Keystone
Il gruppo di telecomunicazioni Sunrise riceve un ulteriore sostegno per l'acquisizione di UPC.
SVIZZERA
14.10.2019 - 09:420

Sunrise ottiene il sostegno di Glass Lewis per l'acquisto di UPC

La società di consulenza per gli azionisti californiana appoggia l'aumento di capitale per portare a buon fine l'operazione

ZURIGO - Il gruppo di telecomunicazioni Sunrise riceve un ulteriore sostegno per l'acquisizione di UPC: la società di consulenza per gli azionisti californiana Glass Lewis appoggia, come già fatto da zRating ed Ethos, l'aumento di capitale per portare a buon fine l'operazione, ha comunicato ieri sera Sunrise.

Il sostegno di Glass Lewis è stato accolto con favore, sottolinea la nota. Glass Lewis ha riconosciuto che la transazione è nell'interesse di tutti gli azionisti di Sunrise. Inoltre il secondo operatore telecom elvetico si è compiaciuto del fatto che le proposte di licenziamento del presidente del consiglio di amministrazione Peter Kurer e del presidente del comitato di revisione contabile, Jesper Ovesen, siano state respinte.

Oggi anche il gruppo americano Liberty Global, proprietario di UPC, si è espresso in favore dell'operazione: in un comunicato ha annunciato di sostenere l'aumento di capitale con un importo fino a 500 milioni di franchi. In tal caso la quota di Liberty Global passerebbe al 7,8%. In virtù di un precedente accordo con Sunrise, il proprietario di UPC si vedrebbe ugualmente gratificato di un seggio al consiglio di amministrazione.

In precedenza l'influente agenzia americana di consulenza Institutional Shareholder Services (ISS) aveva raccomandato di non accettare l'iniezione di capitale fino a 2,8 miliardi di franchi. Sunrise pagherebbe troppo per un'acquisizione il cui beneficio strategico a lungo termine appare discutibile, secondo ISS.

Sunrise nel comunicato ha dichiarato di essere convinta che la valutazione della ISS contenga errori fondamentali e sia fuorviante. ISS, secondo Sunrise, ha anche travisato fatti come la copertura in fibra ottica di Swisscom o la giustificazione strategica a lungo termine dell'operazione.

Il management di Sunrise continua quindi a raccomandare «insistentemente» agli azionisti di approvare la proposta di aumento di capitale di 2,8 miliardi di franchi. Questo, insieme all'aumento dell'indebitamento, dovrebbe portare il prezzo per l'acquisizione di UPC a 6,3 miliardi di franchi. In origine, Sunrise intendeva realizzare un aumento di capitale di 4,1 miliardi di franchi. Nel frattempo, la società di telecomunicazioni ha rivisto questi piani.

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-11-11 22:31:09 | 91.208.130.89