keystone-sda.ch/STF (Mark Lennihan)
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
6 ore
Per due anni ha mostrato il dito medio a un multafot
Si tratta di un ciclista che la polizia è riuscita a fermare dopo ventisette sanzioni
SVIZZERA
9 ore
La SSR investe di più nel cinema
Per il periodo 2020-2023 il contributo annuo sarà di 32,5 milioni di franchi, cinque in più rispetto a prima
SVIZZERA
12 ore
Stop alle telefonate delle assicurazioni
È stato raggiunto un accordo riguardo al telemarketing come pure per il pagamento di provvigioni agli intermediari
GRIGIONI
12 ore
È stato un WEF «pacifico»
Dal punsto di vista della sicurezza, le autorità forniscono un bilancio positivo del cinquanesimo Forum
VAUD
14 ore
«C'è una bomba», falso allarme all'ospedale di Payerne
Un uomo non identificato ha fatto scattare un importante dispositivo di sicurezza. La polizia: «Nessuno è stato in pericolo»
GRIGIONI
15 ore
Più di mille ospiti a Casa Svizzera a Davos
L'edificio, situato in posizione centrale presso lo stadio del ghiaccio, è diventato la piattaforma di comunicazione della Svizzera al WEF
SVIZZERA
16 ore
«Occorre preparare il terreno per la crescita»
Il compito assegnato alla Banca centrale europea è «garantire la stabilità finanziaria e dei prezzi nell'economia», spiega Christine Lagarde
FOTO
GRIGIONI
17 ore
In pochi in piazza insieme a Greta a Davos
Solo alcune dozzine di attivisti hanno preso parte al flash mob organizzato nella località che ospita il Forum economico mondiale
BERNA / UNIONE EUROPEA
18 ore
Keller-Sutter: disponibili ad accogliere rifugiati minorenni dalla Grecia
All'incontro con i ministri dell'Interno Ue a Zagabria, la consigliera federale ha sottolineato la precaria situazione umanitaria nel Paese
FOTO
SAN GALLO
18 ore
Fece esplodere una drogheria a Freiburg, lo cercano anche in Svizzera
L'uomo è latitante da mesi, per il suo misterioso attentato dinamitardo potrebbe aver indossato un travestimento
SVIZZERA
18 ore
Circo Royal in bancarotta: è la seconda volta in due anni
Quello che un tempo era il secondo circo elvetico ha conosciuto una spirale di problemi nelle ultime settimane
GRIGIONI
18 ore
WEF, spazio aereo violato una sola volta
Un piccolo velivolo da turismo è entrato nella zona "off limits", in territorio italiano, due giorni fa
GLARONA
18 ore
Investe un bimbo sulle strisce e nemmeno si ferma
È successo ieri in una frazione di Glarona, per il piccolo fortunatamente solo ferite lievi
SVIZZERA
09.10.2019 - 11:280

«L'affaire Khan ha danneggiato la reputazione di Credit Suisse»

Lo conferma la società di consulenza Commslab che ha un indice apposito per misurare la credibilità degli istituti, nel caso di CS è sceso di 10 punti

ZURIGO - La vicenda dell'ex top manager pedinato ha arrecato danno alla reputazione di Credit Suisse: a soffrire non sono solo i vertici, ma tutta la banca, afferma Daniel Künstle, direttore della società di consulenza Commslab, in un'intervista all'agenzia finanziaria Awp.

In collaborazione con l'Università di Zurigo l'azienda renana calcola sin dal 1998, su base giornaliera, il Sedimented Reputation Index (SRI), un indice di reputazione con una scala che va da -100 a +100. Credit Suisse ha vissuto il suo massimo storico (+8,5) nel febbraio 2007, poi l'indicatore è sceso sino a un minimo di -50 nella primavera 2014 sulla scia della vertenza fiscale negli Usa.

Immediatamente prima che scoppiasse il caso Iqbal Khan - fino a giugno responsabile della gestione patrimoniale di Credit Suisse e dal primo ottobre in forza a UBS - la banca si trovava a -14, valore che in seguito ai commenti negativi sulla stampa è sceso a -24.

Per Künstle la vicenda del dirigente con origini pakistane è però solo un aspetto di un problema di dimensioni più vaste. «Le aspettative nei confronti delle banche e della piazza finanziaria elvetica sono cambiate radicalmente dopo la crisi del 2008», spiega lo specialista. «Prima la percezione di Credit Suisse e di UBS era dominata dal loro successo economico, oggi l'attenzione si concentra invece sulle valutazioni sociali e morali».

«La chiamiamo reputazione sociale, che è soggetta a norme generali di valutazione sociale che danno maggior peso a comportamenti giuridicamente e moralmente corretti, piuttosto che a parametri puramente economici», prosegue Künstle. «Le aspettative sociali possono essere molto più difficili da controllare e gestire in modo comunicativo e strategico: un comportamento scorretto su tali questioni mette quindi a rischio l'intera legittimità delle banche».

Secondo lo specialista in gioco vi è qualcosa di fondamentale. «La domanda è se gli istituti come Credit Suisse potranno mantenere a lungo termine la loro ragion d'essere in Svizzera: dopo tutto la loro licenza d'agire è garantita solo se il loro profilo corrisponde a obiettivi economici generali e sociali. Quindi ora non è in discussione solo la dirigenza di Credit Suisse, ma l'intera banca».

Per Künstle per uscire dall'impasse, in tempi di tassi d'interesse bassi o negativi, le banche devono reinventare il modello di affari. «A differenza degli ultimi 20 anni, gli obiettivi finanziari a breve termine non dovrebbero più guidare la loro azione, ma - in analogia a quanto successo nel settore assicurativo - le scelte dovrebbero essere operate sulla base di strategie a lungo termine compatibili con la rispettiva economia nazionale. Questo può non sembrare particolarmente sexy alla luce del passato glamour delle banche, ma offre una garanzia molto maggiore che si possa finalmente vedere la luce alla fine del tunnel rispetto a quanto non sarebbe se si mantenesse la rotta attuale», conclude l'esperto.

Commenti
 
Lilly Formina 3 mesi fa su tio
Adesso a rovinare la reputazione di Credi Suisse sarebbero gli altri, i pakistani… Ma se è da quando sono nata che Credit Suisse si rovina ad arte la reputazione da sola. Infatti non passa quasi mai telegiornale in cui non si senta di qualche azione penale intentata in ogni angolo del mondo contro Credit Suisse o UBS per evasione fiscale, riciclaggio, infrazione alle leggi tributarie estere,… E meno male che, come ci racconta il signor Künstle, dopo il 2008 CS e UBS non hanno più dato la priorità al successo economico, ma hanno assunto un orientamento basato su valutazioni sociali e morali. Sì, come no….
klich69 3 mesi fa su tio
Il cda di credit suisse pensavo fare bella figura dando in mano la guida a uno di colore, bravi questo è il risultato del Equazione.
TI.CH 3 mesi fa su tio
Conseguenze? magari altra ristrutturazione.
SSG 3 mesi fa su tio
se Iqbal Khan viene allontanato dal credit suisse può andare a lavorare per il Ghiggia nazionale … sicuramente parlerà qualche lingua … :)
SSG 3 mesi fa su tio
prima i nostri...
limortaccituoi 3 mesi fa su tio
@SSG E figurati se non arrivava il leghistello nostrano a dover dire la sua. Dev essere un sollievo potersi sfogare così nel mondo del web quando nella realtà potresti al massimo pulire le scarpe di quest uomo scelto per le sue competenze e non per il colore della pelle o la nazionalità. SSG: voto 3, patetico.
pulp 3 mesi fa su tio
@limortaccituoi Personalmente non ho problemi con le persone che arrivano dall'estero - tantomeno guardo al colore della pelle o la forma degli occhi o quant'altro. Però purtroppo non posso non notare che fattori (valori) che hanno reso grande il mondo bancario svizzero, come l'onestà, la discrezione, l'affidabilità, la professionalità, la serietà nel gestire le relazioni, con CEO provenienti dall'estero sono regredite in importanza a favore di concetti molto più spicci quali la massimizzazione degli utili ed il taglio estremo dei costi. Forse, se anche tu ti scrolli di dosso il tuo "antileghismo" potresti leggere questi fatti in un altro modo…. e a prescindere dalla politica é difficile concepire quanto accaduto in questo caso…. Da ultimo, ho qualche dubbio sui meriti o meglio…. sicuramente persona intelligente… ma anche ricca e potente, grazie alla sua famiglia che fra Senegal e Costa D'Avorio ha annoverato primi ministri, fondatori e pure la regina. Ecco…. se fosse stato un umile studente mi vien da pensare che non sarebbe li dove siede. Ma magari adesso sono solo un razzistello…. perché guai a parlar fuori dal concetto buonista-socialista.
SSG 3 mesi fa su tio
@limortaccituoi @limortaccituoi Mi spiace che mostri i tuoi limiti offuscati dall'odio di chi non la pensa come te! Se leggevi anche l'altro mi scritto capivi tranquillamente che era una presa in giro per Ghiggia… Assolutamente non solo pro-lega, ma solo a favore delle persone competenti e soprattutto corrette. Dovresti incorniciare la saggia risposta di Pulp. Se però ti dà sollievo ad aggredire verbalmente le persone nel mondo del web buon per te. Non conoscendoti non mi permetto ne di darti un voto tantomeno un giudizio.
volabas 3 mesi fa su tio
Hai ragione, a questo punto siamo messi male
miba 3 mesi fa su tio
Un ivoriano ed un pakistano coinvolti in una diatriba tra il top delle banche svizzere...............
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-25 06:06:13 | 91.208.130.85