Keystone
SVIZZERA
01.02.2018 - 07:000
Aggiornamento 09:02

Fra un mese si vota. Avete cambiato idea? Sì o no a No Billag?

Il prossimo 4 marzo i cittadini saranno chiamati alle urne per l’iniziativa No Billag e il nuovo ordinamento finanziario 2021. E voi cosa voterete?

LUGANO - Il dibattito sull’abolizione del canone radiotelevisivo obbligatorio sta ormai entrando nella fase decisiva. In vista dell'appuntamento alle urne del prossimo 4 marzo, a sostenitori e contrari resta ancora soltanto un mese per convincere il maggior numero di cittadini a votare pro o contro l’iniziativa No Billag. E lo stesso giorno si voterà anche il nuovo ordinamento finanziario 2021.

E voi come compilerete la vostra scheda? Partecipate alla seconda fase del sondaggio Tamedia!

Vai al sondaggio

 

Commenti
 
cerea 2 sett fa su tio
Il martellamento continuo da giorni su radio e televisione è già motivo sufficiente per rafforzare la mia convinzione di votare sì. Anche perché la garanzia di fornire informazioni di qualità ed al di sopra delle parti l'hanno già abbondantemente distrutta. Un covo di sinistroidi ben pagati ed arroganti, mantenuti da tutto il popolo, in un benessere completamente avulso dalla realtà nella quale noi, fuori dalla casta, dobbiamo invece batterci. Abbiate almeno il pudore di lasciarci votare in santa pace.
Lonely Cat 2 sett fa su tio
Fino ad oggi la Rsi non ha mancato un giorno. Tutte le sere, sia al Quotidiano che al TG, devono menarla con questa No Billag. Sembra che in Svizzera non ci siano mai state votazioni più importanti. Se vanno avanti così, ora del 4 marzo avranno convinto tutti a votare di sì!
Cleofe 2 sett fa su tio
vorrei ricordare a chi e' favorevole al pagamento del canone, che una puntata di Falò costa CHF 150'000.- UNA PUNTATA ! io con quei soldi ci pago la retta universitaria dell'erede, con tanto di vitto e alloggio, compreso Master, Bachelor, vacanze, trasferte da qui a la....e me ne avanza pure. CON UNA PUNTATA DI FALO'.... e non aggiungo altro.
F.Netri 2 sett fa su tio
Nel corso del Tg delle 12:30 di venerdì, ho assistito all'ennesima propaganda marxista-leninista della RSI. In questi giorni ricorre l'anniversario della battaglia Stalingrado e il servizio della RSI, durato alcuni minuti, ha tessuto le lodi della vittoria sovietica contro le truppe naziste. Ma non si è limitato a questo, il servizio attribuiva il merito della liberazione dal nazismo dell'intera Europa all'armata rossa!! Addirittura, l'autore del servizio stigmatizzava il fatto che sui media dei paesi occidentali , la battaglia di Stalingrado è sempre stata posta in secondo piano. In una democrazia, ci dev'essere spazio anche per questi nostalgici sovietici. Ma la cosa che più mi disturba è che questo spazio venga finanziato con soldi pubblici.
vulpus 2 sett fa su tio
Si leggono tanti commenti, che purtroppo denotano una non conoscenza della SSRG.Commenti che partono da presupposti e preconcetti, che di solito si generano quando di mezzo c'è qualcosa del nostro stato democratico. La SSRG è un mezzo eccellente che coniugando tecnica, giornalismo e arte, ha permesso e permette ai cittadini di formarsi e mantenersi collegati alla cultura e al mondo in generale.Difficile da comprendere per chi a priori demonizza la società in quanto vi intravvede solo politica di sinistra. Ha bisogno sicuramente di aggiornarsi,eliminare quegli orpelli inutili che creano solo costi inutili. Ma per chi ha avuto la fortuna di poter visitare Comano ieri ( invero solo molto parzialmente vista la fiumana di gente, segno evidente che c'è un grande interesse per la SSRG) avrà potuto constatare quandi pregiudizi errati si sentono di questi tempi. A livello organizzativo potrebbe bagnare il naso a tante aziende nostrane. A livello tecnico, si può ben dire che è una azienda all'avanguardia a livello europeo sicuramente, se non a livello mondiale in certi settori. Per cui prima di gettare il tutto alle ortiche,bisognerebbe pensarci bene. Si conosce una realtà apprezzata e ben consolidata. Chi propugna il No Billag, non propone veramente nulla se non l'abolizione tout court dell'esistente. Inutile dire che non è vero: l'articolo costituzionale ( perché di questo si tratta) dice chiaramente quale sarà il futuro: l'informazione ,lo sport e lo spettacolo sarà in mano ai grossi speculatori stranieri, ai quali non interessano i posti di lavoro, le minoranze , la multicuretà, ecc ecc
Mario Armando Campanile 2 sett fa su fb
Grazie all'iniziativa oltre aver scoperchiato il vaso di pandora come ha detto F.Lombardi , hanno ridotto il canone , si riuniscono per il piano B e per sgrassare la Ssr o Rsi ,si sono resi conto che la programmazione é ridicola, si é scomodata anche la Leuthard (dio ce ne scampi) MA SE NON C'ERA l'INIZIATIVA RIMANEVA TUTTO COME PRIMA ? .... Mi farebbe ridere che molti impegati Rsi votano No ma con la scrematura promessa da Dinosauro vengano lasciati a casa comunque,,, Un'altra idiozia a detta dalla Leuthard che senza la Billag vedremo la Tv in svizzerotedesco `! (non in francese?) La vedevamo in Italiano anche quando la Billag non esisteva ! Poi con L'Italia vicino
Ottavio Di Stefano 2 sett fa su fb
Grande Salva siii
Michele Consoli 2 sett fa su fb
Certo no billag
Gianni Matasci 2 sett fa su fb
Si SÌ. SI ...a nobillag
Fabio Banfi 2 sett fa su fb
Silvia Bottinelli, forse ti sei informata male! Guarda che la Billag è al 100% Swisscom e forse è meglio che riguardi anche le altre informazioni che t'hanno aperto gli occhi!
Mattiatr 2 sett fa su tio
Vorrei illustrarti come salvare la patria, visto che siamo in un periodo di pura catastrofe ti assicuro che eliminare un servizio non sarà di enorme aiuto come dici te. Per salvare la patria ti consiglio di organizzare un gruppo di volontariato per la pulizia dei boschi e dei fiumi, dei corsi da offrire ai bambini di elementari e asili del cantone, di organizzare feste anche adatte alle generazioni più giovani (magari rianimi Bellinzona), andare a prendere la carne in macelleria, il formaggio in fattoria, il pane in panetteria e non tutto alla coop. Di impegnarti per la comunità, non votare pensando di star cambiando il mondo. Queste sono le cose che aiuteranno il Ticino, non eliminare un servizio che porta soldi nel cantone perché sei stufo di pagare un canone che, non è elevato come credi. Buona giornata
Fabio Cassina 2 sett fa su fb
SI a no Billag. Via sto canone mangia soldi
Manuel Gaspar 2 sett fa su fb
No
Dante D. Scolari 2 sett fa su fb
SI a No-Billag.
Claudia Käser 2 sett fa su fb
Tutti i scenari creati e da politici così tanto diffesi sono solo ipotesi e mi chiedo quali interessi ci sono ancora collegati che escono solo dopo un no. Credo che chi crea paure ha la più grande paura...di che cosa? Di perdere un bel perpetuo finanziario con la potenzialità di essere ingrandito a volontà? E perché un servizio pubblico pagato per un bel po' dal popolo prende dipendenti frontalieri e non prima i nostri? Dovrebbe essere d'obbligo. Per me il sì è chiaro.
Cesare Matasci 2 sett fa su fb
https://m.youtube.com/watch?v=Qe5BdxdjVIg
Cesare Matasci 2 sett fa su fb
L’unico vero Si o No
Liliana Amadò 2 sett fa su fb
vi piacerebbe saperlo eh?????
Luigi Caglia 2 sett fa su fb
Si,perché non sono disposto a mantenere un direttore come scritto sui giornali che percepisce la povera somma di 500 mila Fr annui.E il vice 420 mila....
Daniela Saldarini 2 sett fa su fb
Ma se la gente è tutta come voi c’è veramente da preoccuparsi...povero Ticino NO a NO Billag !!
Daniela Cerin 2 sett fa su fb
Mi viene voglia di votare SI per " sfinimento", non se ne puo' piu' di sentir parlare della RSI... ma tutta questa mobilitazione che fa invidia a qualsiasi campagna politica quanto ci costa?
Giovanni Manetti 2 sett fa su fb
Già, è per questo che NON cambio idea e voto SI!
Paolo Bianchi 2 sett fa su fb
I soldi per la campagna vengono da offerte private. Quindi se non hai dato niente non ti costa niente.
Tebupo Te 2 sett fa su fb
La Consigliera federale Doris Leuthard alla conferenza al Palazzo dei Congressi: <<Vi porto un esempio su tutti: pensate a Miss Svizzera, lo hanno gestito le emittenti private, lo avete forse visto? Il motivo vero è che produrre contenuti di questo tipo sarebbe troppo costoso senza un canone.>> Capito cari Ticinesi?! Per guardare miss svizzera siete obbligati a pagare il canone di 365 franchi. Questo è il tipo di informazione e istruzione che la consigliera federale e i deputati Lombardi e Abate vogliono continuare a mantenere. E per convincere i Ticinesi basta mettere in TV una qualche donnina nuda. Vergogna!
Tebupo Te 2 sett fa su fb
Giovedì 1.02.2018. La Consigliera federale Doris Leuthard alla conferenza al Palazzo dei Congressi: Leuthard: <<Vi porto un esempio su tutti: pensate a Miss Svizzera, lo hanno gestito le emittenti private, lo avete forse visto? Il motivo vero è che produrre contenuti di questo tipo sarebbe troppo costoso senza un canone.>> Ticinesi avete capito?! Se volete vedere miss svizzera pagate 365 franchi l'anno. Questa è l'informazione e l'istruzione cha la consigliera federale pubblicizza appoggiata dai deputati Lombardi e Abate.
Deborah Grosso-Mangiullo 2 sett fa su fb
Votano si x non pagare e poi hanno mercedes audi e porsche. Complimenti 👏
Christian Taiana 2 sett fa su fb
Che passa il Si o il No io nn pago ugualmente!
Giovanna Poretti 2 sett fa su fb
Si alla no Billang! Basta mantenere la casta televisiva! Si rivoltassero le maniche! Programmi inguardabili!
Cristina Santoro 2 sett fa su fb
Troppo cara pet 2 canali e poi tra poco fanno saltare La2....l'avevano già annunciato...non guadagnano abbastanza!!!!
Luca Arrigo 2 sett fa su fb
I canali sono 7 solo di televisione più quelli della radio. Inoltre una parte del canone sostiene anche imprese private che offrono servizio pubblico
Cristina Santoro 2 sett fa su fb
Non guardo altri canali e per quanto riguarda le radio ne ascolto 2 al max..pago volentieri x quello che uso o che mi aggrada... .non per cose che non m'interessano.
Tebupo Te 2 sett fa su fb
Giovedì 1.02.2018. La Consigliera federale Doris Leuthard alla conferenza al Palazzo dei Congressi: Pontiggia a Leuthard: Nel caso di un sì fino a quando la Confederazione potrà riscuotere il canone? Leuthard: Ancora per un anno ma la vera domanda è: non siamo sicuri che tutti pagheranno? Io francamente no, direi che potremmo continuare per un anno e mezzo al massimo ma non è una soluzione. Cheda: Questo è un sistema "dopato" dove c'è chi può accedere a questi soldi e chi no, parlo di tanti attori piccoli e che si basano sul digitale. Lo stesso problema vale per i giornali e le testate online. In questo senso la Ssr fa concorrenza sleale anche ai siti d'informazione privati. Il pluralismo vero è quello degli indipendenti non quello dell'atleta dopato che batte tutti gli altri. Leuthard risponde a Cheda: Vi porto un esempio su tutti: pensate a Miss Svizzera, lo hanno gestito le emittenti private, lo avete forse visto? Il motivo vero è che produrre contenuti di questo tipo sarebbe troppo costoso senza un canone. La Leuthard crede che i ticinesi sono disposti a pagare il canone per vedere miss svizzera? Per l'amor del cielo!
Tebupo Te 2 sett fa su fb
Giovedì 1.02.2018. La Consigliera federale Doris Leuthard alla conferenza al Palazzo dei Congressi: <<Vogliamo stabilizzare il budget attorno al miliardo e duecento milioni, questo sì, il canone poi potrebbe variare in base alla popolazione, se questa crescerà anche il canone scenderà. La logica sarà questa.>> Quindi la Leuthard ha confermato di voler mantenere la SSR RSI così com'è. Se i cittadini svizzeri vogliono veder diminuire il canone devono solo fare figli. Vergogna!
Thor61 2 sett fa su tio
Voto SI a NO Billag anche per lasciare a casa costui, questo Cesare Saldarini (Che sembra, per sua ammissione, lavori in SSR) per quanto riesce a rompere le scatole a tutti con argomenti assurdi e a cui ricordo che un servizio PUBBLICO deve essere tale, e non propagandare il pensiero di sinistra con il denaro di tutti noi. Ricordo sempre al Cesare Saldarini che se realmente lavora in SSR è SEMPRE sul gobbo della gente che DEVE pagare il canone 450.00 (Più altri franchi da spendere se si vuole vedere canali non SSR) per pagargli il suo stipendio e che SE domani verrà lasciato a casa a NOI che lo paghiamo ci costerà MOLTO MENO andando nei GIUSTI luoghi (La SSR non è tra questi) PREPOSTI (Ass.Soc. - Disocc.) e per MOLTO meno tempo, e NOI tutti risparmieremo un po di soldi da investire in cose sicuramente migliori e più utili (Vista la crisi) che il canone TV. Ma sono SICURO che la SSR per gente come il Cesare Saldarini ha già pronto un piano ABCDEFGH...........
ziopecora 2 sett fa su tio
@Thor61 è tutta la famiglia Saldarini che si è attivata sui social per salvarsi il salario. Comprensibile, ma purtroppo per loro sono a corto di argomenti e riescono solo a insultare chi la pensa in modo diverso. Purtroppo per noi l'iniziativa non passa di certo e continueremo a mantenerli.
Zoiq Georgieva 2 sett fa su fb
400 e passa franchi per 2 programmi ... vergogna ... mio stipendio e di 1890 fr.
Luca Arrigo 2 sett fa su fb
Ma lei vive in svizzera?
Zoiq Georgieva 2 sett fa su fb
E si che vivo in Svizzera da 28 anni ...
Luca Arrigo 2 sett fa su fb
A 1890 fr?
Luca Arrigo 2 sett fa su fb
Sa che se riceve cosi poco a diritto agli aiuti sociali ed può chiedere di essere esonerata dal canone
Zoiq Georgieva 2 sett fa su fb
Io ho chiesto mi hanno detto che e obbligatorio di pagare Billag ... e aiuto siciali e nel questo limite che prendo io ...
Sandro Bernardi 2 sett fa su fb
Il cantone è piccolo è ora di capirlo, ridimensionare ad un solo canale prima di tutto, tanto il secondo canale è praticamente inutile visto che la maggior parte del tempo fanno vedere Euronews o repliche. Non parliamo di alcuni stipendi che già ce li possiamo immaginare benissimo da soli. La TV non chiuderà, non fatevi ingannare... Aumenterebbero gli spazi pubblicitari e troveranno altri sponsor... Tutte le televisioni funzionano così oggi. Basta spennare sempre noi, basta! 460.- per ciò che viene offerto sono decisamente troppi
Daiana Micheletti 2 sett fa su fb
Concordo 👍🏼
Paolo Bianchi 2 sett fa su fb
Il secondo canale é già previsto di farlo sparire. Da quel che ho capito verra sostituito da un canale on-line che comunque avra una riduzione di contenuti.
Sandro Bernardi 2 sett fa su fb
Paolo Bianchi probabilmente
Nadine Ferrari 2 sett fa su fb
460, eh? 🙄
Francesco Bosia 2 sett fa su fb
Il canone 2019 è di 365.-, ossia un franco al giorno. Come dici tu, il cantone è piccolo. Proprio per questo motivo non attrattivo per servizi pubblicitari più remunerativi. Bisogna saper affrontare la realtà: il canone garantisce l'integrità dell'offerta in 4 lingue, di buona qualità e garantisce costituzionalmente la pluralità delle opinioni e il diritto di ricorso all'autorita di vigilanza se qualcosa non dovesse piacere. Cose che sparirebbero. La NoBillag garantisce la chiusura della RSI, e con leo più di 1000 posti di lavoro locali, che fanno fluire soldi nelle casse ticinesi. La perdita di qiesti posti di lavoro porterebbe i loro detentori a gravare sulle casse cantonali, e quindi su tutti noi.
Fabrizio D'Auria 2 sett fa su fb
400 fr all anno per 2 canali ?? se mia match???
Pasquale Ariano 2 sett fa su fb
Si
Daiana Micheletti 2 sett fa su fb
Per me é SI 😠
Lel Belot 2 sett fa su fb
Posso solo dire che ho cambiato idea,certe cose fanno passare la poesia
Tebupo Te 2 sett fa su fb
Quando i commenti sono sfavorevoli La RSI il loro informatico si affretta a cancellare i post dalla loro pagina facebook e a bloccare immediatamente l'utente scomodo. Questo è il loro modo di fare. Invece di dimostrarsi aperti al dialogo e al confronto continuano a mostrarsi prepotenti.
Anna Marchese 2 sett fa su fb
C’è qualcosa che non quadra... i media ci danno notizia che in base a tal sondaggio o quell’altro, il NO a No Billag è in netto vantaggio... ma a giudicare dai social salta all’occhio l’esatto opposto.... ?????
Nadine Ferrari 2 sett fa su fb
Il mondo non finisce sui social. E poi, facci caso: sui social, gli "indignati", quelli che urlano "vergogna!", "governo ladro!", "abbasso questo!", "fö di ball quell'altro!", eccetera, fanno sempre molto più casino di chi usa il semplice buonsenso (e, il più delle volte, preferisce non impelagarsi in assurde, interminabili e, il più delle volte, totalmente inutili discussioni)... Fuori, invece e per fortuna, non funziona (ancora) così. E poi si parla di una realtà che tocca un sacco di gente che dei social se ne frega altamente, tipo gli anziani, ma che alla "sua" televisione ci tiene parecchio. E andrà a votare. Detto ciò, il 4 marzo è vicino: vedarém...
Roberta Meregalli 2 sett fa su fb
notmale lavaggio del cervello
Sveva la Romagnola 2 sett fa su fb
SI a no billag
Tebupo Te 2 sett fa su fb
A questo sondaggio parteciperanno il solito migliaio di utenti come quello precedente? 🤣
Delia Alba Gu 2 sett fa su fb
Hai perfettamente ragione Sabrina. Stanno creando una gran confusione. Oltre a tutto chi paga x tutto questo? Sempre e solo noi
Cogito 2 sett fa su tio
Trovo sconcertante la poca lungimiranza del ticinese medio. I pro e contro mi sembrano chiari, anche se, personalmente, di pro ne vedo ben pochi. Nel caso in cui l'iniziativa passasse, la SSR non smetterebbe di esistere ma verrebbe sicuramente notevolmente ridimensionata. I favorevoli all'iniziativa si lamentano di un servizio troppo grande per il pubblico a cui è offerta, io personalmente non mi lamento quando un servizio pubblico va oltre il dovuto. Tutto questo al fronte di un pagamento di 365 fr (nuovo canone) che corrisponde ad 1 fr al giorno. Con questo franco al giorno abbiamo programmi di buona qualità, o almeno discreta. Una copertura sportiva degna di nota (non solo Calcio) che nessun'altra televisione nazionale offre. Per non dimenticare film e serie tv recenti e di qualità. A me sembra molto economica come offerta. Il ticinese soprattutto dovrebbe essere contrario in quanto minoranza linguistica; la SSR non verebbe distrutta ma la RSI si. Una televisione indirizzata ad un pubblico di massino mezzo milione considerando anche Como e Varese non ha grandi possibilità di autofinanziarsi mantenendo la qualità odierna. Se i favorevoli sono a favore di ridurre notevolmente la qualità della televisione nazionale per risparmiare un franco al giorno e poi andarlo a pagare per abbonarsi a Swisscom tv e simili e guardare canali esteri sono liberi di farlo a condizione di essere coscienti della stupidaggine che stanno commettendo.
ziopecora 2 sett fa su tio
@Cogito Trovo sconcertante che si consideri poco lungimirante chi, di fronte ad un ente ingigantito con un organico da paese delle banane, vuole eliminare sprechi evidenti di denaro pubblico. Trovo ridicolo la mentelità del ticinese medio, convinto che solo la SSR sarebbe in grado di fornire un servizio decente, quando invece ci troviamo un servizio di informazione fazioso e di scarsa qualità. Purtroppo passerà sicuramente il no e continueremo a foraggiare la cuccagna per i partiti che parcheggiano i loro beniamini in RTSI.
fakocer 2 sett fa su tio
@ziopecora "...che installano i loro protetti in RTSI ....". E le coppie lui e lei, in buone posizioni, non nello strato operaio impiegatizio, che alla tredicesima di dicembre si portavano a casa tra i trenta e quarantamila e più in un sol botto? A voi l'ardua sentenza. Nui chiniam la fronte, e tirum la zenta.
Thor61 2 sett fa su tio
@ziopecora Immagino che anche tu allora avrai apprezzato molto la dichiarazione o meglio la battuta della consigliera che vuole, parlando di "Risparmi" portare il cumulo d'incasso a 1200 Miliardi, in pratica non cambierebbe NULLA visto che dal conto finale ha tolto i proventi della pubblicità che è di 400 Milioni, ma chi vuole prendere in giro, questi di risparmi non ne vogliono sapere niente. Forse sempre la ministra non ha mai visto euronews che trasmette in tutte le lingue i suoi programmi che sono uguali per tutti, spesso parla di evoluzione, ma nemmeno sa cosa sia la tecnologia disponibile oggi. F.Lombardi stranamente era meno preoccupato della CF chissà come mai. Saluti ;o))) https://www.tio.ch/ticino/politica/1238844/no-billag -dimezzare-il-canone se-volete-una-tv-s olo-in-tedesco allora-va-bene-
Tebupo Te 2 sett fa su fb
La SSR e RSI non hanno paura di chiudere, hanno solo paura di perdere il monopolio.
Lauro Boschetti 2 sett fa su fb
SI assolutamente
Tebupo Te 2 sett fa su fb
Dicendo che chiuderanno la SSR e RSI intendono dire che perderanno il monopolio. Sono balle che chiuderanno. Di sicuro non potranno continuare a proporre programmi spazzatura.
mgmb 2 sett fa su tio
Tutti i magna magna votano no a no billag., il problema é che tutti i magna magna con la scusa delle perdite di posto di lavoro , con il patriottismo, con l'illusione che la Svizzera é diversa e con tante altre cazzate hanno convinti tanti STUPIDI a votare come loro e grazie a loro si salveranno la poltrona. ( e gli stupidi pagheranno).
Cogito 2 sett fa su tio
@mgmb Nuovo ordine mondiale !!!1!1, Massoni, kaffffffééééé !1!1111!! ma per favore, quando la nostra televisioni sarà di qualità bassa e lei pagerà comunque un abbonamento a Swisscom TV e simili per guardare canali esteri e si lamenterà, si perché so che si lamenterà, della scarsa qualità della televisione Svizzera chi sarà lo STUPIDO 11!!11
Foxdilollo78 2 sett fa su tio
@mgmb Io voterò NO, nessuno mi ha detto di votare NO, non son stato influenzato da nessuno a votare NO e non conosco nessuno che lavora alla SSR. Se non riesce a pagare il canone, non sarebbe l’ora di trasferirsi all’estero? Così facendo non dovrà più pagare il canone SSR. Credo sia una soluzione migliore di dare dello stupido a coloro che la SSR piace...
pardo54 2 sett fa su tio
@mgmb No caro, io voterò No perché ho valutato i pro e i contro. Per te sarò stupido, ma ti assicuro che gli studi sono quelli che votano con la pancia e per partito preso.
Mattiatr 2 sett fa su tio
@mgmb Visto che sono STUPIDOOO mi spieghi perché lo sono, convincimi a votare sì. Ps Se c'è un magna magna voglio che lo evidenzi spiegandomi perché lo è e sono bandite accuse di complotti dei russi per governare il mondo.
Valeria Wolly 2 sett fa su fb
Mai cambierò idea! SI a no Billag.
Tebupo Te 2 sett fa su fb
Nemmeno con i sondaggi a loro favore la SSR RSI riesce a fare autocritica. Vogliono solo rimanere sovrani assoluti.
Costantino Scalzi 2 sett fa su fb
Si
Barbara Lehmann 2 sett fa su fb
Ma a vedom....
Nicklugano 2 sett fa su tio
Piuttosto che bombardare la gente con le motivazioni catastrofiche per respingere l'iniziativa, Canetta e tribù dovrebbero passare la giornata lavorativa (ma non di 8 ore ...) a studiare un piano B, C oppure D
Thor61 2 sett fa su tio
@Nicklugano Il piano BCDEFG lo avevano sin dall'INIZO del tema cioè portare il canone a 200.00 franchi e la storia non sarebbe andata oltre. Ma è probabile che come dice MAGRAU servisse un diversivo per distogliere l'attenzione da altri temi più importanti come le imposte da rinnovare che passano in sordina.
matteo2006 2 sett fa su tio
@Nicklugano Non hanno tempo di pensare al piano B sono occupati a manifestare in piazza e reggere il moccolo al cane peo.
ziopecora 2 sett fa su tio
@Nicklugano @bernabeu non le sarà sfuggito un dettaglio: Le aziende devono riuscire a far quadrare il bilancio e possibilmente mettere qualcosa da parte per poter investire in futuro e rimanere competitive. La SSR non è un'azienda in questo senso, dal momento che si limita a spendere la quantità -enorme- di soldi che le viene assegnata. Quindi riducendo di molto questa manna non è che deve per forza chiudere, ma semplicemente ridurre gli sprechi e una parte dei contenuti. Anch'io un pochino di economia me la sono studiata e continuo a gestire aziende senza nessuno che mi regali nulla. Per questo di fronte a questo incessante spreco, partitocrazia e informazione per niente obiettiva non vedo come potrei evitare di votare un convinto sì.
Bernabeu 2 sett fa su tio
@matteo2006 Qualsiasi azienda, se gli togli il 75% delle entrate, fallisce. Il piano B è solo nella testa di Quadri/Upc e di Bühler. Che raccontano un sacco di frottole.
Thor61 2 sett fa su tio
@Bernabeu Hai uno strano concetto di Patriotismo e di economia! I PRIVATI DEVONO vivere dal PROPRIO GUADAGNO non dalle sovvezioni statali, se non sei capace di produrre o vendere i tuoi prodotti CHIUDI e fine della storia.
pirlo 2 sett fa su tio
@Thor61 Scusa Thor, ma cosa dici? Il patriottismo è che ognuno pensi ai fatti suoi? Probabilmente sei stato favorevole all'introduzione della civica nelle scuole e allora ti suggerirei il contenuto della prima lezione: "In Svizzera ognuno pensa ai fatti suoi e chissenefrega degli altri".
Bernabeu 2 sett fa su tio
@Thor61 Ho studiato economia ed ho diretto un'azienda. Ho semplicemente espresso un concetto che nessun manager può confutare. Cosa centra il patriottismo con questo ? Piuttosto nulla da dire sul conflitto d'interessi del signor Quadri/che guarda sempre per terra ed evita di guardare negli occhi gli altri ? Si vergogna perché perora la causa No Billag per poi svendere le concessioni agli stranieri ? Come vogliamo definirla ? Stasera ore 19 dibattito al Pala. Magari ci vediamo, Thor. Tanto tu voti si ed io no.
Thor61 2 sett fa su tio
@Bernabeu Di Quadri e della lega non mi frega nulla, della TV spostata TUTTA a SINISTRA SI! L'azienza non la dirigi più? A scuola ti hanno insegnato che un'azienda PRIVATA deve essere finanziata con denaro PUBBLICO? Il patriottismo è quello che TU sventoli in continuazione! Io ho solo detto che se VERAMENTE sei un patriota DOVRESTI votare il SI a NO Billag visto che la SSR essendo TUTTA a sinistra non porta nulla di democratico ai cittadini/telespettatori, per di più FANNO (Loro come TV dovrebbero dopo averne accertata la veridicità solo riportare i fatti) politica con i soldi di chi non la pensa come loro, ed è per questo che IO Voterò Si a NO Billag non perchè questo o quel partito dice questo o quello.
Thor61 2 sett fa su tio
@pirlo NON basta leggere! E sicuramente hai frainteso, altrimenti avresti capito meglio quello che IO ho espresso. Bernabeu dice di voler votare no per "Patriotismo" ma nello stesso tempo confonde il pubblico con il privato. IO ho solo detto che se vuole DAVVERO essere un patriota della patria dovrebbe votare il SI, non ho MAI detto (Mi dici dopo dove l'avrei scritto? Grazie) che ognuno deve farsi gli affari suoi, ma che i privati essendo tali DEVONO vivere del proprio guadagno. P.S. Non è che hai confuso la mia risposta in merito al discorso inerente i Gay? Li ho scritto che ognuno vive la propria vita (Sessualmente parlando sia chiaro) come meglio crede. Saluti ;o))
Corrado Gregori 2 sett fa su fb
SI
Anders Carlström 2 sett fa su fb
Penso che tanta gente si passata al Si dopo tutto sto bombardamento mediatico, persino su you-tube ti segue la propaganda.....
Salbra 2 sett fa su tio
Si a NO Billag...che vadano a lavorare e lottare per la pagnotta come facciamo tutti noi...altro che soldi regalati !! Cmq come giustamente detto da Magrau è tipico deviare l'attenzione su NO Billag.. quando dall'altra parte (in sordina) si vogliono garantire tesse imposte e riscossioni a non finire con l'altro oggetto di votazione !! Lo diceva un grande giornalista Italiano..tipico mettere in prima pagina notizie che "fanno scalpore e rumore" e mettere un piccolo trafiletto sull'ultima pagina .... per poi dire ma noi l'avevamo scritto però !!!!!
Bernabeu 2 sett fa su tio
@Salbra Ho visto che Il Quadri/Upc, durante il dibattito di ieri sera, continuava ad arrampicarsi sugli specchi e guardava sempre per terra. Probabilmente si vergognava delle corbellerie che bofonchiava. E si, è un problema indossare ad ogni piè sospinto la maglietta rossocrociata e pugnalare alle spalle chi, in nome della solidarietà confederale, ha sempre rispettato la Svizzera Italiana. NO a questa iniziativa ANTI-SVIZZERA !
Cogito 2 sett fa su tio
@Salbra Se sei una di quelle persone che sono contrari alla riscossione dell'IVA e delle Tasse che saranno oggetto di votazione a breve. Dovresti spendere un po' del tuo tempo per istruirti. Se vuoi togliere due terzi del finanziamento alla Confederazione poi non potrai più lamentarti dei trasporti, della sanità, dell'AVS, della disoccupazione, dell'assistenza e dello stato in generale. Perché quest'ultimo non potra più permettersi di mettere un centesimo per tutte le cose elencate sopra e tante altre. Titolo di studio? Università della Vita?
Thor61 2 sett fa su tio
@Bernabeu Hai già una risposta in merito, leggere sotto.
Goldfinger 2 sett fa su tio
NO a No Billag, senza alcun dubbio!
Bernabeu 2 sett fa su tio
Di fronte ad una iniziativa tanto radicale deve prevalere la nostra storia e cultura. Agli "ANTI-SVIZZERI" un bel NO convinto.
Thor61 2 sett fa su tio
@Bernabeu In realtà se veramente ci tenessi alla Svizzera, dovresti votare SI proprio perchè quella che ora trasmette PROPAGANDA lo fa a discapito della LIBERTÀ dei propri cittadini. Oggi la TV Svizzera è SOLO l'espressione della SINISTRA pro UE, Pro Islam e Pro Clandestini. Spacciarsi per "Salvatori" della patria AFFONDANDOLA non è certo patriotico.
Bernabeu 2 sett fa su tio
@Thor61 Per carità. si vede che leggi solo il fogliaccio della domenica. Oggi, per esempio, sull'insospettabile CdT, Ermotti (che certamente non è di sinistra) porta proprio questi argomenti per bocciare senza tentennamenti la "No Billag". Chi conosce la storia democratica, la tradizione, la cultura politica che ha portato al nostro benessere non può che essere d'accordo con Ermotti.
Thor61 2 sett fa su tio
@Bernabeu Problemi di comprensione nella lettura??? Ermotti ha DETTO che l'attuale TV fa SCHIFO è di SINISTRA e che costa TROPPO, poi ha fatto "Semplicemente" capire che sarebbe meglio RIFARLA da ZERO. Lui come esponente in vista non può dirlo chiaramente lo schifo vigente attualmente in SSR/CF. Il benessere SICURAMENTE non l'hanno creato gli attuali DISTRUTTORI della nazione, quelli che l'hanno creato il reale benessere si stanno rigirando nella propria tomba vedendo lo schifo che vige "Sopra". Poi chissà perchè non si poteva salvare la patria pagando un canone di 200.00 franchi?! Se vuoi DAVVERO salvare la patria, sii patriotico e vota SI a NO Billag, il resto è solo aria al vento per parare il lato B a chi ci sta rovinando la vita in TUTTI i suoi settori.
Thor61 2 sett fa su tio
@Bernabeu Le risposte alle tue affermazioni sono scritte SU QUESTO BLOG, NON sul domenicale di cui parli. per tua informazione sono ancora capace di intendere cosa viene scritto e leggo TUTTE le campane, poi decido IO cosa ritengo giusto o meno dopo, questo dopo attenta analisi dei FATTI non solo delle chiacchiere.
Andy Pat 2 sett fa su fb
NO perché ci tengo all economia del nostro cantone e sopratutto non voglio che la nostra democrazia e la nostra cultura venga spazzata via da qualche privato che penserà solo a come poter ingrassare le proprie tasche senza pensare al vero scopo di una TV che rispetta la cultura e le usanze delle varie regioni linguistiche che contraddistinguono questo nostro bel paese.
Andy Pat 2 sett fa su fb
fregare? perché quando dovrà pagare per 1700 persone che rimarranno a casa e 200 mio in meno nelle casse cantonali chi lo farà? sempre lei caro Pasquale. Io ci Tengo a non impoverire il nostro cantone e sopratutto non voglio che la nostra regionalitá andrà a scomparire non avendo più un tv pubblica. E poi e pronto a dover pagare per ogni cosa ? il pacchetto sport, intrattenimento e altri cazzi e mazzi. Beh io no. Forse dovrebbe leggere quali saranno le conseguenze del togliere il canone e non si limitano alla sola TV ma a tanto tanto altro.
Paolo Maclondon 2 sett fa su fb
Signor Andy se fosse una qualche ditta, fabbrica, negozio o quant’altro privato la penserebbe allo stesso modo? No xchè di disoccupati c’è ne sono a prescindere! Io invece sono stufo di pagare x un servizio scadente e per stipendi sicuramente di un certo peso anche a bassi livelli. E si io sono per pagare ciò che realmente mi interessa! Se voglio vedere un film, lo pago Se voglio vedere una partita o evento sportivo lo pago Così per ogni cosa, ma per lo meno pagherei per ciò che davvero mi interessa e non per tutta una programmazione che per il 90 % mi è indifferente
Francesco Bosia 2 sett fa su fb
Paolo Maclondon Quindi, siccome di disoccupati ce ne sono a prescindere, è giusto crearne 1700 in più in un piccolo mercato lavorativo come quello ticinese? Non è uma fabbrica,negozio, ditta o quant'altro: è il nostro servizio pubblico. Servizio pubblico garantito costituzionalmente. Che ottiene 3/4 dei propri introiti dal canone. La costituzione garantisce sia la pluralità delle opinioni im SSR, sia il diritto di ricorso, sia la fattualità giornalostica. Cose che sparirebbero. Ripensaci!
Paolo Maclondon 2 sett fa su fb
Ma X favore Davvero crede che la tv di stato sparisca? Il canone è giusto che ci sia ma questo è troppo alto! Mi piacerebbe conoscere lo stipendio medio di un dipendente Con sta storia del bene supremo sono solo gli altri che devono fare i conti con la crisi Allora tutto ciò che non è garantito dalla costituzione chi se ne frega Mi pare che la costituzione dica che tutti hanno il diritto di vivere decorosamente, non solo chi lavora X lo stato Purtroppo io non voto, cosa davvero carina considerato che contribuisco a tenere in piedi la SSR, quindi il mio resta solo un pensiero purtroppo
Andy Pat 2 sett fa su fb
per fortuna non danno il voto a persone come lei perché i suoi ragionamenti sono veramente elementari e limitati a guardare il proprio orticello. Forse non sa che la svizzera e un grande paese perché noi guardiamo per l insieme e non per il singolo. Siamo in paese che in caso di crisi ci facciamo forza insieme e non ognuno per se. Oggi ero in RSI , c erano famiglie, anziani, giovani una fiumana di persone che erano li alle porte aperte a sostenere la nostra RSI. Forse prima di sparare parole a vanvera sugli stipendi, su quanti lavorano in RSI ecc e meglio vedere con i propri occhi quante persone dietro ad una trasmissione lavorano e che lavoro intenso è e bisogna essere qualificati per farlo. Quindi prima di dare aria alle gengive meglio riflettere e sopratutto parlare per cognizione di causa.
Deborah Grosso-Mangiullo 2 sett fa su fb
No a no billag !
Sabrina Lurati 2 sett fa su fb
Sinceramente sono stufa di sentirne parlare! La tv non si è mai data così tanto da fare per altre propagande pro o contro una votazione. State esasperando la gente, rischiando di tirarveli contro.
Paolo Bianchi 2 sett fa su fb
Piu che la tv sono i portali online che martellano. E se lo fanno é perché cosi ottengono clic. Questo ti da un assaggio di come ragionano i privati e di come sara la ssr una volta privatizzata.
Paolo Maclondon 2 sett fa su fb
Se fosse una qualche azienda privata non ci sarebbe tutto sto spauracchio mediatico sul disastro che ci sarebbe se la billag sparisse......chissà perchè🤔🤔
Francesco Bosia 2 sett fa su fb
Paolo Maclondon Suppongo perché non è una ditta privata, ma servizio pubblico garantito costituzionalmente, e in quanto tale di importanza statale. Pensa al clamore del "too big to fail" in epoca di crisi.
Paolo Maclondon 2 sett fa su fb
Nessuno vuole che sparisca, ma solo che come tutto il resto del mondo faccia un po’ di economia Mi risulta poi che i dipendenti che lavorano x la billag non la paghino....almeno fino al 2019 Trovo la cosa un po’ tanto paracula
Francesco Bosia 2 sett fa su fb
Paolo Maclondon Molto spesso dipendenti di un'azienda hanno delle agevolazioni inerenti, come i lavoratori FFS, ad esempio. Ma, come hai puntualizzato, questo assist ai dipendenti verrà bloccato nel 2019. D'altra parte non mi son neanche preso la briga di fare un fact-checking completo di a quali/quanti sia pagato il canone dalla SSR, non è semplicemente rilevante per la votazione. Se si volesse che la SSR faccia economia (e come? In che modalità? Sacrificando cosa? Chi lo dovrebbe decidere?) allora il voto a favore dell'iniziativa è un voto sbagliato. Un voto a favore dell'iniziativa è un voto a favore della chiusura di RSI e licenziamento dei dipendenti. Anche questa la trovo una "cosa un po' tanto paracula".
Paolo Maclondon 2 sett fa su fb
Guarda che succede in ogni settore ma il clamore e l’attenzione non sono gli stessi Dispiace sempre X chi perde il lavoro ma non credo proprio che avremo 1700 disoccupati
Lucilla Ferrara 2 sett fa su fb
Tra famiglia allargata e colleghi di lavoro stimo una trentina di NO...
Chiara Ferroni 2 sett fa su fb
Se solo i frontalieri potessero votare... Passerebbe il no 😂
Lucilla Ferrara 2 sett fa su fb
Chiara Ferroni siamo tutti svizzeri doc in famiglia. E dove lavoro (non è la RSI...) non c’è nemmeno un solo frontaliere. Credo anzi che i colleghi siano tutti svizzeri. Il fatto è che non tutti gli svizzeri sono miopi. Sarà una realtà che le brucia ma è meglio che ne tenga conto... ahahah
Chiara Ferroni 2 sett fa su fb
Credo che non abbia colto l'ironia.. Ma pazienza, non è per tutti :)
Lucilla Ferrara 2 sett fa su fb
Chiara Ferroni ah, si l’ironia. Mi scusi non avevo afferrato. È che il termine “frontaliere” viene usato ormai talmente a sproposito per ogni accezione negativa (al pari di “buonista” “sinistroide” “radical-chic” , ecc.) che non appena lo vedo infilato da qualche parte... mi sale il crimine...
Marco Ermeti 2 sett fa su fb
Lucilla Ferrara Anche termini come populista e demagogo sono molto apprezzati...
Lucilla Ferrara 2 sett fa su fb
Marco Ermeti be’ il populismo esiste e vince proprio grazie alla demagogia. Ovvero creare grande consenso elettorale con la menzogna. Per cui, si, basta avere spirito critico, apertura verso il mondo, senso solidale e visioni ampie e subito si è tacciati di sinistroidi, spalancatori di frontiere, buonisti, prezzolati, radical-chic, ... cosa sto dimenticando?
Paolo Bianchi 3 sett fa su fb
Per chi si vuole informare e ha voglia di leggere un'interessante analisi del settore mediatico svizzero: www.bakom.admin.ch/dam/bakom/it/dokumente/Elektronische%20Medien/Medienpolitik/service-public-bericht.pdf.download.pdf/Rapporto%20servizio%20pubblico.pdf
elvicity 3 sett fa su tio
si a no Billag
pirlo 3 sett fa su tio
@elvicity Questo dopo aver sentito Pamini e Quadri? Oh poru mi!
elvicity 3 sett fa su tio
@pirlo ciao... non ti preoccupare, non ho il diritto di voto, ma voterei sicuramente un bel SI proprio perché c'è tutta questa propaganda/ressa per votare no.. !!!
TIC 3 sett fa su tio
NO !
Elena Rota 3 sett fa su fb
Ivano Bettinsoli 3 sett fa su fb
Votate si , altrimenti ogni azienda in difficoltà potrà Infilarvi le mani in tasca obbligandovi a pagare una tassa per far fronte al pagamento degli stipendi dei direttori inconcludenti strapagati , Ricordate che abbiamo lo stesso problema con gli uffici della circolazione ecc. meditate gente
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Un servizio pubblico, si vota su questo. Cosa sta dicendo?
Ivano Bettinsoli 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini tutte le aziende in fondo fanno un servizio pubblico
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Ivano Bettinsoli non credo proprio... dovrebbero assolvere un compito descritto nella costituzione. Nel caso radio e televisione il diritto all’informazione.
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Ivano Bettinsoli ti prego di ripensarci bene, le motivazioni per cui tu voti sì non hanno un riscontro fattuale nella realtà. Si tratta di un'iniziativa Costituzionale!
Morena Tognacca Giantomaso 3 sett fa su fb
No no no no no
Belkis Maria 3 sett fa su fb
No
Carmen Martinelli 3 sett fa su fb
No
Miris Gregori 3 sett fa su fb
Non la voglio troppo cara x chi prende la minima di pensione
Dimitri Zhyganov 3 sett fa su fb
Si al NO 😉
mgmb 3 sett fa su tio
Si a no billag. Ogni commerciante se vuole la pagnotta deve saper vendere e andare avanti con il suo saper fare. Prendere i soldi nelle tasche dei cittadini senza VOLERLO é un furto.
Jessica Garcia 3 sett fa su fb
NO
MAGRAU 3 sett fa su tio
Basta con questo tema. Andremo a votare e passerà il SI. Dovranno darsi una regolata e il mondo continuerà a girare, il sole sorgerà, gli uccelli canteranno e qualche mortale si renderà FINALMENTE conto che non sono dei privilegiati e l’Olimpo di Comano e Besso non esiste. Esiste la realtà. Una realtà non più lontana e nascosta nel tubo catodico o fuori dalle finestre di Besso. Ma dentro casa. Altre decine di migliaia di persone subiscono ogni anno il rischio di restare a piedi. Di vedersi licenziare o chiudere la baracca. Ma tutto questo circo non esiste per loro. Parliamo di cose serie. Il 4 marzo si andrà a votare per il Decreto federale del 16 giugno 2017 concernente il nuovo ordinamento finanziario 2021 (FF 2017 3611). Concittadine e concittadini sapete cosa è il nuovo ordinamento finanziario 2021 ?????? Questo tema, a parità di milioni di franchi in gioco con l’eventuale taglio del canone radiotelevisivo, fa apparire il problema NO BILLAG una INNEZZIA. L'imposta federale diretta e l’imposta sul valore aggiunto sono le principali fonti di introiti della Confederazione. Il diritto della Confederazione di riscuotere queste imposte decade alla fine del 2020. Con il nuovo ordinamento finanziario 2021 questo diritto è prorogato sino alla fine del 2035. Concittadine – concittadini vi rendete conto di quanti MILIARDI stiamo parlando ? NO PROROGA NO MONEY Concittadine – concittadini vi rendete conto che l’argomento INNUTILE della NO BILLAG viene STRUMENTALIZZATO AD ARTE per nascondere il vero oggetto del contendere. Vi rendete conto di quanta gente resterebbe senza pane se dovessero fare la SUPER CURA DIMAGRANTE A BERNA ???? PARLIAMO DI COSE SERIE – la No Billag è NULLA a confronto 1'000 – 3'000 – 7'000 – 10'000 dipendenti SSR SRG a casa sono poche in relazione. SVEGLIATEVI !!!!
lo spiaggiato 3 sett fa su tio
@MAGRAU Dici basta con questo tema e poi ci rifili una spatafiata come questa?... :-)))))))
MAGRAU 3 sett fa su tio
@lo spiaggiato Noto con dispiacere che ti sei fermato sulla spatafiata. Non é colpa mia se poche, per non dire quansi nessuno, scrive o parla del vero tema. Sono quansi sicuro che molti non sanno neppure il perché esiste la proroga e il perché lo stato ( BERNA ) deve chiedere il consenso alle cittadine e ai concittadini per poter continuare a richiedere le imposte. In questo mondo di DIGITALIZZATI e ANTISOCIAL MEDIA mi domando quanti ancora sanno su quali basi e regole si fonda la nostra CONFEDERAZIONE DI STATI. Il perché Berna non potrebbe prelevare imposte dirette come IVA e l’imposta sul valore aggiunto. E tante altre regole e regolette - proroghe e proroghine che con il tempo si dimenticano e noi cittadini........ dimentichiamo e non sappiamo neppure perché paghiamo.
Thor61 3 sett fa su tio
@MAGRAU Domanda seria: Sai per caso a che scopo servano tutti i denari racimolati? Vanno ad aiutare i poveracci o sprecati in miriadi di studi o aiuti in qualche buco sperduto di mondo? Se venisse abolito potrebbero rimetterci gli indigeni che le politiche liberiste hanno creato in questo (E non solo il nostro) cantone pieno di disoccupati o in assistenza? Grazie e Saluti ;o))
lo spiaggiato 3 sett fa su tio
@MAGRAU Non è che mi sono fermato lì... e che tu solo sfiori il vero problema... la inversione sociale che sta cambiando , in Svizzera oltre che in Europa, il modo di vivere e di percepire la nuova civiltà e aggregazione sociale , non viene considerata in modo razionale dalla classe politica... e i risultati sono li, sotto gli occhi di tutti... però non tutto il male vien per nuocere e quindi approfittiamo di questo periodo di grande incertezza per fare del nostro meglio... Cassis insegna, anzi meglio di lui John Negri che con il suo ultimo trattato evidenzia le reali possibilità della società moderna...
Jarno Lurati 3 sett fa su fb
Si è basta !
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Non ci sarà nessun ridimensionamento. Solo i cittadini possono porre fine a questo abuso. Si a "No Billag".
Luca Arrigo 3 sett fa su fb
La ssr chiuderebbe completamente dato che perderebbe il 75% di entrate e non può compensarle in maniera efficace
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Luca Arrigo Per quel che mi riguarda potrebbero anche chiudere tutte le TV, non ne sono indipendente e non è vero che la RSI o SSR o qualunque altra TV Svizzera faccia da coesione nazionale. La RSI e SSR devono solo limitarsi a fare informazione.
Tebupo Te 3 sett fa su fb
I politici hanno evidenziato che i dipendenti SSR e RSI sono lavoratori di categoria A e tutti gli altri di categoria B. Mai visto i politici correre per fare le proprie dichiarazioni a sostegno per i dipendenti di banca oppure i dipendenti della navigazione lago maggiore, oppure i dipendenti della clinica santa chiara eccetera. Vergogna! Si a "No Billag".
Manuele Romeo Somazzi 3 sett fa su fb
Concordo bravo🍀
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Quindi licenziamo tutti! Ideona! Invece i bravi politici che dicono queste cose cosa hanno fatto per il Ticino?
Igor Gutschen 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini si licenziamo tutti!!!! Come a loro non frega nulla degli altri posti di lavoro, per quale motivo noi dovremmo piangere per la loro perdita??? Comunque non fallirebbero perché l'aziende dovrebbe continuare con le proprie gambe e capacità. Voglio vedere cosa sanno fare esattamente una volta privatizzati
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Igor Gutschen proprio nella come osservazione. Non gli interessano gli altri posti di lavoro l’ha detto il TG o le cavolate che leggi la domenica? Un’azienda chiude se non ha più il 75% delle entrate. Quindi secondo te in tv sono tutti una serie di fannulloni nullafacenti? Vai alle porte aperte sabato, guarda cosa fanno e poi diglielo in faccia!
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini Il 75% delle entrate servono per mantenere la SSR e RSI così come sono. Sei l'unico che vuole continuare a mantenere l'azienda così com'è. Perfino il direttore generale Gilles Marchand ha dichiarato che ci saranno delle riforme. Questo significa, si spera, che la SSR e RSI sarà comunque ridimensionata. Vedi di aggiornarti perché fai un po pena a ripetere le medesime cose. Almeno prova a ripetere quello che dice il direttore generale SSR.
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Tebupo Te Fortunatamente non è l'unico a pensarla diversamente da te, e con noi molti altri. Per la difesa dei posti di lavoro ci sono parti politiche che a parole son dalla parte dei lavoratori (quelli del mattino nel week end, per intenderci) che non si sono mossi, e parti politiche a fatti per la difesa dei posti di lavoro che, invece, si sono mobilitate. Salvando officine, navigazione lago maggiore, e ora a difesa dei lavoratori RSI. Le riforme strutturali sono date da una necessità di tenersi al passo coi tempi, ma nulla hanno a che fate con l'impossibilità di sopravvivere da un giorno all'altro con 1/4 dei fondi riuscendo ancora a garantire un servizio in 4 lingue, di qualità, che rispecchi la pluralità delle opinioni come da mandato costituzionale. Non riesco a condividere il tuo astio verso posti di lavoro in Ticino e in Svizzera (più di 1000!), la cui perdita verrebbe pagata da tutti. Ripensaci!
Tebupo Te 3 sett fa su fb
Francesco Bosia Se dovesse passare il SI i licenziamenti non saranno da attribuire ai cittadini ma piuttosto ai dirigenti SSR RSI che hanno fatto eccessive assunzioni. Probabilmente perché avevano a disposizione molto denaro. Stando ai presidenti di tutti i partiti c'è l'intenzione di ridimensionare l'azienda privata e questo comporterà comunque dei licenziamenti anche se dovesse passare il NO. Ad ogni modo la SSR è un'azienda privata che distrugge il mercato delle altre realtà televisive che per farle restare piccole gli si versa un contentino. Per fortuna molti ticinesi non sono teledipendenti e hanno l'intelligenza di non identificare la televisione come mezzo di coesione.
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Tebupo Te se dovesse passare il sì non ci sarebbe un ridimensionamento, qualche d'uno lasciato a casa: ci sarebbe una chiusura totale e tutti a casa. La colpa, ovviamente, sarebbe di chi ha fatto in modo che questo accadesse. In questo caso ogni persona che ha votato no si porterebbe sul groppone una parte di responsabilità. La SSR è un'azienda che fa servizio pubblico, il cui mandato è chiaramente sancito dalla Costituzione. Tra gli obblighi che SSR ha (e le eventuali subentranti private non avrebbero) quello di un'informazione corretta e bilanciata, quello di essere specchio della pluralità delle opinioni e il diritto di reclamo ad un'autorità di vigilanza, che pure sparirebbe. Producendo in 4 lingue, SSR garantisce un servizio a tutti e per tutti. Per svolgere questo mandato ad un livello qualitativo ritenuto consono viene richiesto un pagamento alla collettività (servizio pubblico per la popolazione, pagato anche dalla popolazione). Non vedo il senso logico dell'argomentazione "ci saranno comunque licenziamenti, quindi tanto vale lasciarli a casa tutti". Hai per caso le fonti delle interviste dove tutti i presidenti di partito spingono ad un ridimensionamento? Sul fatto che il canone distrugga altre realtà televisive: molte realtà televisive locali sopravvivono grazie al canone! In un mercato pubblicitariamente poco attrattivo come il piccolo Ticino sarebbe molto difficile raccogliere abbastanza introiti pubblicitari per far girare un programma con una qualità decente. Quindi ribatto dicendo che è proprio il canone a permetttere la sopravvivenza e la crescita di molte realtà radiotelevisive locali. Nulla ha a che fare con l'essere o meno teledipendenti, la discussione dovrebbe vertere sul mantenimento o meno di un sevizio pubblico e la sua sostituzione con enti privati senza mandati sulla qualità/correttezza dei contenuti.
flowerking 3 sett fa su tio
Voto Sì a No Billag: basta obbligare il cittadino a pagare per un intrattenimento radiofonico e televisivo che costa una cifra fuori di testa. Troppo bello andare avanti all'infinito con una macchina gigantesca (SSR) attingendo al pozzo senza fondo del canone.
La Ivi 3 sett fa su fb
SI A NO BILLAG!
Biscottino 3 sett fa su tio
Voto assolutamente NO!!!! E aggiungo....che tristezza che fanno i due portavoce per l’iniziativa in Ticino................
matteo2006 3 sett fa su tio
@Biscottino Hai visto i dibattiti in TV, sei proprio convinto che siano loro a fare pena o chi li "insulta" chiedendo di vergognarsi come unica domanda che hanno saputo porre all'interlocutore? I promotori nonostante io non sia a favore mettono sul piatto della bilancia la realtà della situazione attuale, chi si oppone porta vecchi ricordi di una TV ormai passata e cataclismi mondiali nel caso passasse, oserei anche dire di non aver mai sentito dire un qualcosa contro la RSI da parte di queste persone come se tutto sia perfettamente funzionante nel migliore dei modi.
miba 3 sett fa su tio
Centrato! Troppe domande che con il succo del sondaggio non hanno niente a che fare e quindi io non partecipo più e voto come penso sia giusto
Tato50 3 sett fa su tio
@miba Siamo in due ;-)))
Robby Bilbo 3 sett fa su fb
Un bel SI non guasta!
limortaccituoi 3 sett fa su tio
Io voto SI perché quando ho il mal di testa vorrei che il mio medico mi prescrivesse la ghigliottina.
MIM 3 sett fa su tio
@limortaccituoi Puoi chiedere al tuo medico di fiducia anche se non voti. Se lo implori magari ti accontenta.
Rocco Guerra 3 sett fa su fb
Nettamente Si e sapete perché ? 1. Pago già profumatamente swisscom ( affiliata ) 2. Non mi puoi dire che devo pagare perché ho strumenti per ricevere canali, allora dammi anche L’ assegno familiare visto che ho lo strumento. 3. 450- all’ anno ma stai buon?
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
La Swisscom ti fa vedere i canali, la SSR produce dei canali. Come la differenza tra il pagare i pattini e pagare la tassa alla società di hockey per giocare. Dal 2019 365.-.
Lucilla Ferrara 3 sett fa su fb
Puoi captare le reti SSR con un‘antenna per il digitale terrestre da pochi franchi all’interdiscount... se è quello il problema. Te la posso anche regalare se la vuoi.
Igor Gutschen 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini ma perché pagare il canone??????? poi tra le altre cose i dipendenti SSR non lo pagano. Questa schifezza accadeva anni fa anche con i laureati che lavoravano in posta, noi comuni cittadini, canoni da capogiro e loro stipendi da capogiro e zero canone.
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Igor Gutschen perché è un servizio pubblico. Quindi chiudo la SSR perché alcuni dipendenti non pagavano il canone? Stipendi da capogiro?
Marco Ermeti 3 sett fa su fb
Nel sito della RSI c'è scritto che il 60 per cento dei 240 milioni vanno in stipendi, se si dividono per 1200 impiegati ne risulta una bella media.
Lucrezia Novelli 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini e no mi spiace. Quello che dice non ha senso perchè in questo caso si dovrebbe pagare solo per la TV invece se non hai la TV ma un contratto internet devi pagare perchè forse, magari, non si puo' mai sapere magri ascolti la radio o non sia mai che guardi canale 5 o la Rai. Poi parliamoci chiaro ma chi guarda la RSI???
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Lucrezia Novelli i ticinesi?
Liliana Amadò 3 sett fa su fb
iniziassero a diminuire certi stipendi da capo giro e tanto x non far nomi quello di Canetta (350000 fr. all'anno) schifo schifo schifo
Lucrezia Novelli 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini ecco appunto i ticinesi e oltre tutto di una certa età perchè il ragazzino ticinese che ormai ha la mente aperta e guarda al mondo non guarda la RSI pertanto non vedo perchè chi non la guarda sia costratto a pagare un canone assurdo. Per non parlare della radio! Tra l'altro dovete anche farvene una ragione, ormai in Canton Ticino i ticinesi sono veramente pochi e se potessero votare tutte le persone che hanno un permesso C sicuramente ci sarebbe la cassa malati unica e non ci sarebbe piu' il canone Billag. Quello che vi salva è ancora questo che la gente deve pagare le tasse, la cassa malati, la Billag e tutto il resto perchè residente e soggetta a queste regole ma non puo' votare nonostante magari siano 20 o 30 anni che sono costretti a pagarle!
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Lucrezia Novelli dopo 20-30 anni si può tranquillarmente richiedere la nazionalità Svizzera se si volesse votare. Non si parla degli stipendi RSI (sfido a trovare un quadro elevato in qualsiasi azienda di dimensione ragionevole che prende 4000.- al mese...), e si pagherà un canone generalizzato di 365.- proprio per garantire l'esistenza di un servizio pubblico che dia garanzie di controllo della qualità, diritto di reclamo, pluralità di opinioni e non da ultimo più di 1000 posti di lavoro (il Ticino ringrazierà chi dovesse votare a favore dell'aumento consistente degli effettivi in disoccupazione?) Ci ripensi!
Lucrezia Novelli 3 sett fa su fb
Francesco Bosia per questo tipo di votazioni se hai un permesso C dovrebbe bastare per il voto. Il problema è che si paga già un canone per vedere i canali che interessano, non vedo perchè chi non ne usufruisce deve pagare per vedere la RSI, la radio poi è veramente un furto legalizzato
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Lucrezia Novelli "questo tipo di votazioni" sarebbe una modifica della Costituzione svizzera. Se vuole votare, può tranquillamente richiedere la nazionalità. Tutti pagano un canone per garantire un servizio pubblico alla popolazione. Siccome è un servizio pubblico garantito dalla Costituzione, tutti contribuiscono a sostenerlo. Secondariamente perché la maggioranza ha così deciso nel 2015.
Andrea Rezzonico 3 sett fa su fb
Lucilla Ferrara ....e quanti sono i canali visibili in Ticino con il digitale terrestre????
Tato50 3 sett fa su tio
Io voto quello che ritengo giusto e agli altri non gli frega un accidenti di cosa ci sarà scritto sulla scheda. Scrivono voto SI ma non motivano il perché; idem per il no !! Ma chissenefrega di cosa votate, il responso lo darà le urne ;-((
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Tato50 E hai perfettamente ragione. Ieri passando su una via del mio paese, ho notato che un collaboratore della RSI, aveva attaccato al suo recinto uno striscione giallo di plastica e anche di una certa dimensione, con la pubblicità per Billag, mi sono chiesta se ogni dipendente ne abbia uno da esporre... Se così fosse, quanti franchetti sta spendendo la nostra TV per questa iniziativa e se per "caso" anche gli striscioni siano pagati con il canone.... ;-((( Sarà un caso isolato o ne hai visti anche tu, magari nel tuo di paesello.. ?? Ora, comunque, ci stanno prendendo per sfinimento.... ;-((( Non se ne può più, e l'ho già scritto giorni fa... ;-(( - Tu come stai Tato... ?? Già fatto i prelievi... ?? Un grande in bocca al lupo <3 Buona giornata ciaooooooooooooooooo ;-**
Tato50 3 sett fa su tio
@aquila bianca Ciao "aquilotta", la Billag è l'ultimo dei miei pensieri; domani faccio mandare la radiografia a Quadri perché quel tuo compaesano non capisce un tubo e come sai lo ha già dimostrato in altre occasioni ;-((( Ci sono novità !!!!!!!! Ho due dischi, uno di Ramazzotti e l'altro dei Pooh che sono usciti dalla colonna vertebrale e le vertebre cantano "Fatti mandare dal Neurochirurgo ad aprirti la schienaaaaaaaaa " (Gianni Morandi):-)) Ho l'appuntamento al 7 al Civico; allegriaaaaaa ;-)) E chissenefrega, questa mi mancava ;-)) Ciaoooooooo, dal Gobbo di Notre Dame ;-))
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Tato50 Si può tranquillamente dire che l'inizio del nuovo anno é veramente uno spettacolo per te... ;-((( Si lo so di chi parli..... lasem pert e cambial, viscto i precedent.... ;-((( Prima di farti aprire (e tu sai perché), chiedi loro se con la manipolazione sarebbe possibile ricollocarli.... In molti casi, si riesce a evitare un intervento, chiaramente dipende dalla situazione. Per ora tengo i pugni... mi farò viva dopo il 7 e spero di ricevere buone nuove ** FORZA E CORAGGIO TATO !! Buona serata con un saluto a S. e S.;-**
beta 3 sett fa su tio
@Tato50 Ciao Tato, io al 9 verrò a farti ... compagnia. Spero che poi ci lasciano in pace per un momento . Buona serata , anche al .................. volatile .
Thor61 3 sett fa su tio
@Tato50 Purtroppo non posso aiutarti, ma ti assicuro che ti sono vicino. In bocca al lupo ;o)))
Tato50 3 sett fa su tio
@Thor61 Grazie Thor; un giorno faccio un Blog "Pioveva fortuna ma io ero al riparo" ;-))))
aquila bianca 3 sett fa su tio
@beta Anche tu... ?? Mi spiace tantissimo, tengo i pugni anche per te e spero vada tutto per il meglio ** FORZA E CORAGGIO BETA !! Salutoniiiiiiiiiiiiiiiii ;-**
Tato50 3 sett fa su tio
@beta Ciao beta, io il 7 ho la visita poi non so cosa combineranno. Se mi operano mi faccio filmare così avrò qualche cosa di interessante da vedere se non ci sarà più la RSI ;-))
Thor61 3 sett fa su tio
@aquila bianca È un problema sempre più diffuso, infatti chi ne soffre anche in maniera molto seria se non è proprio BLOCCATO fisicamente su una sedia non viene più "Aiutato" da sostegni pubblici. Saluti ;o))
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Thor61 Ci sono già passata purtroppo e mi ha lasciato un bel ricordo.... a vita..... ;-(( Ma preferisco non parlarne.... A chi mi chiede come sto, ho imparato a dire; benissimo grazie... :)) Salutoniiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii ;-**
Tato50 3 sett fa su tio
@aquila bianca Ciao "ali bianche", ho fatto il "callo" da diversi anni agli inizi di ogni anno nuovo. La cosa che desidero di più, se arrivo, alla fine del 2018 nessuno si azzardi a dirmi Buon Anno. Tratto dal film "La strage degli innocenti" ;-))))
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Tato50 Conoscendo da un po' la tua storia, effettivamente i fine anno sono un copia-incolla di quelli precedenti... ;-(( Certo che arriverai alla fine del 2018 e ti dirò; mucha mierda ;-))))) Adoro la Strage degli Innocenti.... un film bellissimo wow.....:)))) Buona giornata Tatone ;-**
Tato50 3 sett fa su tio
@aquila bianca In fatto di "mierda" ce sono fino al collo direbbe uno de Roma -;))) Ciaooooooo, buon fine settimana ;-))
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Tato50 Quella che ti augurerò... sarà speciale... ;O) È robbba bona.... che porta béne.... :)) Buon fine settimana anche a te Tatone, ciaoooooo ;-***
Frankeat 3 sett fa su tio
Forse l'ho già scritto ma l'età mi gioca brutti scherzi con la memoria. Dopo tutti questi mesi di bombardamente da una parte e dall'altra... I had a dream! Il mio sogno, a questo punto di esasperazione (e il peggio deve ancora arrivare), è che la votazione NoBillag venga accolta con il 51%, che di conseguenza la RSI venga smantellata, ma tutti quelli che fanno parte di questo 51% avranno l'obbligo di continuare a pagare gli oltre 400 fr annui per il resto dei loro giorni.
Fabiana Vismara 3 sett fa su fb
Cosa vogliamo???? Vogliamo che la finite con sta storia...abbiamo capito benissimo i pro e i contro....basta!!! Che noiaaaaa😩😩😩
CicsiCi95 3 sett fa su tio
Sì ma parla in italiano
Cleofe 3 sett fa su tio
mai come in questi giorni la campagna TELEVISIVA contro l'iniziativa NO BILLAG invade le nostre case. Ho letto con piacere, questa mattina sul Corriere del Ticino, la lettera aperta del Signor Camponovo. Egli spiegava come sia "imbarazzante" che, per una partita di calcio, ci siano 4 ospiti in studio con relativi 2 conduttori/mediatori. Due cronisti in cabina dello stadio, 2 cronisti a bordo campo. Per non parlare di tutto il "circo" che gira intorno tra operatori video, suono, ect ect. Il tutto per dire tutti la stessa cosa, a ripetizione. Mia cara Televisione, e' ora di ridimensionare la baracca, come fanno tutte le aziende. Come Posta, Ferrovia, Banche, ect ect. Nessuno verra' licenziato, state tranquilli. e in caso si opterà per un piano di "pre-pensionamento" che non vuol dire "lasciare a casa". e un altra cosa : Come mai tutti gli impiegati che vi lavorano NON pagano il canone ? e' come se vendessi appartamenti e nel mio stabile i miei collaboratori potessero averne uno gratis !
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
No a No Billag.
Carta Gina 3 sett fa su fb
Ma abbassare un po’ il canone??? Non sarebbe meglio?
Morena Tognacca Giantomaso 3 sett fa su fb
Infatti viene abbassato informati
Giovanna Poretti 3 sett fa su fb
Morena Tognacca Giantomaso 😄
Giorgio Hürzeler 3 sett fa su fb
Sicuro.. Come le imposte di circolazione l'anno scorso O le casse malati ogni anno... 😥 c'è da credere davvero, che lo abbassino?
Natan Micheletti 3 sett fa su fb
Non è una questione di fede, basta leggere... Non è la stessa situazione di quando hanno fatto credere al popolo che la cassa malati unica era nociva, qui ci sono certezze...
Giorgio Hürzeler 3 sett fa su fb
"Diversamente dall'attuale canone di ricezione, dal 2019 l'obbligo per un'economia domestica e per un'impresa di pagare il canone non dipende più dalla presenza di un apparecchio di ricezione radio/TV. Il nuovo canone radiotelevisivo è indipendente dall'apparecchio e in linea di principio va pagato da tutte le economie domestiche e imprese. Il legislatore ha tuttavia previsto delle possibilità d'esenzione." Dunque, se prima chiunque non avesse una TV non pagava adesso sarà obbligato d'ufficio.. Saranno 200.- in meno al anno per chi paga.. . Io li trovo 365 in più per chi non può e non deve pagarli. Ok, si può richiedere una deroga, vero ... hai una macchina? Non puoi essere esentato perché nel 99%delle macchine c'è l'autoradio. Hai un telefono smartphone? Non puoi essere esentato perché ha lo schermo dal quale puoi vedere la TV. Si attaccheranno a tutti questi cavilli secondo me, e resterà forse uno su un milione senza pagarlo..
Si Jay 3 sett fa su fb
Giorgio Hürzeler esatto, perché non dirmi che con uno smartphone o un autoradio non sei mai finito su contenuti RSI/RFT/Teleticino/Radio3i (solo per restare sull'italiano)... La logica dice che chi consuma paga. Quello che vogliono farci credere è che lasciando la scelta di che media pagare questi stessi media sopravviveranno senza problemi, roba fantascientifica che E.T. spostati. Volenti o nolenti un servizio pubblico di qualità per tutti, in un paese come il nostro, dipende dal canone (che garantisce un accesso a prezzo modico - sì, modico - a tutti, e un informazione seria, locale, libera a tutti). Non ci sono cittadini di serie A che sborserebbero bigliettoni da mille per avere accesso a tutti i mille mila canali che vogliono, e non ci sono cittadini di serie B che non possono permettersi un minimo di informazione come si deve. Siamo tutti uguali. Sotto il cupolone c'è scritto "Unus pro omnibus, omnes pro uno" (uno per tutti tutti per uno per intenderci eh). Quindi ci prendiamo sulle spalle tutti il servizio pubblico e contribuiamo tutti a farlo vivere, per il bene di tutti.
Giorgio Hürzeler 3 sett fa su fb
Con questo tuo tono mi fai solo venir voglia di votar si.
buonumore 3 sett fa su tio
Nel sondaggio perché Tamedia non chiede direttamente nome e cognome? Un po' di privacy, dai. Personalmente se mi chiedi anche dove abito, chiudo li la partecipazione.
Frankeat 3 sett fa su tio
@buonumore Non appena arrivo al CAP storco il naso, quando poi mi chiedono il reddito e altre cose personali, chiudo la pagina e buonanotte.
albertolupo 3 sett fa su tio
@Frankeat Semmai ti interessasse: il sistema non prevede alcun tipo di verifica automatica della plausibilità delle risposte e puoi inserire "random" quello che vuoi. Che poi lo facciano a posteriori ho qualche dubbio.
buonumore 3 sett fa su tio
@Frankeat Mi sembra davvero un po' esagerato... Peccato perché perdono sicuramente un bel numero di partecipanti al sondaggio.
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Frankeat Idem.... ;-))) Già mi girano quando mi chiedono per quale partito voto.... andando avanti, manca solo mi chiedano che misura di reggiseno porto e siamo a posto... ;o) Ciao Frankeat, buona giornata ;-)))
Frankeat 3 sett fa su tio
@aquila bianca io sulla mia misura di reggiseno vado sul sicuro
Thor61 3 sett fa su tio
@aquila bianca La misura del reggiseno forse (Mai comprati online? In tal caso lo sanno) per il resto se usi il PC o il Natel SANNO già da dove scrivi, per le tendenze politiche le deducono dagli scritti e molte altre informazioni vengono prese con o senza il nostro consenso. Il nobel va a Windows 10 capace di trasmettere TUTTO quello che passa da un terminale PC o Natel che sia direttamente ai server MS. In una marca tedesca "Nobile" si parlava di oltre 230 sensori messi nell'auto SOLO per farsi gli affari di chi guida l'auto, e per "Ironia" pagandoli pure un sacco di soldi visto il "Casato". Alcuni la chiamano evoluzione tecnologica, io farsi gli affari miei a 360°. Saluti ;o)))
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Thor61 Faccio parecchi acquisti online e specialmente su Zalando ;-)) Per ora non ho acquistato reggiseni, magari in futuro.... È comunque triste sapere di essere al "grande fratello" senza aver chiesto di fare almeno un "provino"... ;-xD È il solito discorso, il troppo progresso genera regresso.... ;-((( Ce lo dobbiamo tenere e farcene una ragione, purtroppo... ;-(( Buona giornata Thor... ;-**
Thor61 3 sett fa su tio
@aquila bianca A me una cosa che da fastidio è che si dice che ci spiano 24/24 ti danno anche del complottista. Poi non fa niente se dall'11/9/2001 in poi si sono dati la possibilità di farsi i cavoli nostri, non gli bastava creare FB! Saluti ;o)))
aquila bianca 3 sett fa su tio
@Frankeat ;-))))))))))))))))))))))))))))))))))))) Ci scommetterei le ovaie.... ;o)
buonumore 3 sett fa su tio
@albertolupo Potresti aver ragione, ma per principio chiudo e passo ad altro.
Frankeat 3 sett fa su tio
@albertolupo Quindi il "popolo della rete" potrebbe unirsi e votare a casaccio tutti questi sondaggi, giusto per rompere un po' le scatole a questi che rompono le scatole a noi.
Salvatore Ladduca 3 sett fa su fb
SI a no billag
Narcy Silva 3 sett fa su fb
Ma quanta pubblicità bisogna ancora fare per questa votazione???
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Forse perché è sentita? Perché siamo una minoranza e ci mettiamo a rischio da soli?
moma 3 sett fa su tio
Invito tutti, media e non, a fare ora silenzio, abbiamo capito che senza la tassa sarà brutto per tanti . Ma ora basta, perché temo che il boomerang sarà doloroso.
Prisca Walter 3 sett fa su fb
Ma basta con sta domanda . A marzo si saprà se sarà SI o NO . Non si parla che di questo .....
Roque Berini 3 sett fa su fb
Per com'è stata impostata la votazione secondo me è sbagliato sia il SI che il NO. Ci vorrebbe una via di mezzo... che non c'è. Quindi voterò NI 😂
Jonathan Bopp 3 sett fa su fb
La via di mezzo la dovevano preparare invece di proporre i 375.- annui. Ma il parlamento avrà margine di manovra di interpretazione col si. 😉
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Jonathan Bopp 365.- Margine di manovra? Quale? Che interpretazione? Via il servizio pubblico, via il rispetto delle minoranze, all’asta tutto. Abbiamo visto la bella idea di privatizzare PTT e FFS cosa ha portato.
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini il parlamento non applicata mai una votazione non gradita e se lo farà lo farà all acqua di rose
Jonathan Bopp 3 sett fa su fb
Cesare si vede che la propaganda ha fatto il suo lavoro. Il parlamento ha margine di manovra per interpretare la legge. In nessun caso la RSI chiude, deve solo autofinanziare il resto delle sue attività. Cioè pagherà chi userà il servizio e non ci sarà più una tassa dove io che non ho ne radio ne tv devo sponsorizzare le trasmissioni che guardi tu perché ho uno smartphone. Ti mando l'articolo che ho fotografato (qua non posso postare immagini), dove l'autore spiega altri esempi di legge dove il parlamento ha ampiamente giocato nei margini che aveva. "Salviamo rsi" è uno spot disinformativo, la rsi non viene chiusa ma chi vuole il no disinforma e fa terrorismo mediatico. Guarda un po' che onesti!!
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti bella fiducia nelle persone elette.
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Jonathan Bopp propaganda? Il parlamento ha margine di manovra per cosa? Non si possono più finanziare televisioni e radio. Se si riferisce all’articolo di Cheda, mi viene solo da ridere, crede davvero in quello che ha scritto? Certo che l’azienda non potrà più esserci, mancheranno il 75% dei fondi, nessuna azienda ce la farebbe. Smettiamola di parlare di terrorismo mediatico è economia e matematica, pure semplice. Pensare poi che la pubblicità riesca da sola a sovvenzionare realtà televisive è pura fantasia. Si ricorda com’era telecampione prima di diventare servizio pubblico? Ah un consiglio di Cheda l’ho seguito, ho smesso di abbonarmi alla sua rivista, magari migliorerà la sua qualità.
Jonathan Bopp 3 sett fa su fb
Cesare la rsi può benissimo finanziarsi con un canone. Stanno valutando varie alternative. Non è mica Cheda che si inventa la giurisprudenza ho letto articoli quanto in francese come in tedesco, in ticino ho letto l'inchiesta. Gli esempi di leggi interpretate sono sulla foto che le ho inviato, in alto a destra. Se non le piacciono affari suoi, sono fatti, non opinioni. Pace
Jonathan Bopp 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini questa è di un professore in diritto della comunicazione. https://lesobservateurs.ch/2018/01/07/no-billag-et-si-ca-passait-iw-du-prof-bertil-cottier-magazine-edito-18-12-2017/ L'ho detto che è terrore mediatico al fine che la gente voti no
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Jonathan Bopp ne ho lette anche di professori economia che dicono che sarebbe un disastro per un’azienda non avere più il 75% dei soldi.
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
Certo ho visto come hanno applicato le votazioni recenti e loro non gradite
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti hai rivotato gli stessi alle federali?
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Non erano formulate letteralmente,ma davano principi base e margine di manovra. Qua qiesto non è presente. Articoli vengono stralciati e altri, ben definiti e quindi poco manovrabili,vengono inseriti. Il contrario di iniziative volutamente nebulose, atte più a fare propaganda che a cambiare le cose.
Vincenzo Schipani 3 sett fa su fb
Antonello Cristina Di Caro
Adriana Cattaneo 3 sett fa su fb
👎🏻 NO
Sandra Vetruccio 3 sett fa su fb
sempre SI a no billag.
Eva Zimmermann 3 sett fa su fb
Voto si
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
Si a no billag .. E sono maggiorenne .. Non come le interviste a cui hanno rispondere ai bambini quello di rsi
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
I bambini li ha visti alla manifestazione, non credo abbiano fatto dibattiti.
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
Li hanno intervistati. . E non credo sia etico come non è etico il fatto che usano ibsoldi del canone per farsi la loro campagna
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti campagna fatta con donazioni di privati. Non possono perché rispettano il mandato di sevizio pubblico. Vedo che è molto ben informato...
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
Rimane il fatto che intervistano bambini e paragonano la tv E un servizio essenziale come i pompieri ... proprio caduti in basso ... un bel autogol bravi
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti se non è d'accordo con le modalità di intervista ha il diritto costituzionale di rivolgersi all'autorità di vigilanza (CORSI), diritto che le sarebbe negato in caso di vittoria di un sì.
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
La corsi dovrebbe agire di ufficio ...
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti da statuto la CORSI prende in considerazione i reclami sulla programmazione da parte del pubblico. Di ufficio deve garantire l'adempimento del mandato costituzionale. Non è ragionevole pensare che di ufficio la CORSI possa agire a favore di tutte le possibili sensibilità individuali.
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
E già troppo lavoro ... ma attenti e presenti in ogni dove per poter incassare ancora il canone ... nessun conflitto di interessi?
matteo2006 3 sett fa su tio
Dopo l'ultimo servizio di qualche giorno fa al telegiornale mi rendo davvero conto che ci sono troppe troppe stazioni radio e tv in Svizzera o meglio credo che la SSR sia di troppo con queste dimensioni. Stiamo finanziando decine e decine di radio e tv regionali che servono pochissime persone, sono però importanti per differenziare l'informazione ed essere capillare, in alcuni casi forse sono anche troppe e andrebbero ridimensionate anche loro magari con delle fusioni la dove possibile. La SSR dal canto suo è troppo grande e va a coprire queste realtà più vicine alla gente, con questa "nuova" informazione procedere con iniziare a ridurre le sovvenzioni a SSR di almeno il 50% nel contempo aumentarle alle piccole stazioni private per permettere una continuità e diversità vera non come quella che sbandiera SSR. In questo modo trovare un equilibrio "togliendo" un attore molto forte che schiaccia le piccole grazie alle sovvenzioni dello stato e che dovrebbe iniziare a mantenersi di più con i propri mezzi.
Thor61 3 sett fa su tio
@matteo2006 Se non mi sbaglio dal 2019 ci saranno trasmissioni radio SOLO in DAB, quindi la stragrande maggioranza delle attuali radio saranno inservibili, quindi a cosa serviranno tutte le radio "Sponsorizzate" con denaro PUBBLICO se nessuno potrà ascoltarle! Sai quante radio in DAB esistono nelle auto o nelle case dei cittadini? Io no, ma non credo siano molte, anzi direi quasi ZERO. Rimane sempre il fattore di fondo e cioè un PRIVATO deve vivere del SUO lavoro non col denaro prelevato dal canone, in caso contrario CHIUDI e fine della storia.
Hardy 3 sett fa su tio
Le campagne per il NO, per quanto legittime, adesso stanno forse sfuggendo di mano, e lo dice una persona contro l'iniziativa. Non fanno altro che rafforzare i favorevoli, e temo proprio che se vanno avanti così la vittoria del sì sarà schiacciante. Non cambierò idea perché di principio sono a favore di un servizio pubblico radiotelevisivo, ma credo anche che la tv nostrana debba avere il coraggio e la voglia di reinventarsi: producono e diffondono ottime cose, ma su diverse altre c'è da stendere un velo pietoso. Se però qualcosa non mi piace non posso certo accanirmi sul servizio pubblico sperando che chiuda, pensiero che invece ricorre in molte persone e che secondo me è sbagliato. Non si può piacere a tutti e non può piacere tutto a tutti.
moma 3 sett fa su tio
@Hardy Hai ragione, queste insistenze pro Billag stanno cominciando a farmi rivoltare lo stomaco, tanto che alla fine voterò proprio per abolire sta tassa, pure essendo dall'altra parte. Non se ne può più.
Thor61 3 sett fa su tio
@Hardy Faranno come per la votazione sulla cassa malati! Se vincesse il NO non solo non cambierà NULLa, ma rischiamo di vederci addirittura aumentare tale tassa, esattamente come poi è AVVENUTO per le casse malati, eppure il CF ci aveva assicurato che i costi non sarebbero saliti ulteriormente, FIDATI! Saluti ;o))
Nadia Tucci 3 sett fa su fb
Non cambio idea nonostante i soldi pubblici che spendano in pubblicità
Simon James Wachter 3 sett fa su fb
Sono i partiti che spendono soldi sulle campagne pubblicitarie...
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Soldi di privati dati per la campagna.
tip75 3 sett fa su tio
SI SI e SI
MIM 3 sett fa su tio
No, non ho cambiato idea, anzi osservando la campagna sono sempre più convinto del mio SI. Senza parlare del palese conflitto di interessi di molti del no.
Bernabeu 3 sett fa su tio
@MIM Vedi la pagliuzza negli occhi altrui mentre hai la trave nei tuoi. Quadri è in palese conflitto d'interesse perché "ul g'ha i cavri a mezz cun la Upc/Cablecom". Che oltretutto licenzia in Svizzera e trasferisce in Marocco i suoi servizi. Coerenza legaiola ?
Silvia Bottinelli 3 sett fa su fb
dal "NO" sono passata ad un convintissimo "SI"! anche grazie alla scelleratissima campagna! se non altro mi è servito ad andare ad informarmi meglio! esempio: "mamma billag" ==> ringier group!
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Billag che non ci sarà più dal 1.1.2019. Già votato nel 2015. Scelleratissima campagna? Come mai scellerata? Quali idee dei fautori del sì non l’ha convinta sono curioso, perché se è solo quello citato regge poco.
Silvia Bottinelli 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini non ci sarà più billag! Ma non dubito del gruppo ringier! Non sponsorizza a fondo perso!
Paolo Bernasconi 3 sett fa su fb
Silvia Mi potrebbe spiegare cosa centra il gruppo ringier con il canone radiotelevisivo?
Silvia Bottinelli 3 sett fa su fb
Paolo Bernasconi si informi, si informi....
Marco Conte 3 sett fa su fb
si al no billag
La Ivi 3 sett fa su fb
si a no billag
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Silvia Bottinelli quindi tolgo il servizio pubblico per paura che un privato abbia del presunto potere sulla televisione e la metto completamente nelle mani dei privati, senza possibilità di azione da parte dello stato. Questo è il suo ragionamento, davvero? Sicura che non è meglio votare NO?
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Marco Conte Forse a Zurigo avete un’idea diversa, ma qua in Ticino pensiamo diversamente...
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
La Ivi per quali ragioni?
Lucilla Ferrara 3 sett fa su fb
Già, e metterci in mani di gruppi di interesse privati, sicuramente anche stranieri, è la soluzione. Comanderanno loro, influenzeranno pesantemente la nostra democrazia, manderanno migliaia di posti di lavoro NOSTRI... ma volete mettere? Saremo liberi di scegliere tra isole dei famosi e uomini e donne. Non vedo l’ora...
Lucilla Ferrara 3 sett fa su fb
Silvia Bottinelli se questo è il suo ragionamento allora vedo un po’ di confusione: lei diffida del gruppo Ringier ma è disposta a svendere il Servizio Pubblico ad altri gruppi privati, sicuramente anche stranieri? Ho capito bene? Ma mia da bón?! E in cosa questi altri investitori privati sarebbero migliori? E quale sarebbe il motivo nel rendere il nostro Paese, la nostra democrazia e la nostra libertà di pensiero servi di interessi stranieri? E quale sarebbe l’idea alla base della volontà mettere a rischio migliaia di posti di lavoro NOSTRI? Solo perché lì la marea di professioni “normali” (falegnami, servizi, parrucchieri, elettricisti, pulizie, impiegati d’ufficio, informatici, ecc.) sono pagate in modo corretto? Ma che razza di paese è mai questo se chi ha la fortuna di un lavoro onesto deve vergognarsene?
Silvia Bottinelli 3 sett fa su fb
Lucilla Ferrara vede gli altri investitori privati non sono migliori ma vengono scelti i base a criteri ben definiti; a differenza del gruppo ringier con billag e quindi poco trasparente... punto principale: il mondo mediatico si evolve e la tv come la conosciamo è oramai obsoleta...mi piace la radio drs, corretta nell'informazione...non mi piace - tranne qualche trasmissione come "il giardino di albert" etc - la tv,...
Nadine Ferrari 3 sett fa su fb
Continui a parlare di "ringier con billag"... A parte il fatto che la Billag con Ringier non c'entra un fico secco e a parte il fatto che nessuno "sponsorizza a fondo perso", sai forse qualcosa che noi poveri mortali non sappiamo - perché della collaborazione tra SRG e Ringier si è detto e scritto di tutto e di più - oppure spargi semi a caso sperando che da qualche parte attecchiscano (tipo scie chimiche e terra piatta)?
Silvia Bottinelli 3 sett fa su fb
Nadine Ferrari informarsi non ha mai fatto male a nessuno! L''ignoranza non è scusabile! Non le risponderò più! Alle mia età non perdo tempo!
Lucilla Ferrara 3 sett fa su fb
Silvia Bottinelli ma appunto: la SSR non è solo TV, anche la radio sparirà. E credo che i programmi che cita lei siano la maggioranza. Ovvio che non possa piacere tutto (ad esempio io non reggo quiz, serie americane e la supponenza spocchiosa del conduttore-creatore del rumore misterioso ) ma non per questo io voglio abolire il servizio pubblico. Quello che non piace a me, piace ad altri: tanto mi basta.
Nadine Ferrari 3 sett fa su fb
Silvia Bottinelli In primo luogo, parlare di ignoranza e invitare gli altri a informarsi dopo la perla su "mamma billag" sa molto di bue che dà del cornuto all'asino. In secondo luogo, la tecnica del "io lo so ma non ve lo dico" è roba da bambini dell'asilo, altro che "Alle mia età". Infine, se non mi rispondi mica mi offendo: sei tu a fare la figura della fanfarona, non chi - e non sono solo io - chiede spiegazioni sulle tue affermazioni (e sappi che le balle sono ancora meno scusabili dell'ignoranza)... :)
Silvia Bottinelli 3 sett fa su fb
Lucilla Ferrara: grazie per le sue risposte pacate e pertinenti che posso solo condividere...mia opinione: la tv deve cambiare per posizionarsi e far fronte alle richieste odierne...i giovani non sono interessati, quelli di mezz'età contestano l'abbonamento ed il "paternalismo" (evitiamo inutili allusioni politiche) e gli anziani si accontentano della "signora in giallo" e "colombo"! gli ultimi episodi: "arena"una trasmissione eccellente ridotta ad un "confronto" unilaterale con un moderatore supponente e spocchioso; literaturklub: solo "letterati" tedeschi (ed i svizzeri?) invitato daniel cohn bendit colui che proclama il sesso con i bambini; trump a davos e la corsa al "selfie" dei giornalisti per poi correre e parlar male di trump in tv; trump che costruisce il muro con il messico (e chi l'ha iniziato?), trump che non ha chiuso guantanamo (obama in 8 anni cos' ha fatto?).... questa martellante informazione unilaterale di cui non ho bisogno....ecco le mie ragioni perr un sì...stipendi? sono d'accordo che le persone percepiscano degli ottimi stipendi (forse quelli dei quadri??) anche per dare un segnale contro il"dumping salariale"...non condivido l'assunzione di fratello, moglie, amici degli amici...non condivido l'ombudsman sposato con un quadro di srg...l'iniziativa non passa ma cambiamenti radicali devono essere affrontati...le auguro buona giornata...
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Silvia Bottinelli "l'iniziativa non passa ma cambiamenti radicali devono essere affrontati". Non è sui cambiamenti che si vota, ma sulla distruzione del servizio pubblico. Purtroppo,un voto a favore dell'iniziativa è un voto a favore della perdita di più di 1000 posti di lavoro locali, non a favore della separazione del quadro RSI e l'ombudsman. Ci pensi ancora bene, la prego!
Daniele Biasca-Caroni 3 sett fa su fb
Francesco Bosia chi ci assicura che con un 60 / 40 contro l’iniziativa qualcuno si degnera’ di fare un po’ di pulizia in casa RSI/SRG? Fino ad oggi non e’ stato fatto molto e, passato lo spauracchio dell’iniziativa, tutti torneranno a dormire sogni tranquilli ed incassare il canone, indipendentemente dal fatto che si usufruisca o meno del servizio. Io sono per un 51 / 49 contro l’iniziativa. Come facciamo pero’ ad arrivare ad un risultato che « stimoli alla riflessione ed al miglioramento » se tutti gli indecisi come me, che non guardano la TV (ma che saranno pero’ obbligati a pagare il canone), voteranno di no, turandosi il naso, solo per senso civico?
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Daniele Biasca-Caroni non credo che la sede corretta per un discorso di riforme sia la scheda di voto sull'abolizione. Il discorso sulle riforme va continuato, se necessario, tramite altre votazioni, o tramite la commissione di vigilanza. Che piaccia o meno, un voto a favore dell'iniziativa è un voto a favore della chiusura di RSI, su questo si vota e questo si deve avere in testa: i messaggi alle istituzioni vanno dati secondo le vie preposte e che in Svizzera sono splendidamente garantite.
Voli Biposto Parapendio Ticino 3 sett fa su fb
Voto Si
Voli Biposto Parapendio Ticino 3 sett fa su fb
O la pagano indistintamente tutti o la elimibiamo, troppa gente fanno i furbetti usufruendo senza pagare, che la paghino chi realmente la vuole
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Voli Biposto Parapendio Ticino pagano tutti indistintamente, che furbetti cita lei?
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
I dipendenti ssr e rsi non la pagano
La Ivi 3 sett fa su fb
Dicono che la legge è uguale per tutti... ma qui in tanti non pagano. QUINDI SI A NO BILLAG!!!!!
Voli Biposto Parapendio Ticino 3 sett fa su fb
Cesare Saldarini svegliati.... un sacco di gente non la paga, solo in ticino son piu di 1400.....
1303 3 sett fa su tio
Campagna agressiva e oscena contro gli iniziativisti
matteo2006 3 sett fa su tio
@1303 a volte si.
shooter01 3 sett fa su tio
no, certamente. Più voi rompete gli zebedei, più io mi rendo conto di quanti PARASSITI si ingrassano su quel balzello più sono deciso a togliermelo dai piedi
Tony Iron Stark 3 sett fa su fb
Si
WGWG 3 sett fa su tio
La campagna contro il no billag è a dir poco scandalosa di fa del terrorismo mediatico e della pura disinformazione. Vergognoso. Sicuramente qualcuno ha qualche interesse ! Votare un bel SI per non trovarci in altra imposta che sicuramente lieviterà come le casse malati. Anche in quella occasione si era fatto del terrorismo sulla CM unica. Prima della votazione si erano anche abbassate le quote poi con i premi siamo decollati. Anche in questo caso ci sarà chi ci mangia mangia
Jeremy White 3 sett fa su fb
si si e SI
Flavio Zana 3 sett fa su fb
io non posso cambiare idea, voterò SI.
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
Avrei votato sì
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
La torta costruita coi risparmi dei poveri per sostenere una ripartizione milionaria in nome della solidarietà, inizia a sfaldarsi e la campagna con tanto di video con voci suadenti e gentili che ti spiegano tutto del servizio pubblico iniziano a martellare Facebook
Jonathan Bopp 3 sett fa su fb
Applausi!!! 👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼👏🏼
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Risparmi dei poveri? Voci suadenti? La campagna denigratoria del Sì invece va bene? Insultare e denigrare è meglio delle voci suadenti? Ma dai diciamo cose serie per favore.
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
Denigratoria? Qui di denigratorio ce il fatto dei super metà stipendi e della faraonica struttura creata senza rendere conto e chi paga il canone. ..
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
Le campagne di voci suadenti che vogliono convincere il popolo della Billag come finanziamento pubblico sono più pericolose di chi invece la denigra poiché ancora non hanno capito che la maggioranza dei cittadini obbligati a pagare la Billag è povera gente ....ipocrisia chiamare ripartizione di solidarietà i milioni che arrivano a Comano ed altre emittenti, dove la Billag nemmeno i giornalisti la pagano. Solidarietà milionaria coi soldi di tanti sottosalariati che pagano la billag per timore di ritorsioni.
Cesare Saldarini 3 sett fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti sta parlando di come viene speso lo 0.125% dei soldi della RSI, quindi togliamo anche il restante 99.875%?
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
Sto parlando di come la Billag, e prima la Posta o Ptt, per anni hanno spremuto la povera gente, straniera la maggioranza e con bassi salari come tanti altri svizzeri, succubi della ritorsione delle multe fino a 5 mila franchi. Distorcendo il termine Solidarietà. I nuovi Robin Hood: prendono dai poveri e danno ai ricchi
Damiano Iannino Schipilliti 3 sett fa su fb
E quel 0.125% e pagato solo per il canone ... E la percentuale credo sia più sostanziose .. mi chiedono i soldi per il canone e non devono darli ad altri
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
Truffe legalizzate: da loro, gli stessi partiti che dovrebbero essere al servizio del popolo e solidali coi più deboli: ma hanno le fette di salame sugli occhi: non si sono mai chiesti chi è chi sono le persone che in maggioranza gli fanno gli stipendi. Certamente pure gli agiati, ma la maggioranza è il proletariato e oggi in Svizzera di può anche parlare di sottoproletariato visto le paghe che girano almeno in Ticino e la vita e gli oneri sociali sono alti. Ma che crepino
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
Angelo Michele Maiorano la percentuale di frontalieri alla RSI rasenta lo 0. Votanto a favore dell'iniziativa, sul suolo ticinese rimarrebbero 155 milioni di franchi in meno (200 milioni che si ricevono - 45 milioni che si pagano), più un aumento della disoccupazione che, combinati, andrebbero a gravare proprio sulla stessa fett di popolazione a cui fai riferimento. Ripensaci!
Manuele Romeo Somazzi 3 sett fa su fb
Voto SI
Angelo Michele Maiorano 3 sett fa su fb
La Billag così com'è è una stronzata. Chi la paga e chi no. Passa il no, resta tutto uguale, a parte che forse stavolta alneno i 365 franchi li paghino pure i dipendenti radiotelevisivi di tasca propria e che ringraziino almeno ogni tanto tutta quella fascia di diseredati salariali che sotto la mannaia della multa Billag, sono costretti a pagare il canone pure percependo bassi salari per finanziate la ripartizione milionaria di solidarietà in questa era di internet in cui uno sceglie quello che le pare. Vince il no, udc che gode ma il problema resta. Un sistema equo e di solidarietà sarebbe di far pagare già ai produttori, poi i negozianti vendono gli apparecchi con un prezzo per la billag e mettere pure una tassa nella vignetta autostradale. Tutti, per solidarietà devono pagarla, pure i pensionati con la complementare, evidentemente nel rispetto della loro mensilità. Se ci saranno avanzi, l'anno dopo si potrà pagare di meno....ma è solo un sogno
La Ivi 3 sett fa su fb
Si dice che la legge è uguale per tutti... Ma la Billag non la pagano tutti! Sicuramente bastano i soldi che ricevono, e di conseguenza niente controlli. SI A NO BILLAG
Delia Alba Gu 3 sett fa su fb
Paghiamo Billag, e nota bene solo chi prende la complementare AVS non la paga. Paghiamo Swisscom per poter vedere la televisione....Facciamo due calcoli....e ditemi alla fin fine cosa ci costa questo lusso. Film...pena.... informazione ...insomma.... programmi in dialetto, esclusi....insomma l'è na barba... Nemmeno i derby di hockey.,..😤
Francesco Bosia 3 sett fa su fb
La Ivi il canone verrà pagato dal 2019 in modo generalizzato. Esclusioni sono possibili per anzianità, ad esempio. Anche chi lavora alla SSR pagherà il canone. Ora, da costituzione, è previsto il diritto di reclamare se qualcosa non va nella RSI (CORSI), cosa che sparirebbe. Così come sparirebbero tante altre amenità costituzionali, come la garanzia della pluralità delle opinioni, come più di 1000 posti di lavoro (che finirebbero a gravare sulle casse del cantone, e quindi su tutti noi), per non pensare agli effetti sulla rete economica cantonale. Ripensateci!
Clody Clo 3 sett fa su fb
Neanche alle comunale c'è mai stato tanto accanimento,gnanca pö......
Potrebbe interessarti anche
Tags
no billag
billag
mese
Copyright © 1997-2018 Ticinonline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES - ENERGIA SOLARE

Ultimo aggiornamento: 2018-02-22 13:53:09 | 91.208.130.86