Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
5 min
Per cambiare sesso bastano 75 franchi
Una modifica di legge permette la modifica rapida e semplice nello stato civile.
SVIZZERA
12 min
Un anno in più di Covid Pass dopo la terza dose
Durante la conferenza stampa di ieri gli esperti avevano erroneamente detto che il pass non sarebbe stato prolungato.
SVIZZERA
32 min
Arriva Emmo, il pupazzo contro la violenza sui bambini
L'idea è di Protezione dell'infanzia Svizzera, ed è pensata come uno strumento contro la violenza sui piccoli.
SVIZZERA
10 ore
Terza dose. Con quale vaccino? Da quando? E il certificato?
Domande e risposte sulla vaccinazione anti-Covid di richiamo, approvata oggi da Swissmedic per le persone a rischio
BASILEA
14 ore
Il controllore omicida è al sicuro a Hong Kong
Karim Ouali ha fatto perdere le sue tracce nel 2011. Ora la Cina non vuole estradarlo
GRIGIONI
16 ore
«Vogliamo che venga finalmente rinchiuso»
Nel 2017 il frontale costato la vita a una 27enne. Condannato, l'automobilista non aveva accettato la sentenza
SVIZZERA
16 ore
Salmonelle negli zigoli dolci
Il prodotto è stato ritirato dagli scaffali. Si consiglia di non consumarlo
URI
16 ore
Bambino cade dalla tettoia, è grave
L'incidente è successo ieri al palazzetto dello sport di Altdorf, durante delle attività extrascolastiche
SVIZZERA
16 ore
No al divieto d'immatricolare auto a benzina
I Verdi propongono la misura a partire dal 2021. Ma la Commissione dei trasporti al Nazionale non ci sta
SVIZZERA
17 ore
È svizzero il miglior pasticciere al mondo
David Schmid è proprietario dell'omonima pasticceria a Zofingen.
FOTOGALLERY
VAUD
18 ore
Tonnellate di spazzatura disseminate sull'A1
Un incidente avvenuto stamattina ha causato la chiusura dell'autostrada fra Nyon e Gland fino alle 18.
BERNA
19 ore
«I contagi continueranno ad aumentare»
Patrick Mathys in merito alla pandemia: «Solo in due cantoni il tasso di riproduzione è ancora sotto l'1»
GRIGIONI
19 ore
Denuncia contro l'ex giudice federale Giusep Nay
La denuncia è stata sporta dal presidente del Tribunale regionale Engadina Bassa/Val Müstair per delitti contro l'onore
SVIZZERA
20 ore
Covid, 1'491 casi e 9 decessi in Svizzera
In diminuzione i pazienti ricoverati in cure intense a causa del virus, che occupano ora l'11,6% dei posti letto.
SVIZZERA
20 ore
La Svizzera è sempre più calda
Temperature superiori ai 25 gradi per 80 giorni sul Ticino meridionale, e tra 40 e 60 giorni sull'Altopiano
SVIZZERA
20 ore
Via libera alla terza dose
L'ok di Swissmedic alla somministrazione in Svizzera per i preparati Moderna e Pfizer/BioNTech
TURGOVIA
21 ore
Autocisterna perde 4'000 litri di liquame
È successo ieri pomeriggio su una strada sterrata nella località turgoviese di Schlatt
SVIZZERA
24.12.2017 - 11:140
Aggiornamento : 12:13

Levrat attacca Cassis: «Esci dal tuo ruolo di stagista»

Il rapporto con l'Unione Europea è un tema caldissimo per il Consiglio federale. Leuthard propone una votazione, mentre Cassis pensa a una segreteria di Stato per l'Europa

BERNA - Serve una votazione di principio sull'Europa: ne è convinta la presidente della Confederazione uscente Doris Leuthard, secondo cui «non vi sono alternative», sono necessari rapporti regolamentati con l'Unione europea. Intanto Ignazio Cassis pensa a una nuova autorità, un segretariato di stato per l'Europa.

«La via bilaterale è importante e va sviluppata ulteriormente per renderla sicura», afferma Leuthard in un'intervista al SonntagsBlick, facendo riferimento al cosiddetto accordo quadro con l'Ue che dovrebbe regolare le cosiddette questioni istituzionali, che vanno dalla risoluzione delle controversie all'interpretazione degli accordi, passando dall'applicazione automatica di nuove norme europee.

«Dobbiamo quindi chiarificare il nostro rapporto con l'Europa! Dobbiamo sapere in quale direzione ci muoviamo. A questo scopo sarebbe utile una votazione di fondo», sostiene la donna politica PPD.

«Capisco lo scetticismo nei confronti dell'Ue», afferma Leuthard. «L'Unione europea fa tanto in modo non ottimale. Ma ciò nonostante non vi è alcuna alternativa: due terzi dei nostri commerci sono realizzati con l'Ue. Possiamo rafforzare quanto vogliamo la collaborazione con la Cina e l'India: l'Ue rimane centrale. Abbiamo bisogno un meccanismo e di rapporti regolati con l'Ue. Questo eviterebbe i giochi politici che stiamo vivendo attualmente».

La ministra dei trasporti fa riferimento all'equivalenza della borsa elvetica concessa questa settimana dall'Ue solo a titolo provvisorio per i mancati progressi raggiunti sul fronte dell'accordo istituzionale. Il fatto che i due dossier vengano legati «non va bene», ritiene Leuthard. «Un simile gioco di potere non lo accettiamo», afferma, per poi però aggiungere: «Ma fa parte della politica e dobbiamo sopportarlo».

Al peggioramento del clima fra Berna e Bruxelles stanno contribuendo «ministri più giovani che conoscono poco la Svizzera e che per questo hanno poca comprensione per la nostra situazione, per i processi di democrazia diretta e per la via bilaterale». Il governo deve quindi prestare maggiore opera di convincimento, sia verso l'esterno che verso l'interno: nella Confederazione l'accordo quadro e il miliardo di coesione «vengono accolti con poco entusiasmo», ammette l'ex presidente del Partito popolare democratico.

Il nuovo ministro degli esteri Ignazio Cassis ha presentato informalmente all'esecutivo l'idea di creare una nuova segreteria di stato per l'Europa, riferisce Leuthard. «Prima deve però decidere lui stesso cosa vuole effettivamente trasformare in realtà».

Secondo il SonntagsBlick per il posto in questione il consigliere federale ticinese starebbe pensando al 52enne Roberto Balzaretti, che è stato ambasciatore elvetico presso l'Ue. Un nome che non farebbe però l'unanimità fra gli esponenti borghesi perché considerato un "Calmy-Boy", un diplomatico a suo tempo promosso dall'ex consigliera federale Micheline Calmy-Rey.

Sempre stando al domenicale la creazione di una nuova segreteria di stato permetterebbe inoltre di togliere di mano il dossier europeo all'attuale segretaria di stato del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) Pascale Baeriswyl.

La pressione su Cassis sembra però aumentare. In dichiarazioni riportate dalla SonntagsZeitung il presidente PS Christian Levrat invita il neoconsigliere federale a «uscire dal suo ruolo di stagista e a fare chiarezza in materia di politica europea, avviando rapidamente nuove trattative in materia di accordo istituzionale».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
vulpus 3 anni fa su tio
Lasciare decantare tutta la materia,ignorandola per un pò di tempo.UE vuole soldi dalla CH per mantenere quei paesi dell'est che sono stati integrati, non tanto perchè si sono veramente europeizzati, ma soltanto perchè sono nell'area della Russia.E allora più attuale di ora del dare per avere.....
paolino1962 3 anni fa su tio
E il baratto? Barattiamo il Gottardo per dei bilaterali più easy? Ma perché i nostri politici vanno alle riunioni della UE con paura e con un attitudine di inferiorità? Petto in fuori, orgoglio nazionale e fatevi valere. Abbiamo pur qualche carta importante da giocare e dovremmo avere un attitudine più positiva e sicura. Buon Natale e un buon 2018
Lore62 3 anni fa su tio
@paolino1962 ...un mercato libero da sfruttare di 800 milioni di abitanti contro gli 8 milioni della Svizzera?...vedi un po' tu i rapporti di forza nel contrattare. Sta succedendo quello che succede perché non abbiamo più voce in capitolo! Almeno fino alla prossima rivolta in Europa... Buon Natale
paolino1962 3 anni fa su tio
Ma perché non arrivare al classico baratto? Merci attraverso il Gottardo contro accordi bilaterali più easy? Ci facciamo troppo condizionare dalla UE e sembra che tutti abbiamo paura. Siamo svizzeri per la nostra identità e facciamola valere, altro che andare a troppe concessioni. Intanto, anche i politici, che abbiano più grinta e meno sindrome di inferiorità! Buon Natale e Buon 2018
paolino1962 3 anni fa su tio
Ma perché non arrivare al classico báratro? Merci dal Gottardo contro accordi bilaterali più easy? Ci facciamo troppo condizionare dalla UE e sembra che tutti abbiamo paura. Siamo svizzeri per la nostra identità e facciamola valere, altro che andare a troppe concessioni. Intanto, anche i politici che abbiano più grinta e meno sindrome di inferiorità! Buon Natale e Buon 2018
nordico 3 anni fa su tio
Ma Levrat non è quel tale che voleva promuovere l'Islam a religione ufficiale Svizzera? Sembra proprio una fonte inesauribile di stupidaggini. Non è ancora ora che vada in pensione?
Gus 3 anni fa su tio
Il solito svizzero francese socialista pieno di sé e supponente all'infinito
Danny50 3 anni fa su tio
Patetici. Non hanno voluto limitare gli accordi a questioni commerciali tariffarie e di libero scambio ma hanno voluto coinvolgere politicamente la Svizzera nell’UE a cominciare dalla libera circolazione sapendo che per 1 svizzero che va in europa, sarebbero arrivato 500 europei in CH. Non hanno neanche saputo ottenere di poter operare con servizi finanziari in UE, quando in CH fanno tutti quello che vogliono. Adesso l’oca non sa più da che parte stare e l’azzurro vuole inventarsi un ulteriore ufficio di fuchi. Ma andate a casa che é meglio
fakocer 3 anni fa su tio
Che ridere. Levrat non ha nessuna posizione politica e men che meno carisma per sancire direttive su gli atti o convinzioni altrui (non ha nemmeno la faccia e la correlata mimica per configurare un minimo di credibilità). Cassis (al quale non presterei una matita su qualunque garanzia mi potesse offrire) giocherella con vocaboli d'impossibile combinazione: "nuova autorità-segretariato di stato per l'Europa". Avend'egli dichiarato che ne fuma cinque al giorno non oso indagare oltre. Meglio non sapere.
Fran 3 anni fa su tio
Ahaha stagista. Mi piace. :-)))
vulpus 3 anni fa su tio
Questa è nuova. I consiglieri federali non dovrebbero fare quello che decide il popolo? Da quando in q iniziative a fantasia, come alla dichiarazione della signora Leuthard?
Nmemo 3 anni fa su tio
Si è politicamente proposto come “coperchio universale”, ora è difficile scegliere la pignatta che lo potrà sorreggere adeguatamente e a lungo.
Nmemo 3 anni fa su tio
Si è politicamente proposto come “coperchio universale”e ora è difficile scegliere la pignatta che lo potrà sorreggere adeguatamente e a lungo.
clay 3 anni fa su tio
l`uomo sbagliato al posto sbagliato, balivo delle cassemalati e di chi lo muove (burattinai europei)

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-27 10:09:19 | 91.208.130.85