Keystone
SVIZZERA
16.10.2019 - 09:010

Roche cresce più delle attese: alza le sue prospettive

Il fatturato è salito del 9% a 46,07 miliardi di franchi

BASILEA - Roche è cresciuta più delle attese nei primi nove mesi del 2019: il fatturato è salito del 9% a 46,07 miliardi di franchi (+10% a tassi di cambio costanti). Il colosso farmaceutico basilese migliora le prospettive per l'intero esercizio per la terza volta da inizio anno.

La divisione farmaceutica ha registrato una progressione delle vendite del 12% a 36,56 miliardi di franchi, si legge in un comunicato diramato oggi, mentre il comparto diagnostico segna un +1% a 9,51 miliardi. Come da tradizione per il primo trimestre e i primi nove mesi Roche non rende note cifre relative alla redditività.

Il giro d'affari della divisione farmaceutica è stato spinto soprattutto dai nuovi preparati Ocrevus contro la sclerosi multipla, Helimbra contro l'emofilia e gli antitumorali Tecentriq, Perjeta ed Avastin. Ad eccezione del Helimbra, ancora commercializzato da poco, tutti generano introiti per oltre un miliardo di dollari e fanno parte dei nuovi "blockbuster" del gruppo. La forte crescita dei nuovi prodotti ha più che compensato il calo del fatturato di Herceptin (-9%) e MabThera/Rituxan (-3%), dovuto all'influsso di prodotti concorrenti.

Gli analisti contattati dall'agenzia AWP si aspettavano in media un fatturato di 45,52 miliardi di franchi per l'intero gruppo, di 36,03 miliardi per la divisione farmaceutica e di 9,48 miliardi per quella diagnostica.

Per l'intero 2019 il gruppo alza quindi ancora le prospettive e punta ormai a un aumento delle vendite a tassi di cambio invariati vicino al 10%, a fronte di un +5-10% anticipato in luglio. Per l'utile per azione senza gli effetti dei cambi è attesa una progressione simile a quella del giro d'affari. Il gruppo intende inoltre aumentare il dividendo in franchi.

Nella nota il presidente della direzione Severin Schwan ribadisce che Roche crescerà anche oltre il 2019 grazie alla domanda sempre elevata dei prodotti più recenti. Inoltre il gruppo si mostra fiducioso di riuscire a concludere ancora quest'anno l'acquisizione di Spark.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-20 21:54:50 | 91.208.130.87