Keystone
SVIZZERA
22.05.2020 - 13:270

Appello di Unia: un fondo d'aiuto per i lavoratori precari

Unia chiede di non dimenticare le persone escluse dalle misure di sostegno della Confederazione

BERNA - Il sindacato Unia e una ventina di organizzazioni chiedono a Confederazione e Cantoni di mettere a disposizione i mezzi per un fondo destinato a fornire protezione sociale ed economica ai gruppi di persone escluse dalle misure di sostegno per il coronavirus.

In un comunicato odierno, le organizzazioni scrivono che la crisi dovuta alla pandemia ha colpito in modo particolarmente duro i lavoratori precari: coloro che svolgono lavori domestici, badanti, sans-papiers, falsi lavoratori autonomi (es. autisti e addetti alle consegne non riconosciuti come dipendenti dal datore di lavoro) e persone licenziate senza indennità di disoccupazione sono esclusi dalle misure di sostegno federali finora decise.

Anche in condizioni normali si tratta di persone che spesso vivono al limite del minimo vitale e che attualmente non possono chiedere né le indennità di disoccupazione né quelle per la perdita di guadagno, rileva Unia.

Tra le organizzazioni che sostegno la richiesta figurano, fra gli altri, i sindacati dei servizi pubblici e sociosanitari (VPOD/SSP), dei media e della comunicazione (Syndicom) e del personale dei trasporti (SEV); ma anche Soccorso operaio svizzero (SOS), Médecins du Monde Svizzera, l'Osservatorio svizzero sul diritto d'asilo e degli stranieri, il Servizio cristiano per la pace, la Piattaforma nazionale dei sans-papiers, Terre des hommes e Emmaus.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
tip75 1 sett fa su tio
date lavoro ai residenti , bisogna cambiare le cose, inutile continuare a mettere cerotti
miba 1 sett fa su tio
Lavoratori precari o lavoratori in nero?????
Summerer 1 sett fa su tio
Chi ha lavorato legalmente, è giusto che riceva aiuti. Gli altri, che non hanno versato contributi, illegali, sans papier e compagnia bella: a casa e di corsa.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-05 12:36:17 | 91.208.130.86