Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
4 min
Le nuove varianti sono sempre più diffuse in Svizzera
Oggi le autorità sanitarie federali sono a conoscenza di 674 casi (ieri erano 582)
SVIZZERA
1 ora
Il 4% delle reclute è positivo al coronavirus
Tutti i giovani che negli scorsi giorni sono entrati in servizio sono stati sottoposti al test
SVIZZERA
1 ora
La task force Covid-19 cambia pelle
Ci sono state una dozzina di dimissioni da quando l'organo è stato istituito nel marzo 2020
SVIZZERA
1 ora
Telelavoro, il piede del virus sul pedale di una rivoluzione già in corso
Vantaggi, svantaggi, stress, produttività. La pandemia ha accelerato i cambiamenti nel mondo del lavoro
SVIZZERA
1 ora
Un altro caso di aviaria sul lago di Costanza
Le autorità ordinano ulteriori misure per proteggere il pollame
VALLESE
2 ore
Penuria di vaccini in Vallese
Il cantone romando non riceverà rifornimenti fino a inizio febbraio.
SVIZZERA
2 ore
«42 reazioni avverse al vaccino»
Il dato è stato comunicato da Swissmedic: in Svizzera per ora sono state vaccinate quasi 170'000 persone.
SVIZZERA
3 ore
Altro calo dei contagi in Svizzera
Nelle ultime 24 ore sono pure state ospedalizzate 92 persone.
FOTO
BERNA
3 ore
Cinquanta vitelli morti in un incendio
Il rogo è divampato la scorsa notte in una fattoria di Cortébert.
FOTO
GRIGIONI
4 ore
Uno schianto in mezzo alla bufera
Uno scontro frontale sul Passo del Bernina ha provocato il ferimento di una donna ieri sera.
SVIZZERA
4 ore
Bambini in affidamento: bisognerà ascoltare la loro opinione
In Svizzera sono circa 18mila i bambini con genitori affidatari. Che ora avranno diritto anche a"una persona di fiducia"
GINEVRA
5 ore
Investito da una moto, muore pedone di 83 anni
Il centauro è rimasto gravemente ferito ma la sua vita non è in pericolo
SVIZZERA
5 ore
Armi nucleari: trattato di proibizione in vigore senza la Svizzera
L'accordo vieta l'uso, lo sviluppo, la produzione, i test. Ma anche di assistere chiunque in queste attività
SVIZZERA
5 ore
Quel box di sterilizzazione dell'aria che provoca danni a occhi e pelle
Richiamati i prodotti della Yves Swiss. Il problema si presenta solo sui vecchi modelli
BASILEA CITTÀ
5 ore
Protesta contro le banche, prosciolti gli attivisti di UBS
A luglio 2019 occuparono l'ingresso della banca. Ma il mese scorso UBS ha ritirato le denunce penali
SVIZZERA
6 ore
Quasi 170'000 svizzeri sono già stati vaccinati
Ticino esempio virtuoso: siamo sopra la media nazionale con 2,92 vaccinati ogni 100 abitanti (10'275 persone in totale)
SVITTO
7 ore
Investito da un'auto, gravissime ferite per un e-biker
Rischia di morire il 32enne vittima dell'incidente avvenuto ieri sea a Lachen.
SVIZZERA
7 ore
Profondo rosso per AutoPostale
La pandemia di coronavirus ha provocato un buco di 50 milioni di franchi nell'esercizio 2020.
SVIZZERA
8 ore
Covid e mercato immobiliare, il rischio bolla si sgonfia
Nell'ultimo trimestre del 2020 l'indice RERI si è fissato a 3,5 punti
SVIZZERA
8 ore
Sepp Blatter è in coma artificiale dopo un intervento al cuore
L'ex presidente della FIFA ha passato 4 settimane in un reparto di cure intense.
FRIBURGO
9 ore
Il minicircuito del piccolo astro del motocross deve essere raso al suolo
Il padre di Ryan Oppliger è infuriato. La pista allestita in casa non piace alle autorità.
BERNA
22.11.2017 - 12:180

Ecco i passi per una rapida attuazione dello sviluppo dell'esercito

Il Consiglio federale ha approvato una serie di revisioni di ordinanze che precisano le disposizioni della nuova legge militare

BERNA - Nella sua seduta del 22 novembre 2017 il Consiglio federale ha approvato una serie di revisioni di ordinanze che precisano le disposizioni della nuova legge militare per l’ulteriore sviluppo dell’esercito (USEs). Le revisioni delle ordinanze entreranno in vigore il 1° gennaio 2018, in concomitanza con l’inizio della fase quinquennale di attuazione dell’USEs.

L’obiettivo dell’USEs è di disporre di un esercito più piccolo, ma più flessibile e meglio equipaggiato. La sua messa in atto inizierà il 1° gennaio 2018 e durerà presumibilmente cinque anni. In vista dell’attuazione occorre rivedere una serie di ordinanze per precisare le disposizioni della nuova legge militare. Il Consiglio federale ha già provveduto nei mesi scorsi ad adeguare alcune di queste ordinanze. Nella sua seduta del 22 novembre ha approvato ulteriori revisioni che entreranno in vigore il 1° gennaio 2018. Seguiranno altre revisioni nel corso dell’attuazione.

Ordinanza concernente l’obbligo di prestare servizio militare (OOPSM):
l’USEs comporta modifiche in materia di obbligo di prestare servizio militare. L’OOPSM disciplina in primo luogo gli aspetti essenziali dal reclutamento fino al proscioglimento dall’obbligo di prestare servizio militare: stabilisce per esempio l’inizio e la durata dell’obbligo di prestare servizio militare per i militari di truppa e i sottufficiali, la durata delle istruzioni di base e dei quadri o le questioni riguardanti la chiamata in servizio e il differimento del servizio. In secondo luogo, l’ordinanza disciplina le competenze della Confederazione e dei Cantoni in particolare nell’ambito del reclutamento e dei controlli. Questa ordinanza riprende le disposizioni di ordinanze attualmente in vigore che, di conseguenza, saranno abrogate. Inoltre in un allegato dell’OOPSM vengono adeguate alcune disposizioni dell’ordinanza sul servizio civile (OSCi) che si fondano su norme relative all’obbligo di prestare servizio militare. In particolare è ora in vigore un obbligo di effettuare ogni anno prestazioni di servizio di almeno 26 giorni a partire dal secondo anno successivo a quello in cui l’ammissione al servizio civile passa in giudicato. Finora tale obbligo vigeva a partire dal 27esimo anno d’età.

Ordinanza concernente la mobilitazione per determinati servizi d’appoggio e servizi attivi (OMob):
l’USEs prevede di chiamare in servizio, equipaggiare e impiegare rapidamente ampie parti dell’esercito. L’ordinanza concretizza la chiamata per il servizio d’appoggio a favore di autorità civili, per accrescere la prontezza dell’esercito oppure per il servizio attivo. Inoltre disciplina le procedure e le competenze di Confederazione, Cantoni, Comuni e privati e determina la forma della mobilitazione. Per esempio, la chiamata in servizio delle nuove formazioni di milizia in prontezza elevata potrà essere effettuata anche tramite SMS o e-mail.

Regolamento di servizio dell’esercito (RSE):
in vista dell’USEs i tipi di congedo, le condizioni per ottenere un congedo nonché le procedure e le competenze per la relativa domanda vengono fissati esclusivamente nel regolamento di servizio. In tal modo si evitano doppioni con altri atti normativi. Il RSE introduce la possibilità per le reclute, i soldati e i quadri di prendere due singoli giorni di congedo a libera scelta durante la scuola reclute. Il regolamento di servizio continua a fornire ai singoli soldati una panoramica sull’andamento del servizio e sui loro diritti e obblighi.

Ordinanza concernente l’apprezzamento medico dell’idoneità al servizio militare e dell’idoneità a prestare servizio militare (OAMM):
poiché con l’USEs la commissione per la visita sanitaria disporrà di nuove possibilità e combinazioni, l’allegato della relativa ordinanza è stato modificato, riformulato e articolato diversamente.

Ordinanza sul contributo per la formazione per i quadri di milizia dell’esercito (OCFQE):
si tratta di una nuova ordinanza che precisa il sistema di incentivi supplementari per i nuovi quadri di milizia fissato dal Parlamento nella nuova legge militare (art. 29a). Ai militari che assolvono un’istruzione a sottufficiale superiore o a ufficiale fino a livello di stati maggiori dei corpi di truppa sarà accordato un contributo finanziario utilizzabile per coprire i costi di una formazione o formazione continua in ambito civile. Il contributo per la formazione destinato ai quadri di milizia dell’esercito serve esclusivamente a finanziare costi di una formazione o formazione continua in ambito civile, ovvero tasse universitarie, scolastiche, di corsi ed esami. Al riguardo esistono precise disposizioni sulla scelta degli istituti di formazione. I contributi variano dai 3300 e gli 11 300 franchi a seconda del grado e della funzione.

Ordinanza concernente la salvaguardia della sovranità sullo spazio aereo (OSS):
le disposizioni concernenti l’impiego delle armi contro aeromobili sono state inserite nella legge militare (Art. 92a), ragione per cui le relative disposizioni della presente ordinanza vengono abrogate. L’ordinanza precisa inoltre le procedure tra la sicurezza aerea e le Forze aeree quando vi sono indizi che aeromobili violano la sovranità sullo spazio aereo o contravvengono gravemente alle norme sulla navigazione aerea.

Ordinanza sullo sport militare:
finora gli allenatori, gli assistenti e i funzionari dovevano assolvere il loro totale obbligatorio di giorni di servizio d’istruzione prima di poter prestare dei giorni di servizio supplementari per sostenere gli sportivi di punta. Questa restrizione è ora soppressa affinché tali persone e gli sportivi di punta siano posti sullo stesso piano. Inoltre finora i militari nello Stato maggiore specializzato sport e nello Stato maggiore del Centro di competenza sport dell’esercito erano considerati specialisti e sulla base di questo status potevano essere chiamati per prestare servizi a giorni singoli. In seguito a una modifica dell’OOPSM lo status di specialista viene a cadere e i militari dei suddetti stati maggiori presteranno nei corsi di ripetizione lo stesso numero di giorni di servizio degli altri militari di grado equivalente. Tuttavia, sarà ancora possibile chiamare in servizio tali militari per prestare servizi a giorni singoli.

Ordinanza sulla giustizia militare (O-GM):
si tratta di una nuova ordinanza che disciplina i compiti e l’organizzazione della giustizia militare. Le autorità militari di perseguimento penale saranno suddivise in tre regioni linguistiche sia per quanto riguarda i giudici istruttori che per quanto concerne gli auditori (procuratori militari). Gli attuali otto tribunali militari di prima istanza verranno ridotti a tre: un tribunale di lingua tedesca e un tribunale di lingua francese, che disporranno ciascuno di varie sezioni, nonché un tribunale di lingua italiana. Inoltre, l’O-GM precisa l’obbligo di prestare servizio militare dei membri della giustizia militare che può derogare da quello dei militari e dipendere dalle singole funzioni.

Ordinanza sullo Stato maggiore del Consiglio federale Centrale nazionale d’allarme (O SM CF CENAL):
l’USEs comporta modifiche per quanto riguarda l’effettivo e l’organizzazione della formazione di sostegno militare alla Centrale nazionale d’allarme (CENAL) in seno all’Ufficio federale della protezione della popolazione. In particolare l’effettivo regolamentare dello Stato maggiore del Consiglio federale CENAL deve essere aumentato affinché possa adempiere nuovi compiti a sostegno dello Stato maggiore federale per la gestione delle minacce nucleari, biologiche, chimiche e naturali (SMF NBCN).


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-01-22 17:01:31 | 91.208.130.87