SVIZZERA
21.09.2017 - 14:220

Il Consiglio nazionale in breve

 

BERNA - Oggi il Consiglio nazionale non ha trattato come previsto inizialmente l'iniziativa popolare "Sì alla protezione della sfera privata" e il relativo controprogetto. La commissione preparatoria ha infatti deciso di sospendere i lavori nell'attesa che il governo risponda a una sua mozione depositata stamane. Lo ha dichiarato in aula il presidente della Camera del popolo Jürg Stahl (UD/ZH). Il dossier sarà ripreso durante la sessione invernale.

Il Nazionale ha invece:

- ACQUIS DI SCHENGEN: approvato, con 102 voti contro 75 e 10 astenuti, il messaggio sulla trasposizione del regolamento UE che istituisce la nuova guardia di frontiera e costiera europea. Con 91 voti contro 85 e 4 astensioni, la Camera del popolo ha limitato la partecipazione finanziaria della Svizzera a 12 milioni di franchi all'anno. Il dossier va agli Stati;

- SICUREZZA 1: preso atto del rapporto sulla politica di sicurezza della Svizzera;

- SICUREZZA 2: approvato, con 96 voti contro 68 e 4 astenuti, una mozione della sua Commissione della politica di sicurezza che chiede di rendere i rapporti sulla politica di sicurezza più corti e più chiari. Il mandato di elaborarli verrebbe inoltre conferito al Dipartimento federale della difesa (DDPS). Gli Stati devono ancora esprimersi;

- ARMI D'ORDINANZA: bocciato, con 120 voti contro 59 e 3 astenuti, una mozione di Chantal Galladé (PS/ZH) che voleva impedire ai soldati svizzeri di conservare a casa l'arma d'ordinanza;

- RELIGIONE: approvato, con 109 voti contro 64 e 9 astenuti, una mozione di Walter Wobmann (UDC/SO) che vuole mettere al bando l'organizzazione "Leggi!" e impedire azioni di reclutamento jihadista sotto le spoglie di azioni di distribuzione del Corano. Gli Stati devono ancora esprimersi;

- FORZE AEREE: bocciato, con 134 voti contro 43 e 5 astenuti, una mozione di Regula Rytz (Verdi/BE) che chiedeva di vietare, per motivi finanziari e di sicurezza, la partecipazione di squadriglie delle forze aeree svizzere alle manifestazioni civili. L'impiego di sarebbe stato riservato solamente a quelle militari;

- GIOVENTÙ+SPORT: approvato, con 133 voti contro 37 e 12 astenuti, una mozione di Alois Gmür (PPD/SZ) che chiede di abolire la moratoria, introdotta per ragioni finanziarie nel 2009, concernente l'ammissione di nuove discipline sportive al programma "Gioventù e Sport". Gli Stati devono ancora esprimersi.

Ordine del giorno di lunedì 25 settembre 2017 (14.30 - open end, verosimilmente verso le 20.00):

- Ora delle domande;

- Legge federale sulla trasformazione e l'ampliamento delle reti elettriche (divergenze);

- iniziativa popolare "Abolizione del canone Billag";

- iniziative parlamentari di competenza del DATEC.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-15 01:52:10 | 91.208.130.86