie di fattoria con 48 gatti, galline, cani e asini.
SVIZZERA
11 ore
Commercio al dettaglio, Migros e Coop sempre nella top 50 mondiale
Sono quattro i gruppi elvetici nei primi 250: Richemont ha guadagnato ben 33 posizioni.
SVIZZERA
13 ore
Chi è Ralph Hamers, il futuro Ceo di UBS
Il dirigente olandese a capo di ING che in patria scandalizzò quando tentò (fallendo) di raddoppiarsi lo stipendio
VAUD
14 ore
Mettere "like" agli insulti su Facebook è punibile
Lo ha stabilito il Tribunale federale confermando una sentenza emessa dal Tribunale cantonale di Zurigo
SVIZZERA
14 ore
Baselworld non si fa spaventare dal coronavirus
La grande fiera del settore orologiero si svolgerà come da programma dal 30 aprile al 5 maggio
SVIZZERA
15 ore
Tre candidature per la presidenza del PS
Si tratta di due co-presidenze e di una candidatura individuale. Storni candidato alla vicepresidenza
NEUCHÂTEL
16 ore
Il bimbo di 10 anni esce dalla quarantena
È finito l'incubo coronavirus per una famiglia neocastellana
FOTO
LUCERNA
16 ore
Pronti, via: e un festaiolo finisce nella Reuss
Dalle prime ore di questa mattina oltre 13'000 persone hanno dato il via al Carnevale di Lucerna
SVIZZERA
16 ore
Esportazioni orologiere in crescita, nonostante il coronavirus
Ritmo sostenuto anche in gennaio, pure verso la Cina. Bene in particolare gli articoli di più di 500 franchi
SVIZZERA
17 ore
Axa: utile stabile anche dopo la riorganizzazione del 2° pilastro
I contributi LPP sono ora gestiti da fondazioni semiautonome: «Ancora una volta abbiamo consolidato la nostra posizione»
SVIZZERA
13.06.2018 - 12:190

Uccidere i lupi sarà più facile

Il Consiglio degli Stati ha accolto la modifica della legge federale sulla caccia. Ambientalisti e animalisti non ci stanno e minacciano il referendum

BERNA - In Svizzera l'abbattimento di lupi - ma anche di linci, castori e orsi - sarà facilitato. È quanto preconizza la modifica della legge federale sulla caccia, accolta oggi - con 28 voti contro 14 e 2 astenuti - dal Consiglio degli Stati.

La revisione - contro cui potrebbe essere lanciato un referendum - prevede che la regolazione degli effettivi di alcune specie protette possa essere agevolata, al fine di impedire «grossi danni o pericoli» per l'uomo. Il dossier passa ora al Nazionale.

Il tema ha dato adito a un lungo e animato dibattito agli Stati, durato quasi sei ore tra la settimana scorsa e oggi, nel corso del quale la destra è riuscita in vari punti a rafforzare il progetto. Dal canto suo, la sinistra ha dapprima tentato invano di rinviarlo al Governo - proposta bocciata con 29 voti contro 14 - e poi di limitarne la portata.

Nel voto finale, come era prevedibile, non ci sono state sorprese e nella proporzione di due a uno i "senatori" hanno accettato il progetto governativo, con le modifiche apportate dalla maggioranza di destra. In particolare, essa è riuscita a far passare una proposta che impedisce i ricorsi contro decisioni cantonali relative a specie che possono essere cacciate.

Regolazione facilitata del lupo - Sin dalla sua riapparizione nel 1995, lo statuto del lupo in Svizzera ha suscitato parecchie discussioni. «Si ha l'impressione che il solo problema del Paese sia il lupo», ha commentato la ministra dell'ambiente Doris Leuthard. Il Consiglio federale ha già sin d'ora annunciato che chiederà un suo declassamento da «specie assolutamente protetta» a «protetta» nell'ambito della Convenzione di Berna. Questa modifica deve essere portata davanti al Consiglio d'Europa.

Nel contempo, il Governo ha sottoposto al Parlamento una revisione della legge sulla caccia. Senza mettere in discussione lo statuto del lupo, la modifica legislativa prevede che il predatore possa essere abbattuto più facilmente in Svizzera.

La revisione fa esplicitamente riferimento all'uccisione di animali isolati. I Cantoni non saranno inoltre più obbligati a provare un danno concreto. Previa consultazione dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM), potranno effettuare «interventi regolatori negli effettivi» non soltanto per i lupi, a anche per talune altre specie protette che sono fonte di controversie. Tra queste figurano lo stambecco, la lince o il castoro.

Dal canto suo, Roberto Zanetti (PS/SO) ha tentato invano di convincere il plenum che si aprirebbe la porta a ogni genere di abusi. Con 25 voti contro 20, il "senatore" socialista è tuttavia riuscito a far passare una sua proposta, affinché le regolazioni non avvengano a scapito della protezione dei biotopi e della conservazione della diversità delle specie.

Referendum in vista - Per le associazioni in difesa dell'ambiente e di protezione degli animali, ci si è però spinti troppo lontano. Per questo motivo esse hanno già minacciato il lancio del referendum contro il progetto, che è stato definito una "legge d'abbattimento". Nel frattempo, auspicano che il campo rosso-verde possa riuscire a limitarne la portata al Nazionale. «Il progetto non è equilibrato. Occorre prendere delle misure per fronteggiare il lupo, ma si è voluto rivedere completamente la legislazione», ha deplorato Robert Cramer (Verdi/GE).

La regolazione infatti non riguarda soltanto il lupo (dal primo settembre al 31 marzo), ma anche lo stambecco (dal primo agosto al 30 novembre) e altre specie. La Camera dei cantoni ha infatti deciso di inserire nell'articolo sulla regolazione degli effettivi pure il castoro (dal primo settembre al 15 marzo) e la lince (dal primo febbraio al 15 marzo).

La revisione, infine, consentirà pure l'abbattimento di orsi solitari che penetrano in maniera regolare nei villaggi alla ricerca di cibo nonostante le misure di dissuasione.

Federalismo necessario - Non sarà il "Far West", ha tuttavia assicurato Werner Hösli (UDC/GL). Al contrario occorre lasciare un margine di manovra alle autorità locali, poiché la situazione varia fortemente da un cantone all'altro. Inoltre, le istanze cantonali hanno tutte le competenze necessarie in materia, hanno affermato diversi oratori.

Se non si prendono provvedimenti regolatori, gli effettivi dei lupi rischiano di aumentare massicciamente al punto da diventare incontrollabili, come in Francia, ha aggiunto Beat Rieder (PPD/VS). A suo avviso, il lupo non è minacciato in Europa e il suo statuto di protezione è eccessivo.

Pur sostenendo il progetto, il "senatore" Werner Lüginbühl (PBD/BE) ha invitato la destra e gli esponenti dei cantoni alpini a non spingersi troppo lontano, in particolare per quanto riguarda le condizioni poste per consentire misure di regolazione.

Commenti
 
budo76 1 anno fa su tio
Bene
ugobos 1 anno fa su tio
secondo me tutti e 2 sono completamente fuori. perché non addormentarli e metterli in posti dove possono vivere in pace e non essere un pericolo? sicuramente si trovano posti adatti anche in svizzera. non vedo nessun problema per un progetto del genere.
pontsort 1 anno fa su tio
@ugobos A meno che come posto adatto intendi uno zoo, la vedo dura trovarlo in svizzera. Anche a portarlo a ginevra in una settimana puo senza problemi tornare nei grigioni. Come il lupo che avevano dato iol permesso di uccidere in ticino, ma lui era gia in germania....
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-02-21 02:20:28 | 91.208.130.85