Keystone
SVIZZERA
05.02.2019 - 16:170
Aggiornamento : 20:41

Cambi: il franco si indebolisce, euro mai così forte da mesi

Nel pomeriggio il corso della valuta europea è salito a 1,1444 franchi

ZURIGO - Il franco si sta indebolendo: la moneta elvetica è tornata a livelli sull'euro e sul dollaro che non si registravano da mesi.

Nel pomeriggio il corso della valuta europea è salito a 1,1444 franchi: per tornare a quotazioni simili bisogna risalire all'8 novembre 2018. Analogo è anche l'andamento del dollaro, che è stato scambiato a 1,0021 franchi, un dato pure mai più visto da novembre.

Gli analisti spiegano il buon momento della moneta americana - che si è rivalutata anche sull'euro - con i timori circa la tenuta congiunturale in Europa.

In ambito squisitamente elvetico fa però anche discutere l'idea di una alleanza che si starebbe formando fra sinistra e destra per far sì che gli utili conseguiti dalla Banca nazionale svizzera (BNS) con gli interessi negativi siano versati alle casse pensioni: dietro al progetto vi sono i consiglieri agli stati Paul Rechsteiner (PS/SG) ) e Alex Kuprech (UDC/SZ). C'è chi teme che in tal modo possa aprirsi una breccia nel muro dell'indipendenza dell'istituto d'emissione.

Come noto la politica della BNS viene considerata dagli esperti come ormai a rimorchio di quella della Banca centrale europea: si ritiene che fino a quando Bruxelles non alzerà i tassi non potrà farlo nemmeno la BNS, perché altrimenti il franco si rivaluterebbe, con conseguenze considerate infauste per l'industria d'esportazione e altri rami economici, come quello del turismo.

Con il rallentamento congiunturale nell'Eurozona la prospettiva di una stretta monetaria però si allontana. Intanto la BNS continua a imporre interessi negativi: una situazione che lungi dall'essere temporanea sembra diventare la nuova normalità, con problemi in vari ambiti: da quello ipotecario - gli svizzeri sono sempre più indebitati - a quello relativo ai rendimenti degli investimenti, a partire da quelli delle casse pensioni.

Negli ultimi sei mesi il corso euro/franco si è mosso fra 1,12 e 1,16. A metà luglio 2018 l'euro valeva però ancora 1,17 franchi. In precedenza, a metà aprile, era stata superata anche la soglia di 1,20 franchi, un livello mai più raggiunto da oltre tre anni, ossia da quando la Banca nazionale svizzera (BNS) aveva abbandonato il tasso di cambio minimo.

Come noto il corso assoluto più alto per l'euro nei confronti del franco risale al 2007 - era 1,68 - mentre quello più basso, 0,9652 franchi, è scolpito nella memoria di molti cambisti: venne registrato il 15 gennaio 2015, quando la BNS annunciò la revoca della soglia minima mantenuta in precedenza unilateralmente, cogliendo tutti di sorpresa e scatenando quella che per i trader è stata un'apocalisse, il cosiddetto "Francogeddon".

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-08 00:02:28 | 91.208.130.86