Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
GRIGIONI
1 ora
Più sicurezza sul Lucomagno
Il duplice intervento di protezione, effettuato nei comuni di Disentis e Medel, avrà un costo di 720'000.
SVIZZERA
1 ora
Altro giorno sopra i 200 contagi
Il totale dei casi positivi da inizio pandemia sale a 37'403. I decessi sono 1'715.
SVIZZERA
1 ora
Latitante da 17 anni, è stato arrestato in Svizzera
La Fepol è stata attivata dalla rete europea Enfast e ha predisposto mirati servizi di localizzazione
SVIZZERA
1 ora
Il Covid taglia le gambe agli Airbnb
Diminuiti del 20% a Zurigo, Ginevra e Basilea. Molti sono ritornati ad essere appartamenti in affitto.
SVIZZERA
2 ore
«Non mettete la mascherina ai vostri animali domestici»
L’appello da una fondazione di Zurigo. «Causano stress, problemi respiratori e panico. Sono dannose».
VIDEO
SVIZZERA
3 ore
Adnan, Julien e Marco affrontano velocità, alcol e stanchezza alla guida
L'UPI realizza tre video per sensibilizzare i giovani tra i 18 e i 24 anni. La discussione è aperta a scuola
SVIZZERA
3 ore
«Le dichiarazioni sulla Cina? Non mi pento»
Secondo il Ministro degli Esteri ticinesi quelle affermazioni si limitano a riassumere cose già dette più volte.
SAN GALLO
4 ore
Canyoning fatale per tre turisti spagnoli
La comitiva iberica è stata sorpresa ieri sera da un temporale mentre si trovava nella gola del Parlitobel.
BERNA
4 ore
Covid-19: registrazione obbligatoria in ristoranti, bar e club
Almeno una persona per gruppo di ospiti dovrà fornire nome, indirizzo e data di nascita
VALLESE
4 ore
La terra trema sotto il Cervino
Sisma di magnitudo 3 questa notte a Zermatt
FOTO
GRIGIONI
4 ore
Violento schianto tra una moto e un camper
L'incidente è avvenuto ieri mattina a Zernez. Il centauro e il suo passeggero sono rimasti gravemente feriti.
SVIZZERA
31.07.2018 - 07:560
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Credit Suisse raddoppia l'utile netto

La soddisfazione di Ceo Thiam: «Abbiamo di nuovo registrato un'ottima performance nel secondo trimestre»

ZURIGO - La ristrutturazione di Credit Suisse continua a dare i suoi frutti: nel secondo trimestre la banca ha più che raddoppiato l'utile netto, a 647 milioni di franchi (+114%) rispetto allo stesso periodo del 2017). Anche l'afflusso netto di capitali è stato positivo. Le prospettive per il resto dell'esercizio sono però caute.

L'utile ante imposte (EBT) è cresciuto dell'81% a 1,05 miliardi di franchi. I contributi maggiori sono stati forniti dalla Banca universale svizzera (553 milioni, +10%), dalla gestione patrimoniale internazionale (433 milioni, +19%) e dalla divisione Asia Pacifico (+15% a 217 milioni di franchi). Al netto di svariati fattori l'EBT è salito dell'88% a 1,3 miliardi, si legge in una nota odierna.

La progressione è stata nettamente meno marcata sul fronte dei ricavi, saliti del 7% a 5,60 miliardi di franchi. Gli oneri si sono attestati a 4,47 miliardi (-2%), risulta quindi un rapporto tra costi e introiti (Cost-/Income-Ratio) del 79,9%. La quota di fondi propri CET1 è tuttavia lievemente scesa, dal 12,9% di fine marzo al 12,8%, lo stesso livello di fine dicembre 2017 mentre il CET1 leverage ratio è aumentato di 0,1 punti al 3,9%.

Le cifre superano in tutti gli ambiti le attese degli analisti interrogati dall'agenzia AWP: l'utile netto era previsto a 612 milioni, l'EBT a 894 milioni, i ricavi a 5,35 miliardi e gli oneri a 4,34 miliardi di franchi. Di conseguenza il titolo di Credit Suisse è molto richiesto alla Borsa svizzera.

Citato nel comunicato, il CEO Tidjane Thiam si mostra molto soddisfatto: «Abbiamo di nuovo registrato un'ottima performance nel secondo trimestre. Abbiamo realizzato il miglior utile ante imposte senza fattori straordinari degli ultimi dodici trimestri e abbiamo accresciuto l'utile netto su base annua per il settimo trimestre consecutivo».

Nelle gestione patrimoniale, nuova priorità strategica della grande banca, l'afflusso netto di di denaro è stato di 15,4 miliardi, contro 12,1 miliardi nello stesso periodo del 2017. I patrimoni in gestione ammontavano a 1398,4 miliardi a fine giugno, l'1,4% in più di tre mesi prima e il 7% in più di giugno dell'anno scorso.

Nell'ambito della ristrutturazione, giunta al terzo anno dei tre previsti, nel primo semestre 2018 sono stati effettuati risparmi netti supplementari pari a mezzo miliardo di franchi. Credit Suisse si considera sulla buona strada e conferma l'obiettivo di portare la base dei costi al di sotto dei 17 miliardi entro la fine dell'anno.

Nel capitolo delle prospettive l'istituto si mostra prudente, allo stesso modo di UBS una settimana fa: nel resto del 2018 ci dovrebbero essere «fasi di elevata incertezza» a causa degli sviluppi geopolitici e delle tensioni commerciali globali nonché degli effetti dei cambiamenti nella politica monetaria delle banche centrali. Il numero due bancario elvetico intravvede comunque un potenziale di crescita in diversi settori e si considera sulla buona strada in relazione all'obiettivo di capitale proprio.

Stando a Thiam nella seconda metà dell'anno Credit Suisse intende concentrarsi sull'ampliamento degli affari di gestione patrimoniale e la conclusione della ristrutturazione. Per il 2019 e oltre si punta a «un ulteriore miglioramento della redditività, un aumento dei rendimenti e un crescente valore per gli azionisti».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
skorpio 2 anni fa su tio
la matematica non è un'opinione: se si dimezzano i dipendenti, raddoppiano gli utili, semplice equazione.
F/A-18 2 anni fa su tio
@skorpio Interessante, .....quindi se licenzio tutti i miei dipendenti automaticamente vuol dire che guadagno ancora di più? ...... cavolo, matematicamente parlando è facile guadagnare!
pontsort 2 anni fa su tio
@F/A-18 @fa-18 Di base si, solo che l'aumento del guadagno sara di breve durata :) A meno che li sostituisci con robot e scarichi alcuni compiti sui clienti.
F/A-18 2 anni fa su tio
@pontsort No ma guarda che scherzavo....., se non ho più chi produce a podi tant sara butega.....!
francox 2 anni fa su tio
Se seguiranno la tendenza delle nostre super imprese, licenzieranno un centinaio di persone, per festeggiare.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-13 14:26:29 | 91.208.130.85