Depositphotos
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
4 ore
Il console onorario svizzero di Figi ha il “Mein Kampf” di Hitler 
Complice una foto pubblicata sul giornale, ora il Dipartimento degli Affari Esteri intende parlare con il console
SVIZZERA
7 ore
La "soglia dei mille" sta per saltare?
Secondo indiscrezioni, il limite agli assembramenti non verrà rinnovato a settembre
SVIZZERA
9 ore
Lauber, schiaffo all'immunità dal Consiglio degli Stati
La decisione è stata presa in modo chiaro: per 10 voti contro 1
SVIZZERA
10 ore
Caduta fatale con la bicicletta elettrica
Una 47enne è deceduta per le ferite riportate, non è tuttavia ancora chiara la dinamica dell'incidente
BASILEA CITTÀ
10 ore
Sentenza della 76enne che ha ucciso Ilias: sarà internata
La Corte ha riconosciuto colpevole di assassinio la donna che ha accoltellato il piccolo di 7 anni
FRIBORGO
10 ore
Scoperto un oggetto sospetto in una casa
La polizia friburghese ne ha in seguito trovati altri. Il primo è stato messo in sicurezza dagli artificieri.
VAUD
11 ore
Incidente mortale in montagna per un 78enne
Il cittadino tedesco è deceduto in seguito a una caduta di 25 metri
SAN GALLO
11 ore
Condannata la direttrice delle medie che rese possibile l'alcol-party di diploma
La donna è stata ritenuta responsabile dal giudice, fatta chiarezza sul come e il perché successe il fattaccio
SVIZZERA
11 ore
Una tavola rotonda per rilanciare l'export svizzero
Lo scambio di vedute tra i partecipanti sulle conseguenze della pandemia è stato «proficuo»
SVIZZERA
13 ore
«La Svizzera ha bisogno di nuovi caccia»
Il comitato interpartitico sostiene che i nuovi jet aumenteranno la sicurezza nello spazio aereo elvetico.
SONDAGGIO
SVIZZERA
13 ore
Una persona su quattro non vuole farsi vaccinare
Secondo un sondaggio, soltanto una minoranza dei lavoratori non intende proteggersi contro il coronavirus
GRIGIONI
14 ore
C'è troppa incertezza: a Fideris non si scierà
Durante il prossimo inverno il comprensorio grigionese resterà chiuso
SVIZZERA
17.01.2019 - 11:320
Aggiornamento : 12:44

Nuovi squilibri in vista nel mercato immobiliare

Tensioni si profilano in particolare nelle case di proprietà a basso prezzo, indicano gli esperti di Ubs

ZURIGO - Il mercato immobiliare complessivamente non suscita preoccupazioni, ma si delineano nuovi squilibri, indicano oggi gli esperti di UBS. Tensioni si profilano in particolare nelle case di proprietà a basso prezzo. Comunque, per la prima volta dalla metà del 2012, l'indice relativo al rischio di bolla immobiliare è uscito dalla zona di rischio. Le pigioni dovrebbero continuare a diminuire.

L'anno scorso gli affitti - per prima o nuova locazione, ma anche per rilocazione - sono diminuiti complessivamente di circa il 2% in media svizzera, dopo un calo dell'1% nel 2017, e dovrebbero ridursi del 2,5% nel corso del 2019, indica lo studio Real Estate Focus 2019 del numero uno bancario elvetico.

Il calo delle pigioni si deve in particolare alla forte concorrenza sul mercato che, secondo gli esperti di UBS, aumenterà ulteriormente e raggiungerà un picco alla fine dell'anno, con circa 80'000 alloggi sfitti - il dato fornito da UBS comprende anche le proprietà per piani e le case unifamiliari - pari a un tasso dell'1,7% (contro l'1,6% nel 2018 e l'1,5% nel 2017).

Affitti in forte calo in periferia

«In periferia, dove gli appartamenti sfitti sono più diffusi, le pigioni potrebbero diminuire addirittura del 5%, mentre nei centri si profila una certa stabilità per il 2019», indica la ricerca che dà indicazioni su molteplici aspetti del mercato immobiliare.

L'evoluzione delle licenze edilizie segue un trend parallelo. I permessi di costruzione diminuiscono e quest'anno dovrebbero rappresentare l'1% degli alloggi presenti in Svizzera, contro l'1,1% nel 2018 e l'1,2% nel 2017.

Crescono i prezzi degli alloggi di fascia bassa

Per UBS gli squilibri si delineano soprattutto nel segmento a basso prezzo delle case di proprietà. In molti casi, le famiglie alla ricerca di un alloggio proprio nei centri urbani non riescono a ottenere un credito a causa del capitale proprio insufficiente o del reddito troppo basso.

Il desiderio di un'abitazione di proprietà è però talmente elevato, che gli acquirenti spesso scendono a compromessi per quanto riguarda la scelta dell'ubicazione e le dimensioni dell'abitazione, ciò che ha causato un boom della domanda nel segmento a buon mercato. Solo negli ultimi tre anni, i prezzi degli appartamenti nel segmento di fascia bassa sono cresciuti di oltre il 10%, mentre in quello di pregio i prezzi hanno in parte registrato una netta diminuzione, si legge nello studio.

Se la domanda di abitazioni di proprietà diminuisse o, contrariamente alle aspettative, i requisiti normativi per il relativo finanziamento dovessero attenuarsi, «sono probabili enormi perdite di valore nel segmento a basso prezzo». Il trasferimento della domanda verso oggetti più convenienti ha infatti causato «una distorsione dei prezzi relativi sul mercato delle abitazioni di proprietà».

Calato il rischio di bolla

Il volume di prestiti ipotecari alle economie domestiche dovrebbe crescere molto lentamente, a un ritmo mai più visto dal 1998, pari al 2,5% (contro un 2,6% nel 2018 e nel 2017). Inoltre gli esperti di UBS constatano che dal 2015, i prezzi delle abitazioni di proprietà sono aumentati solo leggermente mentre la crescita economica è gradualmente accelerata, attestandosi, l'anno scorso, ben al di sopra del 2%. Questi sviluppi hanno determinato una flessione dell'UBS Swiss Real Estate Bubble Index, che l'anno scorso è uscito dalla zona di rischio per la prima volta dalla metà del 2012.

Case individuali e abitazioni di proprietà

Per le case unifamiliari, UBS per l'anno in corso prevede un rallentamento dell'aumento dei prezzi, che erano cresciuti dell'1,5% lo scorso anno e del 2,4% nel 2017. Tuttavia nei prossimi dieci anni la crescita dovrebbe situarsi al 3,1%.

I dati sono più contrastati per gli appartamenti di proprietà, i cui prezzi sono diminuiti dell'1,5% nel 2018, dopo un aumento dello 0,2% nel 2017. Su un orizzonte decennale, UBS prevede una crescita del 2,8%. Secondo gli esperti, «i prezzi degli appartamenti in vendita dovrebbero diminuire leggermente, a causa delle aspettative esagerate di alcuni venditori e della concorrenza con gli alloggi in affitto».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-12 03:34:15 | 91.208.130.89