keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
26 min
Il bagno notturno nella Glatt finisce in tragedia
Un 48enne è deceduto dopo aver tentato di soccorrere un altro natante sorpreso dalle correnti
SVIZZERA
26 min
In Svizzera 152 nuovi contagi
In calo rispetto a ieri i nuovi positivi, ma il Covid continua a diffondersi
SVIZZERA
1 ora
Exit non assisterà più gli svizzeri residenti all'estero
Lo ha confermato la stessa organizzazione in una lettera ai suoi soci, le motivazioni sono di carattere pratico
BERNA
2 ore
Schianto dello Ju-52: Berna vuole vederci chiaro
L'autorità per l'aviazione olandese è stata incaricata d'indagare sull'incidente e su eventuali manchevolezze dell'UFAC.
GRIGIONI
2 ore
A 143 km/h sugli 80, e dice ciao alla sua Mini (e alla patente)
Un sabato di controlli di velocità in Val Müstair con diversi “flash” e ben 9 patenti ritirate
SVIZZERA
3 ore
«Il riscaldamento climatico sta bruciando le nostre Alpi»
Fra ghiacciai in fusione, siccità e frane l'allarme dell'Iniziativa delle Alpi: «Non si può più tergiversare»
SVIZZERA
3 ore
«La pandemia ha logorato i nervi degli svizzeri»
Che sono più stanchi e facili alla rabbia (anche sui social), ne è convinto Alain Berset: «Anche per noi è difficile»
SVIZZERA
4 ore
Hai cibo in valigia? Potresti rischiare una multa
Per importare vegetali, frutta, verdura, fiori recisi, sementi e altri prodotti freschi serve un certificato.
FRIBURGO
14 ore
Tre feriti in uno scontro frontale
Il conducente ha perso il controllo del veicolo, trovandosi di fronte l'auto che procedeva in senso contrario
BERNA
27.11.2017 - 15:220
Aggiornamento : 16:46

Dominique de Buman eletto presidente del Consiglio nazionale

Il consigliere ha ottenuto 160 voti su 179 schede valide

BERNA - Dominique de Buman è il nuovo presidente - per un anno - del Consiglio nazionale. Il popolare-democratico domiciliato a Friburgo è stato eletto oggi con 160 voti su 179 schede valide. Succede al democentrista Jürg Stahl (ZH).

De Buman - classe 1956 - è consigliere nazionale dal 2003. Giurista di formazione, discendente da una antica famiglia patrizia friburghese, è stato per dieci anni (1994-2004) sindaco di Friburgo. È presidente della Federazione svizzera del turismo e delle Funivie svizzere.

A livello parlamentare, siede nella Commissione dell'economia e dei tributi sin dal 2005 ed è presidente dell'Ufficio del Nazionale. In precedenza è stato pure membro della Commissione della gestione e di quella della scienza, dell'educazione e della cultura (2003-2005). È il quinto friburghese a presiedere la Camera del popolo.

De Buman è stato vicepresidente del PPD svizzero dal 2004 al 2016. Moderato, appartiene all'ala sociale del partito. Nel 2009 ha tentato anche, senza successo, la scalata al Consiglio federale al posto del dimissionario Pascal Couchepin (PLR).

Coesione nazionale e Nicolao della Flüe - Nel suo discorso, dopo aver ringraziato i cittadini del canton Friburgo, il suo partito e la sua famiglia, nonché Jürg Stahl, che l'ha preceduto alla presidenza, de Buman ha ricordato l'importanza della coesione nazionale, della pace, della democrazia e dello Stato di diritto.

Il neo presidente del Nazionale ha inoltre reso omaggio a Nicolao della Flüe, che nel 1481 ha permesso l'entrata del suo cantone di Friburgo nella Confederazione quale primo cantone romando. L'eremita obvaldese, la cui statua è presente a Palazzo federale, ha segnato le istituzioni elvetiche, "con lo spirito di concordanza e di proporzionalità, ciò che rende possibile il vivere assieme a lungo termine", ha aggiunto.

Il Primo cittadino ha poi voluto sottolineare la sua passione per la musica e il jazz in particolare, invitando l'Ensemble 4 G(énérations) a un'esibizione in Parlamento. Si è quindi assistito a una versione jazz del canto tradizionale "Lyoba" dell'abate Joseph Bovet, da parte dei quattro musicisti.

Carobbio e Moret vicepresidenti - Come consuetudine, la Camera ha poi proceduto all'elezione dei due vicepresidenti per il periodo 2017-2018: la prima vicepresidente sarà Marina Carobbio (PS/TI), che ha ottenuto 154 voti su 179 schede valide, la seconda Isabelle Moret (PLR/VD), che ha ricevuto 145 voti su 163 schede valide.

Salvo sorprese, la Carobbio dovrebbe quindi presiedere la Camera del popolo nel 2019. L'ultima volta che un ticinese è stato eletto alla presidenza del Nazionale era nel 2008/2009 con Chiara Simoneschi-Cortesi (PPD). Prima di lei hanno assunto tale carica Luigi Generali (PLR) nel 1978/79, Enrico Franzoni (PPD) nel 1972/73, Aleardo Pini (PLR) nel 1950/51, Ruggero Dollfus (PPD) nel 1932/33, Evaristo Garbani-Nerini (PLR) nel 1920/21 e Giovanni Battista Pioda (PLR) nel 1853/54.

Al Consiglio degli Stati i presidenti ticinesi sono stati sette. L'ultimo è stato Filippo Lombardi (PPD) nel 2012/13.

Dominique de Buman (PPD/FR) è stato eletto con 160 voti su 179 schede valide per il periodo 2017-2018. Subentra a Jürg Stahl (UDC/ZH).

Schede distribuite: 191

Schede rientrate: 189

Schede bianche: 10

Schede nulle: 0

Schede valide: 179

Maggioranza assoluta: 90

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-09 12:59:42 | 91.208.130.86