Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
41 min
Giovani, chiedetevi: «Devo veramente andare a quella festa?»
È l’appello del capo delle emergenze dell’Oms, Mike Ryan
SVIZZERA
4 ore
«Automobile al sole: una trappola mortale». Parola del TCS
Qualche consiglio utile per evitare brutte sorprese in questi giorni di canicola
OBVALDO
5 ore
Titlis: boom di turisti elvetici, ma non è sufficiente
Gli impianti di risalita sono presi d'assalto, ma manca comunque circa il 70% dei visitatori
SVIZZERA / LIBANO
6 ore
Nessun aiuto svizzero al Governo libanese
Gli aiuti andranno direttamente alla popolazione, tramite la Croce Rossa
SVIZZERA
6 ore
Quella fragola è pericolosa
La Confederazione mette in guardia su una formina refrigerante venduta da Depot
SVIZZERA
7 ore
Sviluppata una membrana che distrugge batteri e virus
Il procedimento potrebbe essere utile anche in chiave anti Covid-19
FRIBORGO
7 ore
Si cercano i testimoni dell'aggressione sul treno
L'aggressore aveva assalito una 27enne con una bottiglia su un InterCity.
SVIZZERA
8 ore
Panne per Postfinance: ritardi nell'elaborazione dei pagamenti
Numerosi pensionati si sono lamentati: la loro pensione non sarebbe arrivata
SVIZZERA
8 ore
Anche Berna, Argovia e Turgovia chiedono le liste degli arrivi a Kloten
Il canton Zurigo ha iniziato mercoledì a raccogliere questi dati per verificare il rispetto dell'obbligo di quarantena.
SVIZZERA
8 ore
Nel canton Zugo 20 procedimenti per truffe con i prestiti Covid
L'importo complessivo dei raggiri raggiunge i 3,8 milioni di franchi
SVIZZERA
8 ore
Mascherine a scuola? Le diverse soluzioni dei Cantoni
Tra obbligo di mascherina e distanze di sicurezza, i Cantoni si preparano per il rientro a scuola
SVIZZERA
9 ore
Finanziamento di due progetti per il Covid
Il primo riguarda l'analisi sierologica, il secondo è un apparecchio portatile per una rapida identificazione del virus
SVIZZERA
10 ore
Mascherine monouso o di stoffa: quali utilizzare?
L'Ufficio federale della sanità le raccomanda entrambe, a meno che si abbiano dei sintomi
SVIZZERA
10 ore
Più di 11'000 firme per accogliere i rifugiati eritrei
La petizione chiede di mettere fine alla politica restrittiva nei loro confronti.
SVIZZERA
11 ore
Altri 161 casi, otto ricoveri e tre decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 36'269. I decessi sono 1'712.
SVIZZERA
12 ore
Il Covid-19 non giustifica decisioni prese in videoconferenza
Secondo il Tribunale federale la procedura non può essere imposta se una parte si oppone.
SVIZZERA
12 ore
L'infrastruttura digitale «è carente» nel settore pubblico
Il problema è emerso soprattutto nel periodo di lockdown.
SVIZZERA
12 ore
Swissport vuole abbassare i salari di circa 2500 dipendenti
La società sta attualmente cercando di rinegoziare le condizioni di lavoro dei suoi collaboratori con le parti sociali
SVIZZERA
12 ore
Condanna confermata all'attivista per i diritti umani
La 74enne basilese era accusata di aver violato la legge sugli stranieri
FOTO
BERNA
12 ore
Niente esibizioni di volo sull'Axalp quest'anno
L'evento era previsto per il 13 e 14 ottobre
SVIZZERA
13 ore
Durante il lockdown anche il consumo di energia va giù
Crollo del 12% rispetto allo scorso anno, indica l'Ufficio federale dell'energia
BERNA
22.11.2017 - 12:180

Ecco i passi per una rapida attuazione dello sviluppo dell'esercito

Il Consiglio federale ha approvato una serie di revisioni di ordinanze che precisano le disposizioni della nuova legge militare

BERNA - Nella sua seduta del 22 novembre 2017 il Consiglio federale ha approvato una serie di revisioni di ordinanze che precisano le disposizioni della nuova legge militare per l’ulteriore sviluppo dell’esercito (USEs). Le revisioni delle ordinanze entreranno in vigore il 1° gennaio 2018, in concomitanza con l’inizio della fase quinquennale di attuazione dell’USEs.

L’obiettivo dell’USEs è di disporre di un esercito più piccolo, ma più flessibile e meglio equipaggiato. La sua messa in atto inizierà il 1° gennaio 2018 e durerà presumibilmente cinque anni. In vista dell’attuazione occorre rivedere una serie di ordinanze per precisare le disposizioni della nuova legge militare. Il Consiglio federale ha già provveduto nei mesi scorsi ad adeguare alcune di queste ordinanze. Nella sua seduta del 22 novembre ha approvato ulteriori revisioni che entreranno in vigore il 1° gennaio 2018. Seguiranno altre revisioni nel corso dell’attuazione.

Ordinanza concernente l’obbligo di prestare servizio militare (OOPSM):
l’USEs comporta modifiche in materia di obbligo di prestare servizio militare. L’OOPSM disciplina in primo luogo gli aspetti essenziali dal reclutamento fino al proscioglimento dall’obbligo di prestare servizio militare: stabilisce per esempio l’inizio e la durata dell’obbligo di prestare servizio militare per i militari di truppa e i sottufficiali, la durata delle istruzioni di base e dei quadri o le questioni riguardanti la chiamata in servizio e il differimento del servizio. In secondo luogo, l’ordinanza disciplina le competenze della Confederazione e dei Cantoni in particolare nell’ambito del reclutamento e dei controlli. Questa ordinanza riprende le disposizioni di ordinanze attualmente in vigore che, di conseguenza, saranno abrogate. Inoltre in un allegato dell’OOPSM vengono adeguate alcune disposizioni dell’ordinanza sul servizio civile (OSCi) che si fondano su norme relative all’obbligo di prestare servizio militare. In particolare è ora in vigore un obbligo di effettuare ogni anno prestazioni di servizio di almeno 26 giorni a partire dal secondo anno successivo a quello in cui l’ammissione al servizio civile passa in giudicato. Finora tale obbligo vigeva a partire dal 27esimo anno d’età.

Ordinanza concernente la mobilitazione per determinati servizi d’appoggio e servizi attivi (OMob):
l’USEs prevede di chiamare in servizio, equipaggiare e impiegare rapidamente ampie parti dell’esercito. L’ordinanza concretizza la chiamata per il servizio d’appoggio a favore di autorità civili, per accrescere la prontezza dell’esercito oppure per il servizio attivo. Inoltre disciplina le procedure e le competenze di Confederazione, Cantoni, Comuni e privati e determina la forma della mobilitazione. Per esempio, la chiamata in servizio delle nuove formazioni di milizia in prontezza elevata potrà essere effettuata anche tramite SMS o e-mail.

Regolamento di servizio dell’esercito (RSE):
in vista dell’USEs i tipi di congedo, le condizioni per ottenere un congedo nonché le procedure e le competenze per la relativa domanda vengono fissati esclusivamente nel regolamento di servizio. In tal modo si evitano doppioni con altri atti normativi. Il RSE introduce la possibilità per le reclute, i soldati e i quadri di prendere due singoli giorni di congedo a libera scelta durante la scuola reclute. Il regolamento di servizio continua a fornire ai singoli soldati una panoramica sull’andamento del servizio e sui loro diritti e obblighi.

Ordinanza concernente l’apprezzamento medico dell’idoneità al servizio militare e dell’idoneità a prestare servizio militare (OAMM):
poiché con l’USEs la commissione per la visita sanitaria disporrà di nuove possibilità e combinazioni, l’allegato della relativa ordinanza è stato modificato, riformulato e articolato diversamente.

Ordinanza sul contributo per la formazione per i quadri di milizia dell’esercito (OCFQE):
si tratta di una nuova ordinanza che precisa il sistema di incentivi supplementari per i nuovi quadri di milizia fissato dal Parlamento nella nuova legge militare (art. 29a). Ai militari che assolvono un’istruzione a sottufficiale superiore o a ufficiale fino a livello di stati maggiori dei corpi di truppa sarà accordato un contributo finanziario utilizzabile per coprire i costi di una formazione o formazione continua in ambito civile. Il contributo per la formazione destinato ai quadri di milizia dell’esercito serve esclusivamente a finanziare costi di una formazione o formazione continua in ambito civile, ovvero tasse universitarie, scolastiche, di corsi ed esami. Al riguardo esistono precise disposizioni sulla scelta degli istituti di formazione. I contributi variano dai 3300 e gli 11 300 franchi a seconda del grado e della funzione.

Ordinanza concernente la salvaguardia della sovranità sullo spazio aereo (OSS):
le disposizioni concernenti l’impiego delle armi contro aeromobili sono state inserite nella legge militare (Art. 92a), ragione per cui le relative disposizioni della presente ordinanza vengono abrogate. L’ordinanza precisa inoltre le procedure tra la sicurezza aerea e le Forze aeree quando vi sono indizi che aeromobili violano la sovranità sullo spazio aereo o contravvengono gravemente alle norme sulla navigazione aerea.

Ordinanza sullo sport militare:
finora gli allenatori, gli assistenti e i funzionari dovevano assolvere il loro totale obbligatorio di giorni di servizio d’istruzione prima di poter prestare dei giorni di servizio supplementari per sostenere gli sportivi di punta. Questa restrizione è ora soppressa affinché tali persone e gli sportivi di punta siano posti sullo stesso piano. Inoltre finora i militari nello Stato maggiore specializzato sport e nello Stato maggiore del Centro di competenza sport dell’esercito erano considerati specialisti e sulla base di questo status potevano essere chiamati per prestare servizi a giorni singoli. In seguito a una modifica dell’OOPSM lo status di specialista viene a cadere e i militari dei suddetti stati maggiori presteranno nei corsi di ripetizione lo stesso numero di giorni di servizio degli altri militari di grado equivalente. Tuttavia, sarà ancora possibile chiamare in servizio tali militari per prestare servizi a giorni singoli.

Ordinanza sulla giustizia militare (O-GM):
si tratta di una nuova ordinanza che disciplina i compiti e l’organizzazione della giustizia militare. Le autorità militari di perseguimento penale saranno suddivise in tre regioni linguistiche sia per quanto riguarda i giudici istruttori che per quanto concerne gli auditori (procuratori militari). Gli attuali otto tribunali militari di prima istanza verranno ridotti a tre: un tribunale di lingua tedesca e un tribunale di lingua francese, che disporranno ciascuno di varie sezioni, nonché un tribunale di lingua italiana. Inoltre, l’O-GM precisa l’obbligo di prestare servizio militare dei membri della giustizia militare che può derogare da quello dei militari e dipendere dalle singole funzioni.

Ordinanza sullo Stato maggiore del Consiglio federale Centrale nazionale d’allarme (O SM CF CENAL):
l’USEs comporta modifiche per quanto riguarda l’effettivo e l’organizzazione della formazione di sostegno militare alla Centrale nazionale d’allarme (CENAL) in seno all’Ufficio federale della protezione della popolazione. In particolare l’effettivo regolamentare dello Stato maggiore del Consiglio federale CENAL deve essere aumentato affinché possa adempiere nuovi compiti a sostegno dello Stato maggiore federale per la gestione delle minacce nucleari, biologiche, chimiche e naturali (SMF NBCN).


YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 00:05:18 | 91.208.130.86