Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
ZURIGO
17 min
“Datemi i soldi” e poi la coltellata. Grave un 28enne
Accoltellato in piena notte mentre rientrava a casa. Il racconto shock degli amici
FOTO
ZURIGO
57 min
L'uccisione di Minneapolis arriva fino a Zurigo
Lungo la Langstrasse si sono radunati diversi manifestanti. Forse più di mille.
SVIZZERA
2 ore
Raccolta firme di nuovo possibile, ma le critiche non mancano
Al momento la ricerca di sostegno è in corso per 15 atti popolari. Ma le direttive fanno scuotere il capo a molti
BERNA
3 ore
Caduta in mountain-bike fatale per un 28enne
Il giovane si trovava nella regione dell'Hohgant. È precipitato per una sessantina di metri.
BERNA
3 ore
Coronavirus in Svizzera: 9 contagi nelle ultime 24 ore
Non si registrano invece nuovi decessi legati al Covid-19.
ZURIGO
3 ore
Escono di strada e si ribaltano sulla scarpata
L'incidente è avvenuto ieri sera a Teufen. Due feriti in ospedale
SCIAFFUSA
6 ore
Tre feriti dopo un'aggressione di gruppo
Un manipolo di giovani è stato insultato e aggredito. La polizia ha aperto un'indagine.
ARGOVIA
7 ore
Sgasano facendo gli «sboroni» in centro: la polizia gli sequestra le auto
Operazione anti rumore della cantonale argoviese: «Il problema è che i neo conducenti possano comprarsi questi veicoli».
VAUD
18 ore
Dipendenti comunali licenziati per essere riassunti
Accade a Losanna. Il nuovo contratto riduce di 10 minuti la giornata lavorativa. E ridotto è pure il salario
SVIZZERA
19 ore
Più di 2000 operatori sanitari infetti in Svizzera
È quanto stabilito da un'indagine dei principali ospedali in tutto il paese
SVIZZERA
21 ore
La disoccupazione di lunga durata raddoppierà nel 2021
Secondo un esperto del mercato del lavoro a incidere negativamente sarà la crisi del coronavirus
BERNA
22 ore
Con il coronavirus è crollata la vendita di vino
Il motivo? I ridotti contatti sociali spingono a consumare meno alcool
ZURIGO
22 ore
Addio al sogno di una casa propria per i prezzi alle stelle
Le differenze tra 20 anni fa e oggi: ora ci si può permettere la metà dello spazio
SVIZZERA
02.09.2019 - 16:210

Il potenziale di sviluppo dell'energia idroelettrica è più basso del previsto

In forse il raggiungimento del valore di riferimento definito per lo sviluppo fino al 2050 dalla Strategia energetica 2050

BERNA - Il mantenimento e l'ulteriore sviluppo della forza idrica quale fonte energetica rinnovabile è un obiettivo dichiarato della Strategia energetica 2050. Ma il potenziale è inferiore alle stime effettuate finora, secondo un nuovo studio dell'Ufficio federale dell'energia (UFE).

Rispetto allo studio del 2012, il potenziale di sviluppo stimato fino al 2050 è inferiore di circa 1600 GWh/anno, in condizioni di utilizzo ottimizzate. Al netto dell'incremento annuale di 640 gigawattore (GWh/anno) realizzato tra il 2012 e il 2019, la differenza effettiva è di 960 GWh/anno, indica l'UFE.

Il valore di riferimento fissato dalla legge sull'energia per il 2035 per lo sviluppo dell'idroelettrico è raggiungibile. Tuttavia, quasi tutto il potenziale individuato fino al 2050 deve essere realizzato entro il 2035. Nei prossimi anni, ciò richiederà un incremento netto pari mediamente a 85 GWh/anno.

Il nuovo studio non permette di determinare se il valore di riferimento definito per lo sviluppo fino al 2050 indicato nel messaggio sulla Strategia energetica 2050 possa essere raggiunto.

Il potenziale stimato fino al 2050 potrebbe aumentare di diverse centinaia di gigawattora all'anno con lo sfruttamento del potenziale dei laghi glaciali e la realizzazione di progetti di nuove centrali non ancora noti. Lo sviluppo di tale potenziale da parte del settore elettrico dipende tuttavia in misura determinante dall'evoluzione delle condizioni quadro economiche per la produzione idroelettrica nazionale, precisa l'UFE.

La produzione media attesa secondo la statistica degli impianti idroelettrici svizzeri più quella delle microcentrali idroelettriche meno il fabbisogno medio di energia elettrica delle pompe di alimentazione era di 35 350 GWh/anno nel 2012 e di 35 990 GWh/anno al 1° gennaio 2019. La produzione media annua dovuta a nuove costruzioni, rinnovi e ampliamenti è quindi aumentata di 640 GWh/anno.

Il potenziale delle nuove grandi centrali idroelettriche (potenza maggiore di 10 MW) è rimasto pressoché invariato, mentre quello derivante dall'ampliamento e dal rinnovo delle grandi centrali idroelettriche esistenti è di 970 - 1530 GWh/anno (2012: 870-1530 GWh/anno).

Piccole centrali - Il potenziale delle nuove piccole centrali idroelettriche (potenza inferiore a 10 MW), è considerevolmente minore di quello stimato nel 2012. Una delle ragioni è che dal 2018 le piccole centrali idroelettriche con una potenza inferiore a 1 MW lordi non vengono più inserite nel sistema di rimunerazione per l'immissione di elettricità.

Inoltre, si deve ipotizzare che verranno a mancare le piccole centrali idroelettriche, esistenti o in progetto, che non sono redditizie senza sostegni finanziari o che vengono disattivate non appena diventa necessario effettuare un importante investimento per il rinnovo.

In totale il potenziale delle piccole centrali idroelettriche si situa tra 110-550 GWh/anno fino al 2050, un valore significativamente inferiore a quello previsto nel 2012 (1290-1600 GWh/anno). Inoltre le perdite di produzione sono significativamente maggiori a causa delle disposizioni sui deflussi residuali che servono per proteggere le acque.

Laghi glaciali e nuovi progetti - L'analisi non ha tenuto conto del potenziale dei nuovi laghi glaciali, stimato a circa 700 GWh/anno, né di quello dei progetti non divulgati dal settore elettrico per motivi di riservatezza. Il potenziale stimato fino al 2050 potrebbe quindi risultare maggiore di diverse centinaia di gigawattora all'anno.

L'attuale legge sull'energia stabilisce per il 2035, come valore di riferimento, una produzione media annua di almeno 37'400 gigawattora. Secondo il messaggio sulla Strategia energetica 2050, questo valore salirà a 38'600 GWh entro il 2050.

Dati aggiornati - I valori di riferimento contenuti nella legge sull'energia e nel messaggio si basano su un'analisi del potenziale idroelettrico elaborata dall'UFE nel 2012. Tale studio è stato aggiornato in quanto sono cambiate sia le condizioni economiche che alcune condizioni quadro giuridiche. L'obiettivo era quello di verificare la raggiungibilità dei valori di riferimento fissati per lo sviluppo.

Sono attualmente in corso i lavori sulle prospettive energetiche per il 2050+, che dovrebbero essere disponibili nella seconda metà del 2020. I risultati di questa analisi del potenziale, insieme a molte altre analisi dello sviluppo del consumo e della produzione di energia, dell'economia, della mobilità e delle tecnologie, saranno integrati nelle prospettive energetiche 2050+.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
fcvikings 9 mesi fa su tio
Sono 20 anni che lavoro in un'azienda idroelettrica...e con il tempo si riscontrano molto problemi alla base di tutto...un ufficio, che sia cantone o confederazione dà incentivi per migliorare l'efficenza degli impianti... l'altro ufficio di obbliga a mettere in atto misure di compensazione (rivitalizzazione di corsi d'acqua) che pesano circa il 35-40% dell'investimento totale. Inoltre tra tasse comunali, cantonali e canoni d'acqua ci sono molti periodi durante l'estate che costa meno lasciare ferma una centrale piuttosto che produrre energia! Come la mettiamo?
ugobos 9 mesi fa su tio
in forse ma se non si fa niente anzi. solo leggi tasse e rotture per chi vuole far qualcosa
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-01 15:24:25 | 91.208.130.85