ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
49 sec
Pernottamenti in calo, il KOF prevede un'ondata di fallimenti
Al momento 200'000 dipendenti si trovano in situazione di lavoro ridotto, e si temono licenziamenti sul lungo periodo
SVIZZERA
28 min
Lascia il capogruppo dei Verdi in Parlamento
Lo zurighese Balthasar Glättli aspira a prendere il posto della presidente Regula Rytz
GRIGIONI
1 ora
Bimbo di quattro anni investito
Un bambino di soli quattro anni è rimasto ferito in un incidente avvenuto ieri sera a Malans.
BERNA
2 ore
Covid in Svizzera, 20 nuovi positivi e 6 morti
Il totale dei positivi sale così a quota 30'796, mentre quello delle vittime a 1'655
SVIZZERA
3 ore
Ecco quanti saremo nel 2050
Nei prossimi trent'anni ci sarà una crescita demografica marcata nel nostro Paese.
SVIZZERA
4 ore
«Recessione di proporzioni storiche»
Il capo economista di Raiffeisen Martin Neff prevede un periodo molto duro per l'economia elvetica con il crollo del PIL
SVIZZERA
4 ore
Scorte della Confederazione intatte nonostante l'assalto ai supermercati
La Svizzera rimarrà comunque dipendente dall'estero anche nel settore agroalimentare
SVIZZERA
5 ore
Il Consiglio federale non vuole correre ciber-rischi
Il Governo ha deciso di istituire un centro di competenze per la protezione della Svizzera
SVIZZERA
5 ore
Quando i ristoratori applicano un "supplemento corona"
C'è chi preferisce aggiungere al conto due franchi per coprire i costi aggiuntivi, e chi aumenta i prezzi sul menù.
SVIZZERA
6 ore
Ambiente e comunicazioni, due importanti nomine a Berna
I rispettivi Uffici federali avranno due nuovi direttori.
SVIZZERA
6 ore
Coronavirus, «Non ci sarà una seconda ondata in Svizzera»
Solo ripetuti focolai di infezione, secondo Marcel Tanner, della task force della Confederazione sull'epidemia
SVIZZERA
16 ore
Si dimette il presidente della Chiesa evangelica riformata
Ci sarebbero seri indizi di violazioni delle sue competenze in un affare del Consiglio della CERS
GINEVRA
20 ore
Un aiuto svizzero per l'OMS
Una fondazione elvetica intende raccogliere fondi per supplire al mancato contributo americano.
SVIZZERA
20 ore
Più soldi per promuovere distribuzione mattutina dei giornali
La Commissione delle telecomunicazioni propone lo stanziamento di altri 40 milioni a sostegno della stampa
URI
21 ore
Venerdì si torna a circolare (anche) sul Furka
Si tratta del quarto passo urano a riaprire dopo Klausen, Oberalp e San Gottardo.
BERNA
21 ore
Daniel Koch può (finalmente) andare in pensione
L'esperto per le malattie trasmissibili dell'UFSP aveva rimandato per offrire il suo contributo quale esperto Covid-19
CANTONE
21 ore
«La stagione dei campeggi può finalmente iniziare»
Il TCS si rallegra per gli allentamenti dal 6 giugno: «La domanda è molto forte. Con oltre due mesi di ritardo si parte»
SVIZZERA
21 ore
«Una seconda ondata potrebbe provocare 5'000 morti»
Secondo un calcolo matematico elaborato dai ricercatori del Poli i principali vettori potrebbero essere i giovani.
CIPRO
22 ore
Se vuoi andare a Ayia Napa prima devi farti il test
Nessun obbligo di quarantena per i viaggiatori provenienti da 19 nazioni europee.
BERNA
22 ore
«I bambini hanno bisogno di spazi di gioco»
Pro Juventute chiede ai comuni la creazione di più zone adatte allo scopo
SVIZZERA
23 ore
Frenata da Berna sulla riapertura con l'Italia
Secondo il Consiglio federale la data del 3 giugno è troppo vicina. Dall'8 saranno però possibili i ricongiungimenti.
SVIZZERA
23 ore
Greenpeace contro Credit Suisse e UBS sulla protezione del clima: «Solo parole»
L'accusa dell'associazione ambientale riguarda i continui investimenti nell'industria fossile
SVIZZERA
23 ore
Tutto quello che potremo fare dal 6 giugno
Assembramenti fino a 30 persone (dal 30 maggio) e manifestazioni fino a 300 persone saranno autorizzate.
SVIZZERA
1 gior
«Cerchiamo di rinunciare ai viaggi toccata e fuga in aereo»
Il settore turistico si prepara a ripartire. A tu per tu con Martin Nydegger, direttore di Svizzera Turismo
SVIZZERA
1 gior
Punire i passeggeri indisciplinati sarà più facile
Il Governo ha approvato un protocollo alla Convenzione di Tokyo
SVIZZERA
11.10.2017 - 06:210
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Il lavoro forse c'è, però noi non lo diciamo

Le imprese del Ticino tendono a pubblicare solo un annuncio su 4, invece di 3 su 4 media Svizzera: preferiscono fare da sé sfruttando canali propri

LUGANO - Insomma, il lavoro c'è o non c'è? Forse sì, ma il punto è che non lo diciamo. Pochi annunci sui quotidiani; pochi sui portali online di ricerca, dedicati all'occupazione e destinati a raccogliere e incrociare la domanda con l'offerta. Le aziende ticinesi preferiscono fare da sole, attingendo dai curricula che ricevono o sfruttando il sito aziendale e i propri social network.

Tre posti su quattro restano nell'ombra - Una tendenza in atto non solo qui, dove però è più marcata che altrove; molto più marcata. Se a livello svizzero viene comunque pubblicato il 75% dei posti vacanti, in Ticino solo il 25%; tre su quattro, detto in altri termini, rimangono nell'ombra dell'opinione pubblica. «È interessante notare come le imprese ticinesi, molto più spesso che nelle altre regioni svizzere, non pubblichino offerte di posti disponibili, ma cerchino personale soprattutto attraverso i loro network», riflette Nicole Burth, ceo di Adecco Group Switzerland.

In Ticino il lavoro fa +8,8% - Diventa così difficile comprendere la verità delle percentuali, che basandosi sugli annunci comparsi in 90 testate, 12 portali lavoro online e 1'300 siti web aziendali, rivelano come nell'ultimo trimestre il mercato del lavoro, a livello elvetico, sia in crescita del 6,1%, secondo l'indagine svolta dal Servizio di monitoraggio dell’Università di Zurigo. Media che spazia fra il 2,9% di Zurigo e il 20% della Svizzera orientale, passando per l'8,8% del Ticino.

La digitalizzazione trascina il mercato - Guai però a rallegrarsi: se l'indagine si concentra sulle professioni, si scopre come sia il 75,9% degli informatici richiesti a fare da traino. Negli altri settori, sono prevalentemente segni meno. Guardando il bicchiere mezzo pieno, «le imprese ricercano in modo particolarmente attivo nuovo personale nel settore dell’informatica - ribadisce Burth -: è un chiaro segno che la Svizzera sta avanzando in termini di automazione e digitalizzazione».

I manager non li cerca più nessuno - Il bicchiere mezzo vuoto dice invece che amministrazione e finanza sono in ribasso, -11% circa rispetto al trimestre precedente e -21% negli uffici se il confronto è con il 2016, ma il management è proprio in crisi profonda e nera. Qui il disavanzo in negativo addirittura aumenta, passando da -38,7% variazione annuale a -41,9%. Ribasso in incremento anche per il settore edile - che però fa +42% nella sola Svizzera orientale -, l'alberghiero e l'insegnamento.  «Attualmente le imprese sembrano interessate in particolare all’assunzione di personale specializzato, mentre la richiesta di qualifiche più generali è diminuita», conclude Anna von Ow del Servizio di monitoraggio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Daniela Sofia Battaglia 2 anni fa su fb
La sorella della... la zia di.... la nipote del boss... la moglie del tipo.... bei ca..i di ca...Anali....???
Carlo Aiele 2 anni fa su fb
Prima o poi fallirete tutti !! Karma si chiama.... a dormire sotto i ponti..... vi auguro il male piu terribile di questo mondo..... state rovinando ticino e ticinesi...... voi sapete gia a chi mi rivolgo.
Karen Leung 2 anni fa su fb
Se Lei Augura Il "MALE" ricevera anke "Male" e anke di piu! Questa é la sua KARMA!
Mariantonietta Lettieri 2 anni fa su fb
Ivan io e te l'avevamo già capito.. The mafioso way is better
Equalizer 2 anni fa su tio
Si fa fatica a comparare questo articolo con l'articolo degli ultra 40enni che se ne vanno dal Ticino, sarà la digitalizzazione, mah, sarà la crisi, ehhh, ma mica sarà anche per gli stipendi da fame del canton Ticino? Già perché dati alla mano tolto il migliaio di borsoni che alzano la statistica il resto tira là come può, e questo resto è un bel mucchio di persone.
Ado Renda 2 anni fa su fb
Tirano il collo ai frontalieri
Ado Renda 2 anni fa su fb
Sfruttano i frontalieri
Donato Cerullo 2 anni fa su fb
I canali propri esistono ovunque anche nei paesi più meritocratici, però nel caso del Ticino è sempre colpa dell'Italia e dei frontalieri, difatti loro fanno le leggi che ci governano, fanno le assunzioni e propongono salari indecenti, per quelli dignitosi votati a giugno 2015 vediamo se e come verranno attuati, mal che va anche di quelli diamo la colpa agli italiani...semplice no?
Nadia Tucci 2 anni fa su fb
Ma va?? ?
Marisa Da Silva 2 anni fa su fb
? scelta saggia se non altro ?
Nadia Tucci 2 anni fa su fb
Il segreto di Pulcinella ?
Bandito976 2 anni fa su tio
C'é o non c'é forse si. Il forse sta nel fatto a che passaporto hai. Oppure il soggetto che si accontenta della paga di 15 anni fa'. Lo sfruttato classico diciamo.
Luca Bonanomi 2 anni fa su fb
Certo che se si guarda l'esempio dato dagli enti pubblici non c'è da sorprendersi. Li si arriva a licenziare dipendenti per assumere loschi figuri che fanno parte del consiglio direttivo e che sono stati licenziati per motivi "poco chiari" dal loro datore privato . Siamo ben peggio dell'Italia.
Stephan Kesslinger 2 anni fa su fb
Chiedendo al frontaliere di turno di assumere altri frontalieri.
Angelo Renzullo 2 anni fa su fb
Non è una novità... il segreto di Pulcinella ?
Bia Rebu 2 anni fa su fb
Si il canale italiano ! Mica ticinese ecco il canale radio e il disco di ogni anno e giorno dove in più ci inquinano anche l'aria
Andrea Panessa 2 anni fa su fb
Quando il Ticino realizzerà che a ragionare come l'Italia si rischia di diventare come l'Italia...il mondo del lavoro non puo' e non deve essere corrotto e se le persone non lo accettassero il Ticino sarebbe come il resto della Svizzera
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
guarda che qui è sicuramente piu' corrotto che in Italia fattene una ragione
Karen Leung 2 anni fa su fb
Beh "piu Corrotto" si in Ticino forse ma Non in Svizzera!
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
Karen Leung questo è poco ma sicuro, concordo. Anche perchè appena esci dal Ticino non hanno il brutto vizio di criticare sempre gli altri prima di guardare i propri problemi!
Paolo Antognini 2 anni fa su fb
Che tristezza e a che punto siamo arrivati...no comment.
Sandra Rezzonico-Abderhalden 2 anni fa su fb
I canali propri sono gli annunci oltre frontiera??
Igor Rigotti 2 anni fa su fb
Canali propri ? Ah si va va che la sorella di mia moglie che abita vicino a noi a Ponte Cremenaga sta cercando lavoro
Nick Jan Menza 2 anni fa su fb
Fronta daysss
Pepe Ticino 2 anni fa su fb
"canali propri" dai che fra un paio d'anni c'arrivano anche quelli di tio...
Al Lolo 2 anni fa su fb
Quindi un po' di lavoro c'è!!! Ma visto che sottopagato!!! non si può usare un giornalucchio tipo il vostro per farne pubblicità...
Pepe Ticino 2 anni fa su fb
Non penso che nessuno si lamenti che non ci sia lavoro, ma piuttosto di come sia distribuito...
Mary Domenighetti 2 anni fa su fb
Verità vissuta sulla mia pelle più di una volta ma pd se vivo in CH faccio spesa nel mio paese ecc come posso vivere con certi salari ridicoli??? Poi ti senti risp se non ti va bene .... tanto troverò .....?
Fabrizio Sciacco 2 anni fa su fb
Ossia Ticino = Italia, sfido a dire il contrario...
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
ma proprio non riuscite a perdere il vizio di criticare gli altri. Ma guarda a casa tua che siete messi ben peggio dell'Italia
Renzo Merelli 2 anni fa su fb
Lucrezia Novelli c'è qualcosa che non torna in quello che dici. Se fosse vero ci sarebbe un fiume di persone che dal Ticino va a vivere in Italia e non il contrario.
Fabrizio Sciacco 2 anni fa su fb
A Lucré, so' italiano pure io! La parola "canali propri" mi sembra una maniera molto educata di dire "raccomandazione".
Donato Cerullo 2 anni fa su fb
Renzo Merelli ce ne sono tra pensionati e bassi redditi che si trasferiscono oltre confine per avere in tasca soprattutto qualche franco in più, basta farsi un giro appena dopo la dogana e vedere vicino le abitazioni che targhe ci sono oltre a quelle italiane, ma il punto non è questo dell'articolo...
Federico Sulcis 2 anni fa su fb
E si! Ma certo che e così..
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-05-28 14:35:50 | 91.208.130.87