ZURIGO
21.06.2013 - 11:140
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:03

Turisti svizzeri: record per le spese all'estero nel 2012

ZURIGO - I cambi favorevoli e i prezzi convenienti hanno spinto i turisti svizzeri ad incrementare le loro spese all'estero, che nel 2012 hanno toccato un nuovo record a 12,9 miliardi di franchi, pari a un incremento del 6,7% rispetto all'anno prima. Per contro le spese nella Confederazione degli ospiti stranieri sono calate dell'1,3% a 15 miliardi di franchi, indica l'Ufficio federale di statistica (UST) in una nota odierna.

Questi due fattori hanno inciso negativamente sulla bilancia turistica, che ha registrato un calo di un miliardo di franchi, confermando la flessione del saldo già osservata nel 2011 (-655 milioni). Il saldo resta comunque abbondantemente positivo con unâ€TMeccedenza di circa 2 miliardi di franchi, osserva l'UST.

Le spese fatte all'estero dagli svizzeri per viaggi con pernottamenti sono aumentate del 6,0%, a 9,8 miliardi di franchi, mentre quelle per il turismo giornaliero e di transito sono cresciute del 9,0%, superando per la prima volta i 3,1 miliardi di franchi, si legge nel comunicato.

Circa i due terzi del fatturato fatto registrare in Svizzera da turisti residenti all'estero sono stati generati dai pernottamenti. Dopo una leggera flessione nel 2011, questâ€TMultimi hanno subito un ulteriore calo di 212 milioni (-2%) nel 2012 attestandosi a 10,2 miliardi di franchi. Il risultato è dovuto a una nuova diminuzione delle presenze nel settore alberghiero e paralberghiero, i cui stabilimenti hanno registrato una flessione dei proventi pari al 4,8%, a fronte di spese medie per pernottamento rimaste stabili.

Dal canto loro, i soggiorni ospedalieri e di studio hanno segnato un aumento dei proventi nel 2012 (+5,7% a 2,9 miliardi) dovuto principalmente al maggior numero di studenti stranieri iscritti alle scuole universitarie e alle scuole private svizzere e alla crescita delle entrate per soggiorni ospedalieri.

La nuova flessione del fatturato del turismo giornaliero e di transito (-3,6% a 2,6 miliardi) è dovuta ai prezzi poco allettanti della Svizzera, mentre i ricavi provenienti dai consumi di frontalieri e dimoranti temporanei sono progrediti del 5,1%, riflettendo così lâ€TMaumento dei loro effettivi, e hanno raggiunto 2,2 miliardi di franchi.



ATS
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-18 03:50:26 | 91.208.130.86