KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (PETER KLAUNZER)
+4
BERNA
27.02.2019 - 20:510

Nuova sede al Wankdorf per Keystone-Ats

L'agenzia ha inaugurato questa sera la sua nuova casa alla presenza di un centinaio di ospiti provenienti dal mondo dei media, della politica, dell'economia della cultura e dello sport

BERNA - L'agenzia Keystone-ATS ha inaugurato stasera la nuova sede nel quartiere Wankdorf di Berna. Un centinaio di ospiti provenienti dal mondo dei media, della politica, dell'economia, della cultura e dello sport hanno partecipato all'evento.

Dopo più di 40 anni nel quartiere della Länggasse, l'agenzia di stampa si è trasferita poco prima di Natale nell'area del Wankdorf. Il sindaco di Berna, Alec von Graffenried, ha elogiato la fedeltà dell'agenzia alla città che è il «centro del dibattito politico svizzero», mentre la concentrazione dei media va a vantaggio di Zurigo. La «multipolarità è essenziale per la diversità del dibattito», ha osservato.

Il sindaco ha elogiato il lavoro dell'agenzia, che svolge un ruolo fondamentale nella formazione dell'opinione pubblica in Svizzera e contribuisce al corretto funzionamento della democrazia. Alec von Graffenried ha chiesto una «promozione attiva» dei media, in un momento di grande sconvolgimento.

Christine Gabella, segretaria generale di Média Suisse, associazione di editori romandi, e membro del Consiglio d'amministrazione di Keystone-ATS, ha vantato i meriti di «una newsroom trilingue e multimediale». La fusione fra l'Agenzia Telegrafica Svizzera e l'agenzia fotografica Keystone, avvenuta un anno fa, aveva lo scopo di rispondere alle «sfide della digitalizzazione», secondo Gabella.

L'ATS ha sede a Berna dalla sua creazione, nel 1895. L'agenzia Keystone ha sede a Zurigo. Con la sua rete di uffici regionali, Keystone-ATS è presente in una dozzina di città svizzere.

KEYSTONE/KPINL KPAPA KPPA (PETER KLAUNZER)
Guarda tutte le 8 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-04-01 20:38:04 | 91.208.130.89