Keystone (archivio)
Per i dipendenti non vi saranno cambiamenti e non sono previsti licenziamenti.
ARGOVIA
23.10.2019 - 08:330
Aggiornamento : 13:12

Mani austriache su Mobili Pfister

Il gruppo svizzero dell'arredamento passa a XXXLutz. Non sono previsti cambiamenti per i dipendenti né licenziamenti

SUHR - Mobili Pfister passa in mani austriache: il gruppo svizzero dell'arredamento viene venduto a XXXLutz. Per i dipendenti non vi saranno cambiamenti e non sono previsti licenziamenti. I nomi dei marchi Mobili Pfister, Hubacher, Egger e Svoboda rimangono invariati.

Concretamente la F.G. Pfister Holding, controllata dalla Fondazione F.G. Pfister, vende le società Mobili Pfister, Arco Regio (con i negozi d'arredamento Hubacher, Egger e Svoboda), Pfister Professional e Pfister Servizio Tendaggi, indica un comunicato diramato oggi.

«Siamo un'azienda sana che opera in attivo. Per i commercianti di mobili nazionali diventa però sempre più difficile continuare a evolversi in questo arduo e competitivo contesto di mercato. Ciò che facciamo deve contribuire a mantenere la nostra posizione sul mercato anche in futuro, ad assicurare la competitività e la proficuità delle nostre società e, quindi, a tutelare i posti di lavoro», afferma Rudolf Obrecht, presidente del Consiglio d'amministrazione e delegato della F.G. Pfister Holding, citato nel comunicato.

«Con la vendita all'azienda familiare europea XXXLutz - aggiunge - assicuriamo la migliore opzione possibile per la società e i suoi dipendenti, a favore di una strategia orientata al futuro per uno sviluppo positivo a lungo termine delle società Pfister.»

«XXXLutz condivide con noi valori aziendali simili e dispone del potere di mercato necessario per garantire a lungo termine lo sviluppo delle aziende Pfister e dei loro posti di lavoro in Svizzera», afferma da parte sua Corina Eichenberger, presidente della Fondazione F.G. Pfister.

L'azienda fa risalire le sue origini all'attività di Johann Jakob Pfister, che nel 1882 aprì a Basilea un negozio di mobili e articoli da letto. Dopo la prematura morte del marito, nel 1912 la moglie Margaretha Pfister-Christen assunse la direzione della piccola impresa famigliare. In seguito l'attività venne gestita da uno dei quattro figli e nel 1922 la ditta individuale diventò una società anonima. Seguirono decenni di espansione. Oggi l'impresa ha 20 filiali in Svizzera e 1'200 dipendenti. In settembre il presidente della direzione Matthias Baumann aveva rassegnato le dimissioni con effetto immediato per motivi ignoti.

XXXLutz gestisce 297 negozi d'arredamento in dodici Paesi europei (Austria, Germania, Repubblica Ceca, Ungheria, Slovenia, Slovacchia, Croazia, Romania, Bulgaria, Svizzera, Svezia e Serbia) e occupa oltre 22'200 collaboratori. Con un fatturato annuo pari a 4,4 miliardi di euro, il gruppo austriaco è uno dei tre maggiori commercianti di mobili a livello mondiale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 13:07:04 | 91.208.130.89