Genève Enchères
SVIZZERA
24.09.2017 - 13:310
Aggiornamento : 30.08.2018 - 09:04

Asta da record: vaso cinese battuto a 5 milioni di franchi

La base era di soli 500 franchi. Il banditore: «Ho la tendenza a essere prudente nelle mie stime»

GINEVRA - Un vaso cinese, stimato tra 500 e 800 franchi, è stato battuto all'asta giovedì per una somma record di 5 milioni di franchi, ha indicato la casa d'aste "Genève-Enchères" in un comunicato odierno.

«Si tratta di un 'prezzo di martello', al quale bisogna aggiungere una commissione, per un totale di 6,08 milioni di franchi», ha dichiarato all'afp il banditore Olivier Fichot. La cifra, che verrà sborsata da un compratore asiatico, è 10'000 volte superiore alla stima bassa pre-asta del catalogo.

Il vaso, alto circa 60 cm e raffigurante tre dragoni blu su sfondo giallo, è stato presentato nel catalogo come un reperto dell'inizio del ventesimo secolo e recante il marchio apocrifo Qianlong.

Secondo due interessati, che hanno poi partecipato alla vendita all'incanto, l'oggetto sarebbe invece del diciottesimo secolo, ha aggiunto Fichot. «Ho la tendenza a essere prudente nelle mie stime», ha precisato il banditore d'asta, sottolineando che questo vaso è difficile da valutare con esattezza.

L'acquirente era presente in sala, mentre i suoi concorrenti puntavano al rialzo telefonicamente. Il vaso in questione faceva parte di una collezione ginevrina di arte asiatica.

Secondo Fichot, si tratta dell'asta di un oggetto con la cifra più elevata mai realizzata a Ginevra, escludendo gioielli e orologi. Il record precedente della casa d'aste era un Buddha in bronzo, aggiudicato per 550'000 franchi.
 
 

Genève Enchères
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-12-15 11:28:18 | 91.208.130.86