KEYSTONE
Il gigante franco-elvetico del cemento LafargeHolcim è pronto a nuove acquisizioni.
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Giallo sulle cellule staminali sparite a Ginevra
BERNA
1 ora
Con la parrucca bionda e una pistola assalta una Migros
FRIBURGO
2 ore
Si addormenta al volante provocando una carambola e due feriti
SVIZZERA
3 ore
Cassis e Maurer a New York
SVIZZERA
3 ore
Viaggiare all'estero senza pensieri? Ecco l'app del DFAE
GINEVRA
5 ore
Maudet respinge il bilancio: «Inopportuno nella sostanza e nella forma»
GRIGIONI
5 ore
Tre escursioniste attaccate da una mucca (di nuovo)
SVIZZERA
6 ore
Il direttore della SEM critica la politica d'asilo europea
FRIBURGO / APPENZELLO ESTERNO
23 ore
Liquami nei torrenti, maxi moria di pesci
FRIBURGO / VAUD
23 ore
La barca si capovolge, nuotano oltre un'ora per raggiungere la riva
VAUD
1 gior
La polizia passa all'azione e sloggia i manifestanti
GRIGIONI
1 gior
Violento scontro, conducenti feriti e furgoni distrutti
BERNA
1 gior
L'impresa estrema di 4 ricercatori in spedizione nell'Artico
SVIZZERA
1 gior
UBS e Credit Suisse, un topmanager sarebbe stato pedinato
SVIZZERA / STATI UNITI
1 gior
In vigore la convenzione contro le doppie imposizioni
SVIZZERA
09.09.2019 - 14:350

LafargeHolcim, gigante pronto a espandersi

Il colosso del cemento potrà valutare nuove acquisizioni

ZURIGO - Il gigante franco-elvetico del cemento LafargeHolcim è pronto a nuove acquisizioni. «Siamo tornati ad avere margine di manovra», afferma il presidente della direzione Jan Jenisch in un'intervista all'agenzia Bloomberg, dicendosi disponibile a effettuare operazioni nel caso vi fosse l'opportunità.

«Non voglio però fare compromessi», ha puntualizzato il manager 53enne. «Continueremo ad avere un bilancio sano». Jenisch intende perciò agire con cautela: in passato l'azienda ha infatti rischiato un declassamento del rating.

Interrogato su un eventuale interesse per le attività nel settore chimico messe in vendita dalla tedesca BASF, il dirigente tedesco con studi in Svizzera e negli Usa non ha voluto rispondere in modo dettagliato, limitandosi ad affermare che la chimica della costruzione potrebbe essere un complemento di una delle divisioni di LafargeHolcim. Considerata la grandezza del comparto anche il prezzo di vendita non viene ritenuto eccessivo.

Intanto secondo Jenisch il gruppo raggiungerà senza problemi gli obiettivi fissati per l'anno in corso, magari anche superandoli. Anche quelli posti a medio termine, per il 2022, dovrebbero essere raggiunti prima del previsto.

In generale la situazione degli affari è buona. A causa della natura locale delle attività l'impatto di problemi quali le vertenze commerciali e la Brexit è scarso, ha spiegato il Ceo.
 
 

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-21 16:09:20 | 91.208.130.87