Keystone
ZURIGO
09.10.2019 - 09:580

Credit Suisse pensa ad un ritorno al private banking negli Usa

Sarebbe questione di patrimoni amministrati aggiuntivi pari a circa 15 miliardi di dollari e di al massimo 30 collaboratori in una nuova sede a Miami

ZURIGO - Dopo quattro anni di assenza il Credit Suisse starebbe esaminando la possibilità di rientrare nel settore della gestione patrimoniale negli Stati Uniti. Il Ceo Tidjiane Thiam intenderebbe così rafforzare la crescita nel private banking, scrive l'agenzia finanziaria Bloomberg basandosi su cerchie informate.

Sarebbe questione di patrimoni amministrati aggiuntivi pari a circa 15 miliardi di dollari e di al massimo 30 collaboratori in una nuova sede a Miami, con l'attenzione focalizzata sui sudamericani facoltosi. Stando alle fonti non sono però ancora state prese decisioni definitive e i colloqui si trovano solo in una fase preliminare.

I progetti - afferma l'articolo - avrebbero una valenza simbolica per il Credit Suisse e marcherebbero il suo ritorno al private banking su suolo statunitense dopo che il brokeraggio americano era stato trasferito nel 2015 a Wells Fargo & Co.

La banca non ha voluto commentare le informazioni nei confronti dell'agenzia AWP.
 
 

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-10-14 11:03:43 | 91.208.130.87