Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
5 sec
Piogge torrenziali sulla Svizzera orientale
In Appenzello Esterno sono caduti ben 90 litri di pioggia per metro quadrato nell'arco di 24 ore.
SVIZZERA
32 min
Gli impiegati di commercio rinunciano all'aumento
Vista la crisi economica, per l'associazione di categoria la priorità va data al mantenimento dei posti di lavoro.
SVIZZERA
1 ora
Occhio ai bambini sulla strada!
Rientro in classe, l'Upi mette in guardia sui pericoli nel tragitto casa-scuola
GINEVRA
2 ore
«Se Ginevra fosse una nazione sarebbe sulla lista dell'UFSP»
Il cantone romando è uno dei principali focolai e presenta un'incidenza superiore a cento casi per 100'000 abitanti.
SVIZZERA
2 ore
Pernottamenti giù del 47,5% nella prima metà del 2020
La domanda degli ospiti stranieri presenta un calo del 60,1%.
SVIZZERA
3 ore
Mercato del lavoro? Le aspettative sono (molto) basse
Sale la fiducia degli svizzeri nei confronti dell'andamento dell'economia, ma non sulla sicurezza degli impieghi
SVIZZERA
11 ore
Un po' di neve che fa sorridere i ghiacciai
La perturbazione delle scorse ore ha fatto scendere il limite delle nevicate nelle Alpi
BERNA
13 ore
Errore sui luoghi di contagio, ora c’è chi vuole vederci chiaro
La politica si fa domande. Il PLR: «Come è stato possibile?». Parla l'ex medico cantonale di Berna: «Uno sbaglio grave»
SVIZZERA
17 ore
«Le accuse contro Infantino sono infondate»
È quanto ha ribadito oggi la FIFA, che non esclude il complotto
ZURIGO
17 ore
Atto di inciviltà: lancia un petardo nel tram per il primo di agosto
Dopo pochi secondi l’esplosione. Il video è stato pubblicato su Instagram.
VALLESE
18 ore
Il sindaco accusato di molestie rinuncia alla candidatura sulla lista PPD
A poche settimane dalle elezioni, nel comune di Collombey-Muraz è scoppiato un piccolo "sex-gate"
SVIZZERA
29.05.2019 - 13:230

Uber assicura gratuitamente i suoi autisti e corrieri. Unia: «Proposta assurda»

Coinvolti tutti coloro che propongono servizi di trasporto e di consegna di pasti a domicilio tramite l'app

ZURIGO - Uber compie un passo in direzione dei "suoi" autisti e corrieri in Svizzera: offre gratuitamente a tutti coloro che propongono servizi di trasporto e di consegna di pasti a domicilio tramite l'app del gruppo americano una nuova polizza assicurativa di Axa che copre in particolare malattia, incidenti e congedi maternità e paternità.

Questo programma «è interamente finanziato da Uber, senza costi per gli autisti e i corrieri», indica la società in un comunicato odierno. Esso è stato concepito per fornire maggiore sicurezza ai propri partner - secondo Uber non si tratta di dipendenti - senza limitare la loro autonomia, «alla quale sono molto legati», viene affermato.

L'assicurazione, valida da oggi e che si aggiunge all'assicurazione malattia obbligatoria, offre una migliore protezione in caso d'incidente durante una corsa effettuata tramite l'applicazione. Per poter beneficiare delle prestazioni un autista partner deve aver effettuato almeno 150 corse nelle ultime otto settimane, un corriere di UberEats almeno 30.

«Flessibilità e sicurezza non sono incompatibili. Ci impegneremo ulteriormente ad essere un partner migliore per gli autisti e i corrieri e a trovare soluzioni praticabili per migliorare la protezione degli indipendenti in Svizzera», afferma Steve Salom, direttore generale per la Svizzera, l'Austria e la Francia. Uber e Axa collaborano già dall'anno scorso in oltre venti paesi europei, assicurando più di 150'000 autisti e corrieri.

Nel 2018 Uber contava circa 300'000 utilizzatori regolari della sua piattaforma di prenotazione in Svizzera. L'azienda è presente a Zurigo, Basilea, Ginevra e Losanna.

Unia: «Proposta assurda, riconosca i dipendenti» - «La copertura assicurativa proposta da Uber per i suoi autisti e corrieri è assurda e inutile»: lo sostiene il sindacato Unia, che esorta la multinazionale americana che offre servizi di trasporto attraverso un'applicazione mobile ad «assumere finalmente gli autisti nella dovuta forma, in modo che abbiano la protezione cui hanno diritto per legge».

Per Unia l'annuncio odierno di Uber ha il sapore della beffa. Ben altre, si legge in un comunicato, sarebbero le prestazioni che Uber sarebbe tenuto a elargire, visto che gli autisti sono da considerare, secondo il sindacato, dipendenti a tutti gli effetti.

«Invece di proporre ridicole offerte-alibi, Uber farebbe bene a tener fede una buona volta ai suoi doveri di datore di lavoro», sostiene l'Unia, che accusa anche l'assicuratore Axa di prestarsi a un modello d'affari illegale che deliberatamente aggira e mina il sistema sociale e il fisco.

Secondo l'organizzazione dei lavoratori «il tentativo di Uber di introdurre un sistema assicurativo arbitrario e privatizzato che si sostituisce agli obblighi giuridici nel campo dell'assicurazione sociale e infortuni dovrebbe mettere sul chi vive le autorità". L'AVS e la Suva devono porre fine alle azioni di Uber e costringere il gruppo ad annunciare finalmente e correttamente tutti i suoi dipendenti, sostiene il sindacato, che esorta anche la Segreteria di Stato dell'economia (Seco) e i cantoni a fermare "l'oltraggioso modello di indipendenza fittizia» di Uber.

La cosiddetta uberizzazione del mondo del lavoro rappresenta un tema attualmente molto dibattuto. Di recente vi è stato chi non ha esitato a parlare di un ritorno all'Ottocento in materia di sfruttamento dei lavoratori, denunciando la carenza di una risposta politica contro la precarizzazione. Altri al contrario parlano di nuove forme di impiego che meglio si adattano alla vita moderna e all'esigenza della clientela.

Circa un mese fa un tribunale di prima istanza di Losanna ha condannato una filiale di Uber per licenziamento abusivo, riconoscendo a un dipendente lo statuto di salariato. Se il giudizio dovesse essere confermato potrebbe essere una prima in Svizzera sulla spinosa questione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-04 11:18:10 | 91.208.130.86