Keystone
SVIZZERA
02.12.2019 - 14:370

Black Friday: una boccata d'ossigeno per i centri commerciali svizzeri

Venerdì, quelli della Svizzera tedesca hanno registrato un afflusso di clientela più che doppio rispetto a un venerdì normale

di Redazione
Ats

BERNA - I centri commerciali svizzeri, che da diversi anni si trovano ad affrontare un calo del fatturato, hanno registrato un aumento dell'affluenza della clientela in occasione del Black Friday della scorsa settimana: +115%, rispetto a un normale venerdì, nella Svizzera tedesca e +33% in Romandia. La Svizzera italiana non è stata presa in considerazione.

Le cifre sono stati fornite dall'ASE, società di analisi che installa sensori all'ingresso dei negozi per monitorarne la frequentazione. I dati confermano la tendenza secondo cui il "Venerdì nero" ha maggiore risonanza nelle regioni tedescofone, per ragioni storiche, ma anche per influenza della vicina Germania, dove l'evento è radicato da più tempo rispetto alla Francia.

Gli sconti di fine novembre in Romandia sono stati reclamizzati con numerose manifestazioni, che hanno però avuto un impatto limitato sulle abitudini dei consumatori e sulle vendite, secondo Jérôme Amoudruz, fondatore della piattaforma BlackFriday.ch. Ancora è troppo presto per una valutazione globale, ma sicuramente "sono stati spesi più soldi rispetto al 2018".

Il commerciante di prodotti elettronici e libri Fnac, secondo il suo direttore generale per la Svizzera Cédric Stassi, ha registrato un aumento della clientela nei negozi del 25% e una crescita del fatturato del 30%, mentre le vendite online sono raddoppiate rispetto allo scorso anno. Tendenza al rialzo anche per Manor, con cifre in progressione di poco meno del 10%.

La vicinanza del Black Friday con le feste natalizie costituisce un accresciuto rischio di cannibalizzazione, ma presenta tuttavia vantaggi per la vendita al dettaglio. Questo evento, secondo Stassi, alleggerisce la settimana che precede Natale, molto difficile da gestire in termini di flussi di clienti e di consegna dei prodotti.

Commenti
 
anndo76 1 sett fa su tio
ci fosse uno che conosce le dinamiche del "black friday"....( una delle piu' grosse prese per il c....o nata dai geni del marketing americano. pensi di fare affari ? ahahahah
jena 1 sett fa su tio
pensa che boccata di ossigeno se ci fossero meno ticinesi disoccupati...
skorpio 1 sett fa su tio
solo 2 parole, povera gente.... accecata dal consumismo... chissà quanti ( e ne sono contento) che avranno ricevuto tante di quelle fregate... merce scontata sulla base di un prezzo gonfiato più di quello esposto il giorno prima. prodotti elettronici ormai "vecchi" che non riuscivano a vendere... etc... ah si, quanti boccaloni....per non parlare dello stress, traffico, inquinamento, etc...
anndo76 1 sett fa su tio
@skorpio giustissimo. poi, come sempre, si lamentano per stipendi , costi etc. tutti vogliono fare i "nababbi", ma sacrifici nessuno !! e si lamentanooooo ahahahaah patetici
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-14 16:31:51 | 91.208.130.86