Keystone
SVIZZERA
30.11.2018 - 08:380

Huawei vuole crescere in Svizzera e prevede molte assunzioni

Il colosso cinese al momento dà lavoro a 350 persone, ma l'obbiettivo è di incrementarli del 50%

LOSANNA - Huawei vuole continuare a crescere in Svizzera, anche in termini di organico: lo afferma Haitao Wang, responsabile della filiale elvetica del colosso cinese attivo nella produzione di smartphone e altri dispositivi di telecomunicazione.

«Vogliamo creare il 50% dei nuovi posti di lavoro quest'anno e prevediamo una crescita di circa il 30% negli anni successivi», dichiara il manager in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano finanziario romando L'Agefi.

Huawei ha la sua sede centrale a Liebefeld, nel canton Berna, nonché uffici a Dübendorf (ZH) e a Losanna. Nella Confederazione dà lavoro a 350 persone.

Il gruppo cinese «si è affermato con successo sul mercato elvetico», afferma il dirigente, senza peraltro rivelare dati relativi al fatturato. «Il settore degli smartphone e dei PC cresce ad un ritmo superiore alla media», spiega. «Siamo passati da un ambito di nicchia a sfidare i principali attori di questo mercato; ora puntiamo al primo posto».

Per quanto riguarda gli altri settori di attività, il gruppo è impegnato a perseguire la crescita nel settore aziendale. «Vogliamo chiaramente guadagnare quote di mercato con i nostri server, switch, cloud, data center ed equipaggiamenti di rete», dice il manager.

Attivo da 17 anni presso Huawei, Haitao Wang è stato nominato CEO della succursale elvetica nell'aprile scorso. L'entità svizzera si inserisce nel contesto di un gruppo con un organico di 180'000 persone, la metà delle quali attive nella ricerca e nello sviluppo: in questo campo nel 2018 è stato speso l'equivalente di 14 miliardi di franchi e nel 2019 si punterà ai 20 miliardi, sottolinea il dirigente.

Proprio questa settimana un'analisi di Comparis effettuata sulla base di un sondaggio ha rivelato che per quanto riguarda gli smartphone Apple e Samsung continuano a dominare ampiamente il mercato elvetico, mentre Huawei non riesce a conquistare in Svizzera la stessa posizione che occupa nel resto del mondo.

La statunitense Apple e la sudcoreana Samsung controllano rispettivamente il 44% e il 36%, mentre Huawei è terza con l'8%. Fuori dai confini della Confederazione il gigante cinese ha invece scavalcato Apple ed è il secondo produttore al mondo, preceduto da Samsung.

Commenti
 
Tags
huawei
svizzera
mercato
huawei vuole
samsung
lavoro
apple
Copyright © 1997-2018 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2018-12-10 23:42:17 | 91.208.130.86