Keystone
SVIZZERA
23.05.2019 - 10:550

Gli operatori svizzeri rimangono fedeli a Huawei, per ora

La situazione viene costantemente monitorata

BERNA - Gli operatori di telefonia mobile svizzeri non hanno per il momento interrotto la collaborazione con Huawei malgrado questa sia finita nella lista nera del commercio Usa. Telefonini fabbricati dal colosso cinese continuano infatti a figurare nel loro assortimento.

Sunrise, che ha scelto Huawei per la realizzazione della sua rete 5G, intende continuare la sua collaborazione con il gruppo cinese: una portavoce si è limitata ad affermare che la società elvetica intende «monitorare da vicino la situazione di Huawei».

Swisscom, che dice di essere in contatto con il colosso cinese, intende innanzitutto chiarire la situazione con il suo fornitore e le implicazioni della decisione di Washington, afferma il portavoce Christian Neuhaus. Per la sua infrastruttura di rete, la società collabora con la svedese Ericsson.

Da parte sua Salt afferma che «alla luce delle informazioni disponibili, la gamma di prodotti non subirà modifiche nel breve termine».

Una settimana fa Donald Trump aveva messo al bando Huawei negli Stati Uniti per motivi di sicurezza nazionale. Tale decisione, poi parzialmente sospesa per un periodo di 90 giorni, significa non solo che Huawei non potrà vendere la sua tecnologia negli Usa, ma soprattutto che non potrà acquistare componenti da aziende americane, a meno che queste non chiedano e ottengano una licenza.

In seguito al bando, Google aveva annunciato che i cellulari Huawei non avranno più accesso agli aggiornamenti di Android, con gli utenti che rischiano improvvisamente di non poter usare sui propri smartphone le applicazioni e i servizi della casa di Mountain View, come Gmail e YouTube. Il colosso cinese aveva reagito annunciando il lancio di un proprio sistema operativo.
 
 

Commenti
 
Moga 3 mesi fa su tio
Il biondo ha appena causato un danno enorme.... a Google. Tra qualche anno gli smartphone non utilizzeranno più Android, estromettendo gli Stati Uniti dal grosso del mercato degli smartphone!
seo56 3 mesi fa su tio
Sempre controcorrente....
miba 3 mesi fa su tio
@seo56 No caro seo56, solo l'evidenza dei fatti per chi non ha le fette di salame sugli occhi e non vuol vedere quello che appare evidente a tutti (non a me per carità ma ai guru o presunti tali dell'economia e della finanza)
lo spiaggiato 3 mesi fa su tio
@seo56 Ha parlato il fenomeno che compra telefonini strettamente made in Cina... aha aha aha aha aha aha
seo56 3 mesi fa su tio
@lo spiaggiato Ci sono i fenomeni e ci sono gli idioti!!
lo spiaggiato 3 mesi fa su tio
@seo56 Cerrrto , amante dei prodotti cinesi... cerrrrrto... aha aha aha aha aha aha
miba 3 mesi fa su tio
Ho letto in un altro portale che la Cina sta seriamente valutando di fare le scarpe ad Apple (che in Cina ha il 16% del proprio mercato) e che i 2 rispettivi loghi indicano quale potrebbe essere il segnale del prossimo futuro alias Apple la mela, Huawei la mela fatta a pezzi :):):). Mi sa che gli americani farebbero bene a cambiare ol loro presidente al più presto in quanto Trump passerà alla storia come il presidente che ha fatto più danni all'America di tutti quelli che l'hanno finora precedeuto....
MIM 3 mesi fa su tio
@miba Per ora non ha fatto danni. Anzi l'economia è in ripresa e la disoccupazione ai minimi storici. Verrà rieletto.
miba 3 mesi fa su tio
@MIM Ciao MIM, gli interessi economici in questo ed altri settori sono enormi e qualunque notizia alza o abbassa le azioni delle società (americane e non) in borsa. È quindi evidente che tra verità, mezze verità e fake news NESSUNO sappia più come stiano realmente le cose. L'economia e la disoccupazione negli USA dici che sono positivi...può essere, ma chi è la fonte di queste informazioni? Io constato che Trump vuole mettere a tutti i costi le mani sul petrolio e le altre risorse del Venezuela, che sta cercando in ogni modo di provocare Iran, Cina, Russia, Corea del Nord e da ultimo anche l'Europa.... Sia tu che io siamo in fondo dei poveri provincialotti che nemmeno immaginano quali giochi/interessi/denaro vi sono dietro a tutto questo e da chi sia realmente pilotato Donald Trump (dai Morgan? Dai Rockefeller? Dalla comunità ebraica? Dall'Arabia Saudita? Da tutti assieme?). Non vi sono più delle risposte certe (semplicemente perché si guardano bene dal darcele...) e sempre più spesso ragionare (anche) con la propria testa può portare a delle risposte. L'unica cosa certa è che una cosa è cambiata radicalmente a livello globale e cioè che se prima la finanza dipendeva dall'economia oggi TUTTO dipende dalla finanza..........
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-08-23 11:42:26 | 91.208.130.86