Tipress
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
7 min
Un terzo trimestre robusto per Novartis
Il gruppo farmaceutico basilese ha registrato un fatturato di 12,17 miliardi di dollari, in aumento del 10%
SVIZZERA
21 min
Verdi e Verdi liberali vogliono una nuova formula magica
Per Regula Rytz un'esclusione degli ecologisti dal Governo non rispecchierebbe la volontà popolare
ZURIGO
1 ora
UBS: utile netto in calo, ma meglio del previsto
In particolare emerge una buona tenuta della gestione patrimoniale, anche se tale attività non è riuscita a compensare gli effetti negativi dei tassi bassi e delle incertezze geopolitiche
ZURIGO
1 ora
Accattoni allo svincolo e la polizia dà l'allarme
Fingono una panne e poi chiedono i soldi a chi si ferma, la Cantonale: «Illegale, oltre che molto pericoloso»
SVIZZERA
15 ore
Accordo quadro, strada in discesa grazie alle urne?
L'esito del voto di ieri ha escluso dal parlamento diverse voci critiche nei confronti dell'intesa con Bruxelles
SVIZZERA
15 ore
Quando i manifesti vengono vandalizzati dalle mucche
Da stanotte i cartelloni dei politici hanno cominciato a sparire per lasciare il posto ad altri prodotti. I danneggiamenti hanno interessato tutti i partiti
GRIGIONI
16 ore
Aggrediti alla festa della birra, feriti gravemente due ragazzi
Finita la festa uno dei due ventenni ha chiesto ad altre persone presenti in un piazzale una sigaretta, gesto che ha apparentemente portato alla colluttazione
BERNA
17 ore
Capitale blindata per la partita con il Feyenoord
La polizia cantonale bernese ha organizzato imponenti misure di sicurezza in vista dell'impegno di Europa League di giovedì dello Young Boys
SVIZZERA
17 ore
Boom di morbillo, oltre 200 casi nel 2019
La cifra riguarda il periodo fra gennaio e fine settembre. Lo scorso anno i casi furono 34
BERNA
18 ore
VIP non eletti, ecco chi sono
È una sorte toccata a tanti candidati delle elezioni federali
GIURA
18 ore
Scoperti due cadaveri in un appartamento
I due corpi senza vita sono stati trovati a Haute-Sorne
BERNA
18 ore
Sommaruga in India: si parla di energia e trasporti
La consigliera federale oggi ha incontrato i ministri dell'energia, dell'aviazione civile e delle ferrovie
SVIZZERA
20 ore
L'islamista vodese resta dietro le sbarre
Il Tribunale penale federale ha confermato il prolungamento della detenzione preventiva
SVIZZERA
20 ore
Gli elettori UDC non sopportano Greta Thunberg
Nelle elezioni federali i Verdi hanno potuto contare sulle donne e sui giovani. Ecco i risultati dell’ultimo sondaggio Tamedia
VAUD
20 ore
Agguato, stupro e rapina: dovrà scontare 9 anni
Il Tribunale federale ha confermato la condanna inflitta a un 20enne algerino. L'uomo agì in compagnia di un suo connazionale
BERNA
07.06.2018 - 12:090
Aggiornamento : 12:56

Riforma fiscale e finanziamento AVS, il dibattito entra nel vivo

«La commissione ha cercato un compromesso accettabile da tutti i grandi partiti, cosa che non era il caso nella precedente riforma»

BERNA - Il Consiglio degli Stati ha iniziato oggi le discussioni in merito al Progetto fiscale 17 che, dal momento che comprende anche una compensazione sociale a favore del Primo pilastro, è stato ribattezzato Legge federale sulla riforma fiscale e finanziamento dell'AVS. Dopo che l'entrata in materia è stata approvata in modo tacito, i "senatori" hanno iniziato da poco l'esame dettagliato del dossier.

«La commissione ha cercato un compromesso accettabile da tutti i grandi partiti, cosa che non era il caso nella precedente riforma» - la Riforma III dell'imposizione delle imprese (RI imprese III) bocciata in votazione, ndr. -, ha spiegato il suo relatore Pirmin Bischof (PDC/SO).

Durante il dibattito di entrata in materia la sinistra ha sottolineato che l'introduzione di una componente sociale è criterio indispensabile per l'accettazione della riforma. Così com'è formulata essa permetterà inoltre di correggere almeno parzialmente alcune disposizioni della Seconda riforma dell'imposizione delle imprese, ha affermato Christian Levrat (PS/FR) secondo cui non c'è comunque niente da festeggiare.

Nel centro-destra la componente sociale è invece stata accolta con scetticismo, quasi come un sacrificio per rendere accettabile la riforma. Un suo fallimento avrebbe infatti conseguenze ancora peggiori, ha avvertito Andrea Caroni (PLR/AR). La soluzione proposta è criticabile, ma potrà raccogliere una maggioranza, ha aggiunto Martin Schmid (PLR/GR).

L'UDC è invece stato molto più critico. Peter Föhn (UDC/SZ) ha deplorato che la riforma non faccia che riunire due progetti bocciati dal popolo (la RI imprese III e la Previdenza 2020). Per Thomas Minder (indipendente/SH) legare riforma fiscale e AVS è "un'assurdità".

Contenuti del progetto - La parte fiscale della riforma - rielaborata dopo la bocciatura in votazione della RI imprese III - prevede l'abolizione degli statuti speciali per le società holding e quelle di gestione invisi all'Unione europea e all'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico. Questi saranno compensati con altri strumenti fiscali volti a preservare la concorrenzialità della Svizzera in ambito internazionale, limitando le perdite fiscali per Confederazione, Cantoni e Comuni.

Come detto, il nuovo progetto contiene una compensazione sociale: il Consiglio federale aveva proposto un aumento degli assegni famigliari, la commissione preparatoria ha invece ideato un'altra via che rafforza l'AVS, ha spiegato Pirmin Bischof (PPD/SO) a nome della commissione. Questa prevede che ogni franco di tassazione perso in seguito al Progetto fiscale 17 a livello di Confederazione, Cantoni e Comuni venga "compensato" con un franco di finanziamento all'AVS.

Stando alle misure già adottate dalla commissione, il primo pilastro dovrebbe beneficiare di 2,1 miliardi di franchi. In questo modo le casse dell'AVS potranno essere comunque rimpolpate malgrado la bocciatura da parte del popolo del progetto Previdenza per la vecchiaia 2020.

Il calo del capitale del fondo di compensazione AVS potrà così essere rallentato. Esso scenderebbe al di sotto di taluni indicatori soltanto tre-quattro anni dopo. In tal modo il capitale passerebbe all'80% delle spese soltanto nel 2027 e non nel 2023.

I nuovi fondi a destinazione dell'AVS sarebbero finanziati grazie a un aumento dei prelievi salariali e a un aumento dei contributi prelevati dalle casse della Confederazione e dall'IVA. Il "capitolo sociale" della riforma fiscale non si sostituisce comunque alla riforma del settore che dovrebbe essere prossimamente inviata in consultazione dal consigliere federale Alain Berset.

Eventuale votazione tra un anno - Il dossier passa ora nelle mani del Consiglio nazionale che dovrebbe discuterne durante la sessione autunnale in settembre. Una volta concluso l'esame parlamentare, le misure più urgenti potrebbero entrare in vigore rapidamente, le altre il 1° gennaio 2020. Se ci sarà referendum, la votazione si terrà in febbraio o maggio 2019, ha detto Bischof.

Commenti
 
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-22 08:53:38 | 91.208.130.85