keystone
BERNA
27.01.2018 - 09:490

«Si al diritto dell'Ue, se i cittadini svizzeri non lo rifiutano»

È il parere del presidente del PPD Gerhard Pfister che suggerisce di inserire una clausola a favore della democrazia diretta nell'accordo quadro

BERNA - La Svizzera dovrebbe adottare in linea di principio il diritto dell'Ue, a meno che i cittadini svizzeri non lo rifiutino con un referendum. Lo sostiene il presidente del PPD Gerhard Pfister che suggerisce di incorporare all'accordo quadro una clausola che prenda in considerazione la democrazia diretta.

Le eccezioni a questa applicazione automatica della Svizzera devono essere definite e decise, ha scritto ieri Pfister sul sito del Partito. Oggi in un'intervista pubblicata dalla Basler Zeitung, il presidente del PPD spiega che i temi particolarmente controversi in politica interna potrebbero così essere sottoposti alla volontà del popolo senza temere conseguenze.

Le precedenti proposte per un accordo istituzionale non prendevano sufficientemente in considerazione la tradizione della democrazia diretta svizzera, sottolinea il consigliere nazionale di Zugo. Egli si basa sul fatto che la stessa legislazione dell'Unione europea (Ue) conosce molte di queste eccezioni.

Pfister sostiene inoltre che è nell'interesse di Bruxelles avere relazioni stabili con la Svizzera e che l'accordo quadro sia tale da essere accettato dalla maggioranza delle persone. Secondo il presidente del PPD, un fallimento farebbe arretrare le relazioni tra la Svizzera e l'Ue.

«L'esperienza dimostra che il popolo sostiene la via bilaterale, anche alle urne», sottolinea Pfister. Un referendum interverrebbe solo in quei casi veramente importanti per una parte della popolazione, precisa.

Commenti
 
Asdo 6 mesi fa su tio
Normalmente non sono d'accordo con udc e lega, ma applicare il diritto dell'UE direttamente e chiamarlo "via bilaterale" è ridicolo. L'unica differenza con uno stato membro diventerebbe la mancanza di poltrone a Bruxelles
Tags
pfister
svizzera
ue
presidente ppd
accordo
ppd
presidente
diritto
democrazia diretta
accordo quadro
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -  Cookie e pubblicità online  -  Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-08-16 09:45:22 | 91.208.130.87