ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
40 min
Stop alla triturazione di pulcini vivi
SVIZZERA
43 min
La rendita per figli alle persone in AI non diminuirà
SVIZZERA
1 ora
Bns: il franco si rafforza, i titoli delle banche salgono e gli analisti... analizzano
BASILEA CAMPAGNA
1 ora
25'000 franchi di ricompensa e il delinquente finisce in prigione
ZURIGO
1 ora
Donna morta in appartamento, arrestata una 36enne
SVIZZERA
2 ore
Pilatus, effetto sospensivo per il ritiro del personale dagli Emirati Arabi
SVIZZERA
2 ore
BKW rileva Swisspro
SVIZZERA
3 ore
Caccia, la legge incassa il favore delle Camere federali
APPENZELLO INTERNO
3 ore
Precipita per 120 metri, muore un escursionista 85enne
SVIZZERA
3 ore
La Bns ha deciso: il tasso guida resta invariato al -0,75%
SVIZZERA
3 ore
Assegni familiari alle madri disoccupate in maternità
BERNA
3 ore
Il video di "Bella Ciao" e s'interrompe il Consiglio Nazionale
SVIZZERA
4 ore
Ad agosto l'export svizzero è calato ancora (ma non per gli orologi)
BERNA
4 ore
Circonvallazione di Oberburg, si va in conciliazione
SVIZZERA
4 ore
Prodotti farmaceutici, fornitori nel mirino della COMCO
SVIZZERA
23.11.2016 - 10:530

«Niente più corsi obbligatori»

Anche il Consiglio federale ha confermato che, dal primo gennaio 2017, i detentori di cani non saranno più obbligati a seguire corsi di formazione

BERNA - Dal 1. gennaio 2017, i detentori di cani non saranno più obbligati a seguire corsi di formazione. Dopo che il Parlamento si era espresso a favore dell'abolizione a livello federale, oggi il Governo ha deciso di adeguare in tal senso l'ordinanza sulla protezione degli animali. I Cantoni potranno tuttavia ancora prescriverli.

La formazione con attestato di competenza (AC) per i detentori di cani obbligatoria in tutta la Svizzera era stata introdotta nel 2008. Ma nella sessione estiva e autunnale del 2016, le Camere federali hanno approvato una mozione di Ruedi Noser (PLR/ZH) per abolirla. Il "senatore" zurighese ha sostenuto con successo che "non ci sono dati concreti che comprovano l'efficacia dell'obbligatorietà".

Secondo Noser, i corsi per ottenere un'autorizzazione erano stati introdotti soltanto in seguito all'emozione suscitata da diversi attacchi sanguinosi commessi da cani. Ma non è possibile imputare alla formazione obbligatoria un calo degli incidenti o un miglior comportamento dei proprietari. Ora anche il Consiglio federale si è adeguato alla decisione del Parlamento.

Le altre disposizioni disposizioni della legislazione sulla protezione degli animali in materia di detenzione di cani, quali "i contatti sociali, il movimento, il ricovero, le responsabilità e gli obblighi di notifica" continueranno comunque ad essere validi. Inoltre, stando a una nota governativa, anche dopo l'abolizione dell'obbligo nazionale i Cantoni potranno prescrivere corsi per i possessori di cani che si basano su leggi cantonali.

Il Consiglio federale ritiene infine utili i corsi facoltativi, soprattutto per coloro che acquistano per la prima volta un cane. Secondo una valutazione, la formazione AC ha riscosso pareri prevalentemente positivi sia tra le autorità veterinarie cantonali sia tra i detentori di cani.

 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-19 13:18:28 | 91.208.130.85