SVIZZERA
26.09.2017 - 15:490

Il Consiglio nazionale in breve

BERNA - Nella sua seduta odierna, il Consiglio nazionale ha:

- ALIMENTI EQUI: iniziato l'esame dell'iniziativa popolare "Per alimenti equi" dei Verdi. Secondo la maggioranza del plenum, che voterà solo giovedì, la proposta è inutile, di difficile se non impossibile applicazione e contraria agli accordi commerciali internazionali sottoscritti dalla Confederazione. Stando alle indicazioni dei gruppi parlamentari e sulla scorta dei primi interventi, l'iniziativa difficilmente sarà adottata, così come anche il controprogetto diretto;

- GIOCHI IN DENARO: mantenuto una divergenza con gli Stati nell'ambito della nuova legge sui giochi in denaro. La Camera del popolo chiede di limitare i salari dei gestori dei casinò, affinché siano adeguati agli scopi di pubblica utilità. Il dossier va quindi in conferenza di conciliazione. Il Nazionale si è invece allineato alla Camera dei cantoni su tutti gli altri aspetti principali della nuova legislazione, approvando in particolare - con 108 voti contro 78 e 1 astenuto - l'esonero dal pagamento delle imposte solo per vincite inferiori al milione di franchi;

- STRATEGIA DIGITALE: approvato - con 100 voti contro 84 e 3 astenuti - una mozione di Fathi Derder (PLR/VD) che chiede al Consiglio federale di rafforzare la "governance" della sua strategia digitale, nominando ad esempio un Segretario di Stato. Il Consiglio degli Stati deve ancora pronunciarsi;

- LUOGHI DI CULTO ISLAMICI: approvato - con 94 voti contro 86 e 5 astenuti - una mozione del consigliere nazionale Lorenzo Quadri (Lega/TI) con la quale chiede che il finanziamento di moschee e centri islamici svizzeri con fondi provenienti dall'estero vada vietato e che gli imam siano obbligati a tenere le prediche nella lingua locale. Il Consiglio degli Stati deve ancora esprimersi;

- REGISTRO DELLE ESECUZIONI: adottato - con 110 voti contro 76 e 1 astenuto - una mozione del consigliere nazionale Martin Candinas (PPD/GR), con cui si vuole obbligare gli uffici delle esecuzioni ad effettuare una verifica del domicilio prima di rilasciare un estratto del registro. In tal modo si limiterebbero gli abusi. Il Consiglio degli Stati deve ancora pronunciarsi;

- TASSA FRONTALIERI: bocciato - con 130 voti contro 56 e 1 astenuto - una tassa d'entrata per i frontalieri al fine di coprire in parte gli inconvenienti generati dal traffico sull'ambiente e le infrastrutture e promuovere il lavoro dei residenti in Ticino. La consigliera federale Simonetta Sommaruga ha fatto notare che una simile tassa sarebbe discriminatoria nei confronti dei frontalieri, ossia contraria all'accordo sulla libera circolazione delle persone.

Ordine del giorno di mercoledì 27 settembre 2017 (08.00 - 13.00 / 15.00 - 19.00):

ASSEMBLEA FEDERALE:

- rinnovo integrale dei giudici del Tribunale federale dei brevetti per il periodo 2018 - 2023;

- elezione di un membro dell'Autorità di vigilanza sul Ministero pubblico della Confederazione;

- elezione del presidente e del vicepresidente del Tribunale penale federale per il periodo 2018-2019.

CONSIGLIO NAZIONALE:

- Legge sui giochi in denaro (proposta conferenza di conciliazione);

- Esposizione universale 2020 di Dubai;

- interventi parlamentari di competenza del DFAE;

- interventi parlamentari di competenza del DFF;

- estensione dello scambio automatico di informazioni relative a conti finanziari con 41 nuovi Stati partner dal 2018/2019.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
consiglio
stati
voti
consiglio nazionale
frontalieri
consiglio stati deve
mozione
tassa
stati deve ancora
giochi
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - POLICY - COMPANY PAGES

Ultimo aggiornamento: 2018-07-23 04:06:22 | 91.208.130.87