fotolia
BERNA
11.08.2017 - 20:250

Verso una politica più “trasparente”?

Il comitato promotore dell’iniziativa sulla trasparenza nel finanziamento della politica ha annunciato di aver raccolto 120'000 firme

 

BERNA - Il popolo sarà verosimilmente chiamato a esprimersi sull'iniziativa popolare "Per più trasparenza nel finanziamento della politica (Iniziativa sulla trasparenza)". Il comitato promotore - nel quale figurano tra gli altri esponenti del PS, dei Verdi, del PBD e del PEV - ha infatti annunciato in serata di aver raccolto 120'000 firme.

Il testo esige che i partiti politici rendano pubbliche tutte le donazioni di soldi o materiale del valore superiore a 10'000 franchi all'anno. Le formazioni rappresentate all'Assemblea federale dovrebbero inoltre pubblicare la lista dei "regali" ricevuti da persone fisiche o giuridiche. Anche i conti annuali vanno resi noti, indicando il bilancio e gli utili o le perdite realizzate.

I partiti e i candidati che spendono più di 100'000 franchi per una campagna elettorale o di votazione dovrebbero poi presentare il loro budget prima dello scrutinio precisando la provenienza dei fondi superiori ai 10'000 franchi.

L'iniziativa vieta inoltre l'accettazione di donazioni anonime in denaro o in natura. Tuttavia la legge può prevedere delle eccezioni. Le violazioni andranno sanzionate: il Parlamento dovrà stabilire in che modo nella legge di applicazione.

 

Commenti
 
Bandito976 2 anni fa su tio
Non solo della politica. Il popolo vorrebbe sapere quanti soldi vanno a paesi esteri sotto forma di aiuti. Il totale speso per il mantenimento degli asilanti compresi i costi di struttura e personale impiegato. Quanti soldi escono per gli aiuti sociali, ecc. Ecc.
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-13 04:37:37 | 91.208.130.87