ZURIGO
05.02.2014 - 11:540
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:03

Mercato immobiliare: indice UBS conferma rischio bolla

ZURIGO - Nel quarto trimestre 2013 il pericolo di una bolla immobiliare in Svizzera è ulteriormente cresciuto, anche se di poco, stando al relativo indice di UBS, che in tre mesi ha guadagnato 0,03 punti raggiungendo quota 1,23 punti. La situazione si starebbe comunque assestando.

Lo indica oggi il numero uno bancario elvetico in una nota. L'aumento dell'indice deriva essenzialmente dalla crescita dei prezzi dell'alloggio del 3,6% (con l'effetto dell'inflazione dedotto) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

Stando agli analisti di UBS, le tensioni sul mercato immobiliare stanno comunque gradualmente allentandosi: si registra infatti una stagnazione dei prezzi e persino un leggero calo nelle regioni più esposte a una bolla - Lago di Zurigo e arco lemanico. Quest'ultimo fenomeno è determinate per l'evoluzione dell'indice globale.

Il calo a Zurigo e sul Lemano è dovuto a un esodo verso regioni periferiche meno care. UBS segnala ad esempio un balzo dei prezzi nella Svizzera orientale.

Una riduzione dei prezzi del 5% basterebbe per far scendere l'indice UBS sotto la soglia di rischio, indica la grande banca. UBS inoltre avverte: misure anticicliche che dovessero ridurre i crediti potrebbero causare diminuzioni dei prezzi eccessive in un mercato già autonomamente in via di correzione.



ATS

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-11 04:50:31 | 91.208.130.89